De Rossi si presenta: "Al Boca darò quello che avrei dato alla Roma"

Tanti i tempi toccati dall'ex capitano giallorosso: "Io ho bisogno di stimoli e serietà e qui c'è tutto per fare bene. Spero di essere pronto a breve". E su Zarate...

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Eccolo. Si presenta al suo nuovo popolo, quello di cui si è sentito virtualmente parte per anni. Lui che da ragazzino s'era appassionato a quella maglia blu con banda orizzontale gialla vedendo giocare Maradona. Prima sempre la Roma, ma subito dopo il Boca Juniors. Per questo ora che ha lasciato la casa madre, come dice Adani, ha deciso di spostarsi nella casa del calcio. De Rossi ci ha pensato un po', era normale. Del resto. 

Ripartire dall'altra parte del mondo, separandosi dalla compagna e dai figli, non poteva essere una scelta a cuor leggero. Il richiamo del Boca però era forte, troppo grande sarebbe stato il rimpianto, di fronte all'opportunità concreta, di non poter giocare un SuperClasico contro il River e sentire il ruggito della Bombonera in una partita del genere. 

Daniele De Rossi ha firmato un contratto di cinque mesi, rimarrà in Argentina fino a gennaio guadagnando 500 mila euro. Poi si vedrà. Anche se l'ipotesi più probabile al momento è quella del ritiro e poi dell'ingresso nello staff tecnico della nazionale. Ma il ragazzo, ora uomo, di Ostia è tipo particolare, difficile ipotizzare quello che potrà accadere nelle prossime settimane. Nei prossimi mesi. 

De Rossi alla Bombonera
De Rossi si presenta alla nuova squadra

De Rossi si presenta: "Qui perché c'è serietà e perché ho bisogno di stimoli"

Intanto si gode questi suoi primi giorni da Xeneize, coccolato dal ds Burdisso che è stato il vero artefice della trattativa per portarlo a Buenos Aires. I due si conoscono da tempo, hanno condiviso momenti intensi alla Roma, anni insieme che hanno contribuito alla scelta di Daniele. La conferenza stampa si apre con la presentazione di Daniel Angelici che ricorda le radici italiane proprie e del Boca. Poi è il turno di De Rossi che parla proprio di come Burdisso lo ha approcciato e cosa lo ha spinto ad accettare l'offerta proveniente da Baires: 

Io e Nicolas siamo amici, ci sentiamo spesso, quindi non so esattamente quando è arrivata la prima offerta. Inizialmente ho detto subito sì, ma poi ho dovuto pensarci perché per un uomo di 36 anni non è facile cambiare così. Il sì è per questo club, per quello che rappresenta questa squadra, per quello che Burdisso mi ha detto del presidente e di chi lavora qui. Io ho bisogno di stimoli e gente seria e ogni minuto qui è una conferma di questo. Io vivo di stimoli, vivo di questo 24 ore su 24 e qui ce li ho. 

Poi una carezza nei confronti del Boca, del club che ha deciso di accoglierlo come un re:

Chi non conosce questo club, questo stadio, può capire cosa è il Boca. Ogni giocatore però dovrebbe vivere quello che sto vivendo io, ma se ti piace giocare a calcio nessuno dovrebbe fare a meno di un’esperienza così. Ma la scelta è arrivata perché questo è un club serio, un club che fa le cose per bene e questo sicuramente aumenta la mia gioia di essere qui. Poi il Boca ha dei tifosi incredibili, l'ho visto subito per come mi hanno accolto, io posso solo dire che darò il massimo per questa maglia e farò di tutto per dimostrare di essere un giocatore importante per la squadra e i miei compagni. 

Servirà ancora un po' di tempo per vederlo in campo, non lo sa nemmeno Daniele quanto. Ma la speranza di tutto l'ambiente Boca è che sia il prima possibile:

In questi due mesi mi sono allenato e mi sono allenato tanto. Ma mi sono reso conto che allenarsi da solo o con i compagni è diverso. Non so quanto mi servirà, spero sia una settimana, al massimo quindici giorni. Ma deciderà l'allenatore, quando vedrà che sono in condizione mi prenderà in considerazione.

De Rossi lancia la sfida: "Vorrei vincere, qui per dare quello che avrei voluto dare alla Roma"

Un sorriso e poi parole più serie. Gli obiettivi di De Rossi e del Boca coincidono. Vincere in campionato e tentare un nuovo assalto alla Libertadores dopo la sconfitta amarissima dello scorso anno contro il River Plate:

I miei obiettivi sono quelli del Boca e da quanto ho capito è vincere tutto. Quindi il campionato e la Libertadores. Speriamo che mercoledì (contro l'Atletico Paranaense in Coppa ndr) si possa far bene e vincere. Il mio obiettivo è provare a dare al Boca quello che avrei voluto dare alla Roma. Non sono Messi o Maradona, ma quando sarà in forma posso dare una mano alla squadra.

Al Boca ritrova Mauro Zarate con cui ha condiviso derby, botte, giocate. Roma e Lazio, Boca e River, la rivalità è il sale del calcio, è uno di quegli stimoli che alimenta De Rossi. Ma alla Bombonera ritroverà per quel Carlos Tevez incrociato diverse volte contro la Juve:

Con Mauro e Carlos abbiamo giocato spesso contro. La rivalità era più forte con Zarate, perché il derby contro la Lazio da noi è molto sentito ed è simile a quello che si vive qui contro il River anche se poi qualche differenza c'è. Ci siamo sfidati in partite belle, anche perché il livello delle squadre era simile, ce le siamo anche date ma sempre con rispetto. Con Tevez invece meno rivalità, anche perché la Juventus era di un livello superiore rispetto alla Roma, ma anche con lui ho giocato spesso contro ed è un campione che in Europa verrà ricordato per tanti anni. 

Scegliere il Boca è "una rivoluzione" come detto da Adani. Nessuno nell'epoca moderna aveva fatto il percorso Italia-Argentina. Ovvio che la "locura" della Bombonera ha fatto la differenza:

Io sono fatto così, ho vissuto in un ambiente di matti per venti anni, vivendo il calcio 24 ore al giorno. Ho sempre fatto questo lavoro dando tutto e con professionalità, anche se magari avrei vissuto in maniera più rilassata in altri posti. Ho fatto questa scelta perché comunque vada questa stagione a livello umano mi arricchirà tanto, migliorerò io e le persone che mi stanno accanto. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.