Europa League, allo stadio per tifare la squadra che li ha eliminati

Circa 100 tifosi del Kilmarnock avevano già acquistato il volo per Belgrado e dopo la clamorosa eliminazione patita contro il Connah's Quay Nomads hanno deciso di sostenere la compagine gallese.

2 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il calcio d'estate, è noto, può essere davvero imprevedibile. A pochi giorni di distanza dal raduno, con le gambe appesantite dai duri carichi di lavoro che serviranno per sostenere la fatica di un'intera stagione, anche la squadra più forte può incappare in una giornata negativa e finire per concedere a compagini ben più modeste una vittoria da ricordare. Si tratta spesso di amichevoli fini a se stesse, ma la cosa può accadere anche nei turni preliminari di Europa League.

E questo è quello che è successo ad esempio al glorioso Kilmarnock, antico club scozzese fondato addirittura nel lontano 1869: terzo nella passata edizione della Scottish Premiership, il Killie ha affidato all'allenatore italiano Angelo Alessio la panchina lasciata vacante da Steve Clarke, promosso a ct della Scozia. L'inizio non è certo stato dei più incoraggianti però, con l'attesa avventura in Europa League che si è conclusa inaspettatamente già al primo turno.

Pur consapevoli di come il loro non sia certo uno squadrone, i tifosi del Kilmarnock erano però sicuri di passare il turno contro gli ancor più modesti gallesi del Connah's Quay Nomads. Talmente sicuri da aver già prenotato con largo anticipo i voli per seguire il club in trasferta nel turno successivo, quando il Killie se la sarebbe vista con il ben più rinomato Partizan Belgrado. Un piano frustrato dall'incredibile sconfitta casalinga che il 18 luglio ha chiuso sul nascere l'avventura europea.

Tifosi del Kilmarnock

Europa League, i tifosi del Kilmarnock a Belgrado per seguire il Connah's Quay Nomads

Dopo essersi imposto in trasferta per 2-1, infatti, il Kilmarnock è stato sconfitto tra le mura amiche del Rugby Park con un secco 2-0. Una sconfitta che ha proiettato il club gallese al turno successivo e che ha abbattuto i tifosi scozzesi. Come se non bastasse, inoltre, molti di questi avevano ormai già prenotato volo e albergo a Belgrado, tanta era la sicurezza di passare il turno. Cosa fare?

Come se fosse la cosa più naturale del mondo, un centinaio di tifosi del Kilmarnock ha deciso di non sprecare i soldi già spesi e di godersi comunque il viaggio a Belgrado, un'occasione per fare baldoria nei pub della città viaggiando insieme ai compagni di tifo e non solo. Già, perché nella capitale serba gli scozzesi si sono uniti ai fan del Connah's Quay Nomads, raggiungendo lo stadio insieme a loro e sostenendo per 90 minuti il club che li aveva eliminati nel turno precedente.

Sul campo non c'è stata partita: forte del successo all'andata in Galles per 1-0, il Partizan ha regolato i volenterosi avversari con un netto 3-0 firmato da Tosic, Ozegovic e Stevanovic, chiudendo la questione e avanzando al turno successivo. Tutto come previsto per i tifosi del Connah's Quay Nomads, che salutano l'Europa con due ricordi importanti: la vittoria sul Kilmarnock e la pittoresca serata passata insieme ai tifosi scozzesi in quel di Belgrado. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.