Calciomercato, i colpi dell'estate nella Chinese Super League

Alle ore 18 del 31 luglio si è conclusa la sessione estiva del campionato cinese. Spiccano gli acquisti di El Shaarawy, Miranda e Arnautovic, volti nuovi della Super League come Donadoni e Benitez. Ma che rimpianto, il mancato arrivo di Bale!

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Calciomercato concluso in Cina, dove la finestra di riparazione era aperta dallo scorso 1 luglio. Nel corso dell'ultimo mese le sedici squadre della Super League hanno avuto la possibilità di modificare le rose costruite fino al 28 febbraio, prima quindi dell'inizio del campionato attualmente in corso.

Come già era accaduto nelle ultime sessioni, non è stato un calciomercato ricco di grandi spese. Sembrano ormai finiti i giorni in cui le big del campionato compravano a peso d'oro giocatori come Jackson Martinez, Alex Teixeira, Oscar o Hulk. Nel 2017 la federazione cinese ha infatti introdotto una “luxury tax” che, in caso di acquisti superiori ai 6 milioni di euro, obbliga le società a pagare una tassa pari al 100% del prezzo del giocatore acquistato. La regola, introdotta per favorire la crescita di giocatori locali in vista dei prossimi Mondiali, ha dunque limitato le successive finestre di mercato della Chinese Super League, anche se non sono mancate diverse eccezioni, rappresentate dai vari Bakambu, Paulinho, Modeste, Talisca e Hamsik.

Non è stato l'unico provvedimento che di fatto ha contribuito al calo dell'appeal del campionato cinese. Più volte la federcalcio locale non si è dimostrata all'altezza, basti pensare che la possibilità di portare in panchina un quarto calciatore straniero e di farlo entrare al posto di uno dei tre schierabili dal 1' è stata introdotta soltanto a inizio luglio, a partire dalla 16° giornata. Così come la regola sui calciatori Under 23, molto spesso sostituiti dopo cinque minuti dall'inizio del match solo perché era obbligatorio inserirne uno nell'undici titolare: dal mese scorso, invece, almeno un Under 23 dovrà essere presente in campo per tutta la gara.

Calciomercato, il ct della Cina Marcello Lippi
Obiettivo salto di qualità per Marcello Lippi e la sua Nazionale, nonostante il calo d'appeal del calcio cinese

Calciomercato, i colpi principali della Chinese Super League

Tornando al calciomercato, il colpo più oneroso di questa sessione è stato quello di Marko Arnautovic, passato dal West Ham allo Shangai SIPG per 25 milioni di euro. L'attaccante austriaco, unico acquisto estivo del club dove militano Hulk e Oscar, si è presentato alla grande, con due gol nelle prime due partite di campionato disputate, contro Chongqing Lifan e Wuhan Zall. Peccato che lo Shanghai SIPG abbia pareggiato entrambe le sfide, vedendo di fatto volare a +4 il Guangzhou Evergrande primo in classifica.

Calciomercato, la presentazione Arnautovic
La presentazione di Marko Arnautovic, nuovo giocatore dello Shanghai SIPG

La formazione di Fabio Cannavaro si è a sua volta rinforzata con Elkeson, prelevato proprio dallo Shanghai per 5 milioni e mezzo. Per il brasiliano si è trattato di un ritorno, vista l'esperienza con le Tigri del Canton dal 2013 al 2016. Anche lui si è (ri)presentato alla grande ai suoi tifosi, con con cinque reti in quattro presenze. L'Evergrande sta vivendo un momento magico, viene da undici vittorie consecutive e le stelle di Paulinho (16 gol in 28 partite) e Talisca (11 in 13) brillano sempre di più. Può sorridere Cannavaro, fino a poche ore fa l'unico allenatore italiano del campionato: martedì però è arrivata l'ufficialità di Roberto Donadoni, nuovo tecnico dello Shenzen. Spetterà all'ex ct risollevare le sorti del club neopromosso nella massima serie e attualmente quindicesimo in graduatoria, ma a un solo punto dalla zona salvezza.

Calciomercato, Donadoni dal Bologna alla Cina
Roberto Donadoni nuovo allenatore dello Shenzen

La colonia tricolore si era comunque già rinfoltita con l'arrivo di Stephan El Shaarawy, allo Shanghai Shenhua dalla Roma per 18 milioni. Dopo aver inizialmente rifiutato la proposta della squadra biancoblù, l'ex attaccante giallorosso ha accettato uno stipendio da 16 milioni per tre anni, diventando l'ottavo giocatore italiano ad approdare nella massima serie cinese. Una tradizione iniziata con Damiano Tommasi nel 2009 e proseguita negli anni seguenti con Firmani, Diamanti, Gilardino, Pellè, Paletta ed Eder. La particolarità legata al trasferimento di El Sharaawy consiste nello “spionaggio” dei tifosi dello Shenhua, capaci di scoprire – come riportato dal sito Calcio8Cina.it – la tratta aerea del Faraone, il suo posto in aereo e il prezzo del biglietto. Un episodio già accaduto durante il passaggio dell'ex Udinese Odion Ighalo dal Changchun Yatai allo stesso Shanghai Shenhua.

Nella top 5 dei trasferimenti più onerosi compaiono pure il venezuelano Salomon Rondon, preso dal Dalian Yifang per 18 milioni dal West Bromwich, e l'ex Sampdoria Fernando, acquistato dal Beijing Guoan per 15 milioni (5,4 per il prestito e 9,6 per il riscatto obbligatorio nel 2020). Proprio il Beijing Guoan ha incredibilmente comunicato nelle ultime ore l'esonero di Roger Schmidt, il tecnico che aveva portato la squadra della capitale al primo posto salvo poi perdere la vetta della classifica a causa di due sconfitte consecutive. Al posto del tedesco è arrivato Bruno Genesio, ex Lione. Si è trattato del quinto cambio in panchina del mese di luglio, dopo gli avvicendamenti tra Lopez Caro e Donadoni allo Shenzen, Stanojevic e Luis Garcia al Beijing Renhe, Quique Sanchez Flores e Kang-hee Choi allo Shanghai Shenhua e soprattutto tra lo stesso Choi (in Cina un tecnico può guidare due squadre nella stessa stagione) e Rafa Benitez al Dalian Yifang.

Bale, che rimpianto!

L'obiettivo di calciomercato del Jiangus, Bale, con la maglia del Galles
Gareth Bale, rimpianto Jiangsu

Il Jiangsu è stato a un passo da Gareth Bale. Il gallese poteva essere il fiore all'occhiello di questa sessione di calciomercato, ma nonostante l'accordo tra il giocatore e la società del gruppo Suning (24 milioni a stagione), la trattativa è saltata per colpa della rottura tra il club cinese e il Real Madrid. Motivo della frenata: la volontà di Zhang di acquistare l'ex Tottenham senza pagare il suo cartellino, cosa che ha impedito a Florentino Perez di continuare la trattativa.

Al posto di Bale, al Jiangsu è arrivato il croato Ivan Santini, preso per 5 milioni dall'Anderlecht dopo una stagione molto positiva in Belgio (16 gol). È stato un mese molto intenso per la squadra con sede a Nanchino, che ha lasciato andare i due centrocampisti Ramires e Guarin e abbracciato Miranda, in arrivo dall'Inter. Il difensore brasiliano è stato registrato al posto di Gabriel Paletta, finito così nella squadra riserve: l'italo-argentino sarà probabilmente ceduto nel prossimo mese.

L'altro grande rimpianto è quello legato a Wissam Ben Yedder. Tentato dal Beijing Guoan, l'attaccante del Siviglia ha rifiutato l'offerta di 12 milioni a stagione per non farsi sfuggire il sogno di giocare il prossimo Europeo con la nazionale francese. Ha invece detto sì Yaya Touré, che dopo aver dichiarato il ritiro dal calcio giocato, è tornato sui suoi passi firmando con il Qingdao Huanghai, squadra della League One (la Serie B cinese) attualmente prima in classifica.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.