UFC Newark: serata no per Mara Romero Borella, vince Murphy per TKO

Un montante e una ginocchiata sono risultate fatali per la nostra unica rappresentante femminile in Ultimate Fighting Championship, ora con un record di 1-1 nel 2019.

15 condivisioni 3 commenti

di - | aggiornato

Share

Nonostante un buon inizio, Mara Romero Borella è costretta a uscire sconfitta dal suo secondo match dell'anno in Ultimate Fighting Championship, incassando un duro tonfo per TKO a UFC Newark per mano di Lauren Murphy. La sequenza risultata fatale per l'unica fighter italiana nel roster della top promotion di MMA si è sviluppata nel terzo round, quando l'americana Murphy è riuscita ad andare a segno con un montante destro, sufficiente per stordirla un po'. Quel che è bastato per indurla a un disperato cambio di livello, un tentativo di takedown prontamente letto dall'avversaria e sfruttato per piazzare la dura ginocchiata sinistra che ha segnato di fatto la conclusione della contesa al minuto 1:46 nella stanza finale. Le successive gomitate sferrate a terra da "Lucky" Lauren non hanno fatto altro che ribadire il punto, fortunamente senza gravi conseguenze per una Borella chiaramente delusa ma apparentemente cosciente e in buone condizioni al termine dell'incontro.

Tanto netto quanto amaro il verdetto giunto dal Prudential Center, sede dell'evento UFC Newark attualmente in corso (il match di Mara e il resto della preliminary card sono visibili su UFC Fight Pass, la main card sarà in onda su DAZN dalle 21), soprattutto per come era cominciata la sfida tra Borella e Murphy. La lottatrice originaria di Ponte dell'Olio s'è infatti ben comportata nelle fasi iniziali, scansando molte incursioni offensive della rivale e punendo quest'ultima con buoni calci alle gambe e pugni in counter striking, con una rapidità di mani notevole. Nella ripresa successiva, Murphy è andata poi maggiormente in porto con colpi significativi al volto dell'italiana, da parte sua brava a portare la contesa a terra con un puntuale double leg takedown ma incapace di mantenerla in tale ambito, merito di un'avversaria reattiva nel rialzarsi presto in piedi. Nel cercare di reindirizzare l'inerzia della contesa a proprio favore, Borella ha iniziato il round conclusivo con un vivace piglio, però pagato caro con la sconfitta che pareggia i conti del suo 2019 in UFC, dopo la vittoria per split decision ottenuta contro Talia Santos nello scorso febbraio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.