Europa League, follia in Craiova-Honved: un petardo colpisce l'arbitro

Il direttore di gara, rimasto stordito, è stato sostituito dal quarto uomo che ha portato a termine l'incontro. I club sono attesa dei provvedimenti della Uefa.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La follia ha preso il sopravvento, rovinando quella che doveva essere una festa dello sport. L’Universitatea Craiova ha eliminato gli ungheresi dell'Honved, allenati da Giuseppe Sannino, nel secondo turno preliminare di Europa League. I rumeni si sono qualificati grazie ai rigori e alle prodezze del portiere italiano Mirko Pigliacelli, in grado di respingere ben tre penalty. Le sue parate però probabilmente serviranno a poco: ci si aspetta infatti l'intervento della Uefa a causa di un petardo lanciato in campo dai tifosi che ha stordito l'arbitro nordirlandese Arnold Hunter.

Ma andiamo con ordine. Dopo lo 0-0 dell'andata, il risultato è lo stesso anche nella gara di ritorno. Entrambe le squadre sono timorose, la partita è lenta e brutta, anche nei supplementari. Poi, al 119' il fattaccio: a seguito di un duro intervento del difensore dei romeni Qaka, si accende una rissa nell'area di rigore romena. L'arbitro nordirlandese Arnold Hunter interviene per riportare la calma, ma proprio in quel momento una bomba carta esplode a pochi centimetri da lui.

Il direttore di gara (forse anche colpito in testa da un accendino lanciato dalla curva) resta intontito. I medici entrano subito in campo, accompagnati anche dall'ambulanza. La rissa fra i giocatori non viene sedata, anzi, molti tesserati invadono il campo dalla panchina peggiorando ulteriormente la situazione. La gara di Europa League viene sospesa per oltre 30 minuti.

Il tecnico dell'Honved Giuseppe Sannino
Il tecnico dell'Honved Giuseppe Sannino

Europa League, arbitro colpito da un petardo

Ripresa la partita, l'allenatore dell'Honved Giuseppe Sannino comincia a chiedere con insistenza l'interruzione, anche perché l'arbitro (rimasto negli spogliatoi) è costretto a lasciare il posto al quarto uomo non essendo in grado di continuare. Le forze di polizia presenti allo stadio non avallano lo stop, perché non in grado di garantire la sicurezza dei giocatori e dei tifosi ospiti. C'èil timore dell'invasione di campo dei sostenitori rumeni, esagitati come non mai.

Nel frattempo la polizia deve usare i lacrimogeni per respingere un tentativo di assalto dei circa 200 sostenitori della Honved che provano a superare il cordone di sicurezza. Riportata un minimo di calma, il quarto uomo Jamie Robert Robinson inizia a dirigere l'incontro fino ai rigori, probabilmente solo pro forma e per calmare definitivamente  l'ambiente. Dagli undici metri il protagonista è il portiere italiano del Craiova Mirko Pigliacelli (in Romania da un anno): para tre rigori, aiutando la sua squadra a vincere per 3-1. La sua impresa verrà però probabilmente cancellata dalla Uefa. L’Universitatea, ammessa sul campo al terzo turno preliminare di Europa League, dovrebbe affrontare l’Aek Atene, ma è probabile che il club romeno venga punito con una sconfitta a tavolino che lo estrometterebbe dalla competizione. Tutto per colpa della follia dei tifosi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.