MotoGP Brno, FP1/2: Quartararo beffa Marquez, Valentino Rossi 9°

Best lap di Fabio Quartararo che stupisce ancora e anticipa Marc Marquez di 23 millesimi. In top-10 le due Ducati ufficiali e Valentino Rossi.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La seconda sessione di prove libere MotoGP a Brno vede grande protagonista la gomma hard, presente in gran numero sia all'anteriore che al posteriore nelle fasi iniziali. In un week-ed che sarà seguito da una giornata di test ufficiali lunedì, alcuni team hanno deciso di anticipare alcune nuove soluzioni. Ducati e Suzuki sono scese in pista con delle nuove alette aerodinamiche. In casa Borgo Panigale al mattino le ha montate Danilo Petrucci, al pomeriggio Andrea Dovizioso, mostrandosi più grandi e arrotondate rispetto alla versione precedente. 

Valentino Rossi lamenta mancanza di grip all'anteriore e prova ad optare per una mescola più morbida per migliorare il tempo, ma senza effetti positivi. A venti minuti dalla fine delle FP2 il Dottore ha accusato danni al motore, costringendolo a rientrare ai box per adottare la seconda Yamaha M1. Nulla di eccezionale secondo le indiscrezioni, in quanto il propulsore in fumo aveva compiuto ormai il limite di chilometri medio.

Fabio Quartararo nel finale monta la media all'anteriore e la soft al posteriore e piazza il best lap in 1'55"802, precedendo Marc Marquez di appena 23 millesimi. Alle loro spalle si posizionano Jack Miller e Andrea Dovizioso, praticamente con il medesimo crono, 5° Maverick Vinales. Chiudono la top-10 Valentino Rossi e Danilo Petrucci. Si ritorna in pista domani alle 09:55 per il terzo round di prove libere del GP di Brno 2019.

MotoGP Brno, FP2: tempi e classifica finale

  1. Quartararo, Yamaha, 1:55,802 min
  2. Marquez, Honda, +0,023 sec
  3. Miller, Ducati, +0,269
  4. Dovizioso, Ducati, +0,269
  5. Vinales, Yamaha, +0,282
  6. Rins, Suzuki, +0.423
  7. Morbidelli, Yamaha, +0.617
  8. Crutchlow, Honda, +0.641
  9. Rossi, Yamaha, +0.725
  10. Petrucci, Ducati, +0.791 
  11. Mir, Suzuki, +0.818
  12. Nakagami, Honda, +0.860
  13. Oliveira, KTM, +0.930
  14. Bradl, Honda, +1.074 
  15. Aleix Espargaro, Aprilia, +1.156
  16. Tito Rabat, Ducati, +1.255
  17. Sylvain Guintoli, Suzuki, +1.296
  18. Andrea Iannone, Aprilia, +1.454 
  19. Hafizh Syahrin, KTM, +1.682
  20. Johann Zarco, KTM, +1.694
  21. Karel Abraham, Ducati, +1.760
  22. Pol Espargarò, KTM, +1.990
  23. Francesco Bagnaia, Ducati, +2.091
Valentino Rossi pilota MotoGP
Valentino Rossi a Brno

Brno, la prima sessione di prove libere

Il week-end di MotoGP a Brno inizia con una Ducati in gran forma e Andrea Dovizioso al comando della prima sessione di prove libere in 1'56"919. Sebbene sia difficile mantenere la concentrazione nel box di Borgo Panigale, dopo la tragica notizia dell'improvvisa scomparsa di Luca Semprini. addetto stampa di Danilo Petrucci, è vietato sbagliare nelle file della Rossa, per mantenere ancora vive le speranze di corsa al titolo iridato.

Le FP1 vedono la top 4, composta Andrea Dovizioso, Marc Márquez, Maverick Viñales e Miguel Oliveira, racchiusa in appena 99 millesimi. Sorprende la prestazioni delle KTM del team Tech3, con Hafizh Syahrin settimo davanti ai due piloti ufficiali (ultimo Johann Zarco). Ottava e decima piazza per le Yamaha M1 di Franco Morbidelli e Valentino Rossi, che devono limare ancora qualche decimo sul giro. Al momento non brilla Fabio Quartararo, solo 18esimo e con 1,3" di ritardo dal best lap.

Fuori dalla top-10 Danilo Petrucci, Pecco Bagnaia, Cal Crutchlow e Stefan Bradl. Il collaudatore tedesco prende il posto dell'infortunato Jorge Lorenzo, assente a Brno e nella prossima gara in Austria fra meno di una settimana. La scelta della mescola posteriore sembra orientarsi tra soft e media, anche se nel finale Vinales ha montato la hard per provare l'assalto al tempo. Con le previsioni meteo che annunciano probabile pista bagnata per il sabato, la seconda sessione di libere potrebbe rivelarsi fondamentale per l'accesso diretto alla Q2.

FP1: tempi e classifica finale

  1. Andrea Dovizioso, Ducati, 1:56,919
  2. Marc Márquez, Honda, + 0,029
  3. Maverick Vinales, Yamaha, + 0,063
  4. Miguel Oliveira, KTM, + 0,099
  5. Sylvain Guintoli, Suzuki, + 0,452
  6. Jack Miller, Ducati, 0,466
  7. Hafizh Syahrin, KTM, + 0,807
  8. Franco Morbidelli, Yamaha, + 0,844
  9. Alex Rins, Suzuki, + 0,890
  10. Valentino Rossi, Yamaha, + 0,908
  11. Pol Espargaró, KTM, + 0,915
  12. Pecco Bagnaia, Ducati, + 1,031
  13. Danilo Petrucci, Ducati, 1,042
  14. Tito Rabat, Ducati, + 1,110
  15. Cal Crutchlow, Honda, + 1,114
  16. Aleix Espargaró, Aprilia, + 1,133
  17. Takaaki Nakagami, Honda, + 1,182
  18. Fabio Quartararo, Yamaha, + 1,327
  19. Karel Abraham, Ducati, + 1,368
  20. Andrea Iannone, Aprilia, + 1,452
  21. Joan Mir, Suzuki, + 1,581
  22. Stefan Bradl, Honda, + 2,049
  23. Johann Zarco, KTM, + 2,109.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.