Europa League, il Torino avanza: Debrecen schiantato anche al ritorno

La squadra di Mazzarri avanza al terzo turno preliminare, Debrecen battuto anche la ritorno 1-4: decidono i gol di Zaza, Izzo, Belotti e Millico. Ora la vincente di Esbjerg e Soligorsk.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Torino vince anche in casa del Debrecen e conquista il terzo turno preliminare di Europa League. Tutto facile per i ragazzi di Mazzarri che dopo il 3-0 dell'andata, scendono in campo in formazione tipo e da subito imprimono la loro impronta alla partita. Il Toro domina, ha una qualità infinitamente superiore agli avversari, si diverte nel trovare trame e giocate e passa dopo 25' con un'azione personale di Zaza che scatta in profondità, riceve da Meité e insacca non dando scampo a Nad. 

Dieci minuti dopo la festa è tutta per Armando Izzo che si fa trovare pronto su un cross basso di Ansaldi. Per il difensore è il primo gol in una competizione internazionale. Con il risultato complessivo di 5-0 il Torino abbassa un po' la guardia e il Debrecen comincia a mettere la testa fuori dal guscio, anche se è ancora Zaza ad avere l'occasione per fare doppietta. La nota negativa della prima frazione è l'infortunio di Baselli che si fa male alla coscia e viene sostituito da Rincon.

Nella ripresa il Debrecen entra in campo più determinato e prima Varga chiama Sirigu al miracolo, poi trova il gol dell'1-2 con Garba che di testa sfrutta al meglio l'assist da sinistra di Trujic. La partita nel secondo tempo è piuttosto aperta, le squadre giocano spensierate e ci sono occasioni da entrambe le parti e al 67' arriva il gol di Belotti assistito alla perfezione da Zaza. C'è spazio anche per l'esordio in Europa di Millico e proprio il classe 2000 trova il poker e il primo gol in Europa al 92'. Il Torino vince e convince, ora sotto con la vincente tra Esbjerg e Soligorsk. 

Europa League, Mazzarri in panchina
Europa League, Torino al turno successivo

Europa League, Debrecen-Torino: la cronaca del match

Altro che turnover. Mazzarri sfrutta il ritorno del secondo turno preliminare di Europa League per far mettere benzina nelle gambe dei suoi. Davanti c'è Belotti con Zaza e Berenguer a supporto. In mediana Meite e Baselli con De Silvestri e Ansaldi sulle corsie. Dietro solita difesa a tre con Izzo, Nkoulou e Bremer. Il Torino prende subito in mano le redini del gioco, la differenza tra le due squadre è troppo ampia per ipotizzare un ritorno anche minimo degli ungheresi. 

E così quando Zaza scatta in profondità sull'imbucata di Meité, approfitta anche di una lettura tremebonda della difesa del Debrecen e insacca con un sinistro all'angolino, ecco che sembra la partita s'incanala nel suo corso naturale. Il Torino è padrone assoluto del campo, si gioca praticamente a una sola metà campo e al 32' Izzo fa 0-2 sfruttando un cross basso di Ansaldi e l'ennesima giocata di Berenguer che ormai Mazzarri ha convertito a importante sottopunta lui che all'Osasuna faceva invece l'esterno offensivo. 

È il 37' quando il Debrecen si fa vedere con pericolosità dalle parti di Sirigu: azione d'angolo, cross basso di Varga per Tozser che calcia alto da buona posizione. Il Torino però reagisce subito ed è ancora Zaza a sfiorare il gol con un pallonetto dai 35 metri che per poco non beffa Nad. Il 5-0 complessivo rilassa un po' il Toro che rischia su un'incursione a destra di Szecsi che crossa per Garba, ma la mira non è perfetta. La nota negativa per i granata è l'infortunio di Baselli che al 44' è costretto a lasciare il campo per un problema muscolare, al suo posto entra Rincon. 

La ripresa

Pronti via e Sirigu risponde alla grande su Varga, la parata dell'ex PSG sulla conclusione ravvicinata dell'attaccante del Debrecen è da campione. Ma il segnale di un Toro entrato un po' morbido nel secondo tempo e infatti al 51' arriva il gol di Garba: Berenguer perde una palla in mezzo al campo, Haris fa ripartire l'azione ungherese, scarica a sinistra per Trujic che crossa e trova il colpo di testa puntuale del compagno di squadra. 

La rete galvanizza Garba che ci prova anche in mezza rovesciata, senza però trovare lo specchio della porta. Herczeg toglie Varga e inserisce Zsori, mentre Zaza rimedia un giallo per simulazione. Decisione che appare abbastanza severa quella dell'arbitro croato Jovic. Al 66' ci prova Belotti dalla distanza, ma il tiro del Gallo finisce alto sopra alla traversa difesa da Nad. È l'antipasto al tris del Toro che arriva grazie a una meravigliosa combinazione tra Zaza e Belotti. Per l'attaccante veneto è la seconda rete in queste qualificazioni. 

Il Debrecen non ci sta ed è ancora Garba a impegnare Sirigu con un destro dal limite dell'area. Dal calcio d'angolo conseguente però non arrivano pericoli per la porta granata. Quando manca un quarto d'ora alla fine c'è spazio anche per l'esordio europeo di Vincenzo Millico che prende il posto di Belotti. Sirigu risponde presente anche sulla punizione di Tozser. Proprio l'ex primavera ci prova al primo pallone giocabile, ma la palla finisce fuori e quando mancano sessanta secondi alla fine, Millico trova anche la gioia del primo gol in Europa: Nad respinge su Zaza e il classe 2000 trova il tap-in giusto di testa. Per il Toro è festa completa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.