Campionati nazionali: Klosterhalfen batte il record tedesco sui 5000 metri

Konstanze Klosterhalfen, Malaika Mihambo e Karsten Warholm sono stati i grandi protagonisti del fine settimana dedicato ai Campionati nazionali in diversi paesi europei.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Campionati tedeschi d Berlino: Strepitoso record tedesco di Klosterhalfen sui 5000 metri

L’Olympiastadion di Berlino ha ospitato i Campionati tedeschi di atletica nell’ambito di una grande rassegna multisportiva nazionale che ha coinvolto dieci discipline diverse negli impianti più famosi della capitale tedesca ad un anno esatto dagli European Championships di Berlino e Glasgow.  L’iniziativa di unire più campionati nazionali in un’unica rassegna è partita dalle televisioni nazionali ARD e ZDF che hanno trasmesso l’evento con una lunga maratona in diretta televisiva e su internet. La due giorni di Berlino ha richiamato un buon numero di spettatori (circa 26000 nella prima giornata e 34000 nella seconda). 

La stella della due giorni dell’Olympiastadion è stata la giovane fuoriclasse del mezzofondo Konstanze “Koko” Klosterhalfen, che ha demolito il record tedesco dei 5000 metri correndo la distanza in 14’26”76 con una gara in solitaria. Molto staccata la neo campionessa europea under 23 dei 10000 metri Alina Reh, seconda in 15’22”42 davanti a Miriam Dattke (15’42”03). 

La vice campionessa europea indoor dei 3000 metri ha migliorato di 15 secondi il vecchio record di Irina Mikitenko, che corse in 14’42”03. Klosterhalfen diventa inoltre la quarta atleta di tutti i tempi sui 5000 metri a livello europeo alle spalle di Sifan Hassan, (14’22”12), Lilya Shobukova (14’23”75) e Elvan Abeylegesse (14’24”68) e al tredicesimo posto delle liste mondiali all-time. La ventiduenne tedesca ora allenata da Pete Julian negli Stati Uniti nell’ambito del Nike Oregon Project ma cresciuta nel team del Bayer Leverkusen ha migliorato il record del Campionati di Sabrina Mockenhaupt di ben 43 secondi. In questa stagione Klosterhalfen aveva già battuto il record nazionale sui 3000 metri correndo in 8’20”07 al Prefontaine Classic di Stanford nella gara dove ha battuto Hellen Obiri e Genzebe Dibaba. Nella storia dei Mondiali mai nessuna atleta tedesca ha mai vinto una medaglia sui 5000 metri ma Klosterhalfen potrebbe essere la prima a salire sul podio in questa specialità. 

Konstanze Klosterhalfen: 

Non ero partita con l’obiettivo di battere il record ma volevo semplicemente correre il più velocemente possibile. Senza il sostegno del meraviglioso pubblico tedesco non sarebbe stato possibile battere il primato. Non ho ancora deciso su quale distanza correrò ai Mondiali di Doha ma la mia preferenza va ai 5000 metri rispetto ai 1500 metri

Mihambo realizza la migliore prestazione mondiale dell’anno nel salto in lungo

La campionessa europea del salto in lungo Malaika Mihambo ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno con la straordinaria misura di 7.16m con vento regolare di +0.4 m/s. La saltatrice tedesca nata da padre originario di Zanzibar ha iniziato la gara con due salti nulli prima di un salto di sicurezza da 6.75m alla terza prova, che le ha permesso di rimanere in gara. Dopo un salto da 6.76m Mihambo ha realizzato il miglior salto della sua carriera all’ultima prova diventando la terza miglior tedesca di sempre dal 1994 e la migliore al mondo dal 2016. Ha sfiorato di cinque centimetri il record dei campionati detenuto dalla grande Heike Drechsler dal 1992 e ha pareggiato la terza miglior misura tedesca di sempre stabilita nel 2016 da Sosthene Moguenara. 

Mihambo ha battuto nettamente Merle Homeier (6.42m) e la medaglia di bronzo dei Mondiali Under 20 Lea Jasmin Riecke (6.29m). 

Malaika Mihambo: 

Non ho iniziato al meglio la gara, ma sapevo di poter fare bene. E’ una sensazione straordinaria sapere di essere diventata la migliore al mondo in questa stagione. So di avere ottime chance ai Mondiali e non vedo l’ora

Pinto batte Luckenkemper e Mihambo sui 100 metri

Nella sfida più attesa della rassegna berlinese Tatjana Pinto ha vinto il terzo titolo tedesco sui 100 metri femminili in 11”09 precedendo la vice campionessa europea di Berlino 2018 Gina Luckenkemper (11”20), Malaika Mihambo (terza con il personale eguagliato con 11”21) e Lisa Marie Kwaye (11”22). Pinto aveva corso la semifinale in 11”05 migliorando il precedente personale di 11”12 stabilito due settimane fa al meeting di Londra. 

Pinto, ora allenata dal tecnico statunitense Rana Reiner, ha completato la doppietta vincendo anche i 200 metri in 22”65 precedendo Lisa Marie Kwayie, che ha realizzato il minimo per i Mondiali di Doha con 22”88, e Jessica Bianca Wessolly (23”14). 

Hofmann trionfa nel giavellotto, terzo Rohler

Il vincitore della Diamond League 2018 Andreas Hofmann ha vinto l’attesa gara del lancio del giavellotto con la misura di 87.07m al sesto tentativo Julian Weber (86.60m) e il campione olimpico ed europeo Thomas Rohler (82.70m). 

Vittoria per Cindy Roleder sui 100 ostacoli

La medaglia di bronzo degli ultimi Europei di Berlino 2018 Cindy Roleder ha vinto la finale dei 100 ostacoli in 12”90 (migliore prestazione tedesca dell’anno). E’ mancata purtroppo la sfida con la medaglia di bronzo iridata Pamela Duktiewicz, che ha già chiuso la stagione per un infortunio. 

I titoli nello sprint maschile sono andati a Michael Pohl in 10”27 davanti a Kevin Krantz (10”29) sui 100 metri a Steven Muller sui 200m in 20”63 e a Gregor Traber sui 110 ostacoli in 13”68. 

La campionessa europea del lancio del giavellotto Christin Hussong ha dominato vincendo il titolo tedesco con 65.33m sulla stessa pedana dove trionfò lo scorso anno agli Europei. 

Martin Wierig ha conquistato il successo nel lancio del disco maschile con 65.39m. Il campione olimpico Christoph Harting ha fatto lanci nulli, come era già successo. 

Grande sorpresa nel getto del peso maschile dove il due volte campione del mondo David Storl si è dovuto accontentare del terzo posto con 19.77m alle spalle del vincitore Simon Beyer (record personale di 20.26m) e Tobias Dahm (19.87m). 

La vice campionessa europea di Amsterdam 2016 Lisa Ryzih ha vinto il salto con l’asta femminile confermando lo standard di qualificazione per i Mondiali di Doha con 4.60m. 

Il campione del mondo di Mosca 2013 Raphael Holzdeppe ha vinto il secondo titolo tedesco della sua carriera all’aperto con 5.76m prima di tentare senza successo alla misura di 5.90m. Il campione tedesco in carica e argento europeo juniores Bo Kanda Lita Baehre si è classificato al secondo posto con 5.71m precedendo la medaglia d’argento delle ultime Universiadi di Napoli Torben Blech (5.51m). 

Il campione europeo di Amsterdam 2016 Max Hess ha ottenuto un successo sofferto nel salto triplo con un salto vincente da 16.50m all’ultimo tentativo. 

Marie Laurence Jungfleisch ha vinto il settimo titolo tedesco consecutivo nel salto in alto femminile con 1.90m prima di commettere tre errori a 1.94m. 

La vice campionessa mondiale dei 3000 siepi di Pechino 2015 Gesa Felicitas Krause ha vinto il quinto titolo nazionale di fila fermando il cronometro in 9’28”45. 

La vice campionessa europea e primatista tedesca Kristin Gierisch ha vinto il salto triplo con 14.26m al secondo tentativo. Fabian Heinle si è laureato campione tedesco nel salto in lungo con 8.05m. 

La vice campionessa europea Christina Schwanitz ha conquistato il settimo titolo della sua carriera nel getto del peso femminile con un lancio da 18.84m al sesto tentativo. 

Kristin Pudenz si è aggiudicata il lancio del disco femminile con il record personale di 64.37m precedendo Nadine Muller (63.99m) e Shanice Craft (63.22m). La medaglia d’argento delle ultime Universiadi Claudine Vita si è classificata al quinto posto con 60.85m. 

Christina Hering ha vinto il suo quarto titolo nazionale consecutivo sugli 800 metri femminili in 2’01”37 precedendo Katharina Trost (2’01”68). La vincitrice delle ultime Universiadi di Napoli Caterina Granz ha vinto il suo primo titolo tedesco sui 1500 metri in 4’08”91. 

Richard Ringer ha vinto una finale di 5000 metri maschile molto tattica in 14’01”69 precedendo Sam Persons (14’02”38) e Amanal Petros (14’09”99). 

Successi di Constantin Preis sui 400 ostacoli in 49”32 e di Manuel Sanders sui 400 metri in 45”86.  

Grande sorpresa nei 400 ostacoli femminili dove Carolina Krafzik si è imposta migliorandosi di due secondi con 55”64 davanti a Jackie Baumann (56”26). 

Hamar (Norvegia): campionati norvegesi: Warholm corre i 400 ostacoli sotto i 48 secondi per la quarta volta nel 2019

Nuova grande prestazione del campione mondiale ed europeo dei 400 ostacoli Karsten Warholm, che ha vinto il titolo nazionale nella sua specialità ai Campionati norvegesi di Hamar fermando il cronometro in un eccellente 47”43, sua quarta prestazione stagionale e nona della sua carriera al di sotto della magica barriera dei 48 secondi. Nella prima parte della stagione il fuoriclasse scandinavo ha vinto la prima gara di Diamond League a Stoccolma in 47”85 prima di imporsi a Oslo e a Londra stabilendo due record europei con 47”33 e 47”12. Lo scorso Marzo ha vinto anche il titolo europeo indoor sui 400 metri a Glasgow in 45”05 eguagliando il primato europeo detenuto dal 1987 dal tedesco Thomas Schoenlebe. Prima di quest’anno il primato continentale era detenuto dal 1995 dal francese Stephane Diagana, che corse in 47”37 a Losanna. Warholm. Il “vichingo” norvegese ha fatto il bis dominando i 400 metri in un facile 45”54. La compagna di allenamento Amalie Iuel (seconda alle Universiadi di Napoli sui 400 ostacoli alle spalle dell’azzurra Ayomide Folorunso, si è aggiudicata il titolo norvegese dei 400 metri in 52”43. 

Il due volte campione europeo dei 1500m e dei 5000m Jakob Ingebrigtsen ha fermato il cronometro in 3’36”33 correndo da solo dall’inizio alla fine alla diciassettesima gara stagionale tra indoor e outdoor. 

Henrik Ingebrigtsen si è imposto sui 5000 metri in 13’50”77 precedendo l’ex primatista europeo della maratona Sondre Moen (13’57”88). Moen ha vinto i 10000 metri in 28’13”14. Filip Ingebrigtsen ha vinto agevolmente gli 800 metri in 1’48”35. Karoline Bjerkeli Grovdal ha dominato i 3000 siepi femminili in un un ottimo 9’24”53. 

Ole Stunes Isene si è imposto con la misura di 63.17m. Ingar Kipsesund ha avvicinato la barriera degli 8 metri nel salto in lungo con 7.93m. Sondre Guttormsen ha vinto la sfida del salto con l’asta con con 5.50m precedendo il campione europeo under 20 Pal Haugen Lillefosse (5.40m). Marcus Thomsen ha superato i 20 metri nel getto del peso con 20.11m. Isabelle Pedersen ha vinto i 100 ostacoli in 13”16. 

Shenyang (Cina): campionati Cinesi: Lyu Huihui migliora il record asiatico nel giavellotto

Ai Campionati cinesi valevoli come trials di selezione per i Mondiali di Doha la giavellottista Lyu Huihui ha migliorato il suo record asiatico con l’eccellente misura di 67.98m battendo Liu Shiying (65.82m) e Yu Yuzhen (61.74m). 

Il salto triplo maschile ha fatto registrare due salti oltre i 17 metri di Wu Riuting (17.43m) e Zhu Yaming (17.23m).  

La campionessa mondiale del getto del peso Gong Lijao ha superato la barriera dei 19 metri con 19.16m. Pronostici rispettati anche nel lancio del martello con la vittoria di Wang Zhen con 63.62m. 

Xie Zhenye (fresco primatista asiatico sui 200 metri a Londra con 19”88) ha conquistato il successo sui 100 metri in un eccellente 10”03 precedendo il vice campione mondiale indoor dei 60 ostacoli Su Bingtian (10”19 al rientro dopo un infortunio) e Xu Zhuzheng (10”20) e ha successivamente fatto il bis vincendo anche i 200 metri in 20”34. Il campione asiatico 2019 Xie Wenjun ha dominato i 110 ostacoli in 13”43. I concorsi hanno fatto registrare il buon 8.18m di Wng Jianan nel salto in lungo, il 5.71m di Huang Bokai nel salto con l’asta e il lancio da 80.73m di Liu Qizhen nel giavellotto. 

Ling Xiaojing si è aggiudicata i 100 metri femminili in 11”27 e i 200 metri in 22”93, mentre i 100 ostacoli femminili sono andati a Dai Yiru in 13”24. 

Li Ling ha valicato l’asticella alla misura di 4.56m nel salto con l’asta. Guo Jinyu ha superato 2.24m nel salto in alto maschile precedendo con la stessa misura ma con un numero minore di errori il favorito Wang Yu. 

Campionati turchi di Bursa: Brume oltre i 7 metri nel salto in lungo

La nigeriana Eze Brume ha stabilito la seconda migliore prestazione mondiale dell’anno con 7.05m gareggiando come ospite ai Campionati turchi di Bursa. Nella sua serie ha realizato anche un secondo miglior salto da 6.91m con vento a favore di +2.7 m/s. Brume ha vinto anche i 100 metri in 11”41. 

Lima: Panamerican Games: Arenas e Pintado vincono la 20 km di marcia

Le gare di marcia hanno aperto il programma dell’atletica ai Panamerican Games di Lima. La colombiana Sandra Arenas si è aggiudicata la gara di marcia 20 km femminile con il record della manifestazione di 1h28’03” precedendo kimberly Garcia (1h29’03). Brian Pintado ha regalato la medaglia d’oro all’Equador nella 20 km in 1h21’51” precedendo di sei secondi il brasiliano Caio Bonfim. 

Kamila Skolimowska Throwing Festival a Cetniewo: Ancora un super lancio di Haratyk

Nel meeting di lanci dedicato alla memoria della campionessa olimpica di Sydney 2000 Kamila Skolimowska il pesista polacco Michal Haratyk ha eguagliato il suo fresco record nazionale con l’eccellente misura di 22.32m, quinta misura europea di sempre e miglior lancio dal 1988. Nella sua serie il campione europeo indoor e outdoor in carica ha realizzato anche un secondo miglior tentativo da 22.28m e un nullo molto lungo misurato intorno ai 22.37m. Il nigeriano Chukwu Enekwechi si è classificato secondo con 21.26m. 

Il tre volte campione del mondo Pawel Fajdek ha vinto il duello tutto polacco nel lancio del martello maschile con Wojchiech Nowicki (80.88m a 77.57m). Il quarto classificato degli ultimi Europei di Berlino 2018 Marcin Krukowski ha vinto il lancio del giavellotto con 83.68m precedendo il bielorusso Aliaksei Katkawets (82.63m record nazionale under 23). La campionessa europea di Amsterdam 2016 Tatsiana Khaladovich si è aggiudicata il lancio del giavellotto femminile con 61.66m. Il vice campione olimpico di Rio de Janeiro 2016 Piotr Malachowski si è aggiudicato il duello del lancio del disco maschile con il belga di origini bulgare Phillip Milanov (65.35m contro 64.55m). 

Bertemes supera i 22 metri nel getto del peso in Lussemburgo

Straordinario risultato per il pesista lussemburghese Bob Bertemes, che al Memorial Kop di Cessange in Lussemburgo ha realizzato la misura di 22.22m diventando il settimo atleta nel 2019 a superare i 22 metri. L’atleta nato nel 1993 aveva un primato personale di 21.29m. 

Il francese Quentin Bigot ha vinto il lancio del martello maschile con la buona misura di 77.75m precedendo gli azzurri Simone Falloni (69.98m) e Marco Lingua (69.57m). 

Citius Meeting di Berna: vittorie per Kambundji e Sprunger davanti al pubblico di casa

Il pubblico svizzero ha applaudito le vittorie con primato stagionale delle beniamine di casa Mujinga Kambundji sui 100 metri in 11”15 davanti a Jamile Samuel (11”43) e Lea Sprunger sui 400 ostacoli in 55”13 davanti a Vera Rudakova (55”60) e della campionessa europea under 23 Angelica Moser nel salto con l’asta con 4.56m. 

La neo primatista mondiale under 20 dei 100 ostacoli Brittany Anderson ha confermato il suo buon momento di forma scendendo ancora sotto i 13 secondi con 12”96. L’italiana Angelika Wegierska ha sfiorato il personale stagionale di un centesimo di secondo classificandosi quarta in 13”48 alle spalle della canadese Christie Moerman (13”34) e della svizzera Noemi Zbaeren (13”40). 

Il polacco Marcin Lewandowski (campione europeo indoor sui 1500m) ha continuato il suo buon momento di forma vincendo gli 800 metri in 1’46”12 per sette centesimi di secondo sul qatariota Abdirahaman Hassan Saeed. Lo svedese Kalle Berglund si è aggiudicato i 1500 metri con il record nazionale di 3’36”07 precedendo il campione olimpico di Londra 2012 Taoufilk Makhloufi (3’36”50) e il ceco Jakub Holusa (3’36”65). La polacca Patrycja Wyciszkiewicz ha stabilito la migliore prestazione mondiale dell’anno sui 600 metri femminili con 1’26239 precedendo la giovane svizzera Delia Sclabas (1’26”63) e Maryna Arzamasava (1’27”82). 

Il saudita Mazen Al Yassin si è aggiudicato i 400 metri stabilendo il personale con 45”82. Il nigeriano Jerra Japka si è imposto sui 200 metri eguagliando il record personale con 20”59. 

Campionati finlandesi a Lappeenranta

Retta Hurske ha vinto la finale dei 100 ostacoli in 13”05 precedendo al photo finish Nooralotta Neziri con lo stesso tempo. Maria Huntington ha vinto un’ottima gara di eptathlon stabilendo il record nazionale under 23 con 6339 punti. Lassi Etalatalo ha conquistato il titolo del giavellotto con 84.11m nella gara più attesa dal pubblico finlandese. 

Andorf (Austria)

Lukas Weisshaidinger ha vinto il lancio del disco con 66.15m nella tredicesima edizione del Josko Meeting. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.