Real Madrid: la deludente preseason di Hazard comincia a preoccupare

Al di là dei problemi di sovrappeso, il belga sta facendo fatica a inserirsi nei meccanismi di una squadra già in difficoltà di suo. E il suo ruolo manda in tilt Vinicius.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Cento milioni tondi tondi rappresentano pur sempre un bell'investimento anche per un club dalle disponibilità quasi illimitate come il Real Madrid. Florentino voleva fortemente Eden Hazard, lo seguiva da anni e in questo mercato estivo è riuscito finalmente a piazzare la zampata decisiva e acquistarlo dal Chelsea, dove militava fin dal 2012, quando aveva lasciato il Lilla, a 21 anni, per 35 milioni di euro.

Quell'anno Massimo Moratti si era innamorato di lui, lo avrebbe portato volentieri all'Inter, sognava il nuovo Recoba, ma per i nerazzurri non era più tempo di spese pazze. Arrivare alla Champions League aveva comportato costi altissimi, un andamento di quel genere non era più sostenibile nel calcio moderno e infatti meno di un anno dopo arrivò Thohir e la lunga transizione, non ancora finita, che ne seguì.

Con la maglia dei Blues Eden ha contribuito a scrivere la storia del club, vincendo 2 volte la Premier League e altrettante l'Europa League, oltre ad altre 2 coppe nazionali. Un contributo molto diretto anche in termini di gol realizzati, perché nelle 7 stagioni disputate a Londra il fantasista belga ha segnato 110 reti e ne ha fatte segnare quasi altrettante, 92, ai compagni in 352 partite giocate.

Hazard Real Madrid
Real Madrid: il vero Hazard non è ancora entrato in campo

Real Madrid: il deludente precampionato di Hazard

Sbarcato al Chelsea poco più che ventenne, un mese fa Hazard è arrivato al Real Madrid da giocatore maturo: 28 anni è un'età nella quale ci si aspetta legittimamente che un calciatore, tanto più se è un campione da Top 10 internazionale, sappia entrare subito nei meccanismi e, se non fare immediatamente la differenza, perlomeno mettere le sue indubbie doti al servizio della squadra. 

Zidane Real Madrid
In questo momento Zidane sembra aver perso la bacchetta magica

Eden, invece, al di là di essersi presentato leggermente sovrappeso - anche se francamente i 7 chili in più ipotizzati da qualche giornale sembrano un'esagerazione mediatica - ha soprattutto dimostrato di fare una fatica terribile a inserirsi nei meccanismi di una squadra che, non lo si può negare, è già in difficoltà di suo. Il Real Madrid, infatti, sta disputando la peggior preseason dal 1980, anno in cui perse in amichevole col Bayern Monaco addirittura 9-1. Incredibile? Bè, neanche il 7-3 subito dall'Atletico Madrid va tanto distante: 3 sconfitte, una vittoria e un pareggio non sono dati di cui andare fieri e se si va a vedere il bilancio difensivo c'è da mettersi le mani nei capelli, perché 16 gol subiti fanno una media di 3,2 a partita.

Zidane, insomma, sembra aver smarrito la bacchetta magica che in due stagioni e mezza gli ha permesso di vincere 9 trofei, incluse 3 Champions League, ma la gente si aspetta molto di più anche da Hazard, al quale chiede di adattarsi meglio e comprendere le esigenze della squadra. D'accordo che il caos al quale il tecnico francese ancora non è riuscito a porre rimedio non lo aiuta: se lui gioca a sinistra, per esempio, crea problemi a Vinicius che, se schierato a destra, perde buona parte della sua incisività. Note positive si sono viste a tratti nella vittoria sul Fenerbahce: dialogando velocemente e nello stretto con Isco e Benzema, il belga ha mostrato sprazzi della sua pericolosità. Da lì può ripartire Zizou.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.