UFC 240: ritorno alla vittoria per Holloway e Cyborg, super Geoff Neal

I protagonisti più attesi dell'ultima card numerata in casa Ultimate Fighting Championship hanno la meglio sui combattivi Frankie Edgar e Felicia Spencer, Neal vs. Price da urlo.

7 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Spedizione in terra canadese fortunata per Max Holloway e Cris Cyborg, due dei protagonisti più attesi a UFC 240, andato in scena sabato notte al Rogers Place di Edmonton. Reduci da tonfi rispettivamente per mano di Dustin Poirier e Amanda Nunes, l'hawaiano e la brasiliana si sono pienamente riscattati nei principali incontri della serata, piegando i validissimi Frankie Edgar e Felicia Spencer al termine di contese godibili seppur non eccessivamente spettacolari. Considerazione non estendibile invece ai 2 match blandi che hanno aperto la main card (visibile on demand su DAZN), con sconfitte per i beniamini di casa Marc-André Barriault (split decision persa contro il polacco Krzysztof Jotko) e Olivier Aubin-Mercier (inchinatosi all'armeno Arman Tsarukyan per decisione unanime).

Nel main event, Max Holloway ha saputo tenere in mano con grande perizia le redini del match per tutti i 25 minuti, neutralizzando la strategia dello sfidante Frankie Edgar e conservando così meritatamente il titolo featherweight dell'Ultimate Fighting Championship (cartellini di 50-45, 50-45 e 48-47 in suo favore). Nonostante una grande determinazione e uno spirito guerriero indomito forgiato da tante battaglie, "The Answer" non ha saputo né scalfire con regolarità la difesa dei takedown del campione in carica (eccezion fatta per un tentativo a segno nel finale della terza ripresa) né rimanere al pari dei ritmi e della qualità dello striking imposti da "Blessed" Holloway. Che, da parte sua, ha messo in mostra un ottimo footwork in ottica difensiva, uno straordinario utilizzo del jab e una varietà notevole di attacchi al volto e al corpo (overhand, montanti e ganci), impreziositi pure da un paio di spinning back kick.

Brillante affermazione nel co-main event anche per Cris Cyborg, superiore nel complesso dei 3 round a una tenace Felicia Spencer secondo il verdetto dei giudici a bordo gabbia (decisione unanime per 30-27, 30-27 e 30-27). La gomitata sinistra inflittale dalla canadese nel corso della prima stanza, causa di un sanguinolento taglio alla fronte, si è rivelata poco più di un fugace spavento per l'ex UFC Women's Featherweight Champion, tornata a essere l'inarrestabile macchina da guerra ammirata nel corso della carriera, in costante pressing sulla avversaria, letale e chirurgica con le sue combinazioni al volto e ginocchiate in clinch. Spencer ha avuto l'indubbio merito di incassare ogni bordata della brasiliana senza apparenti conseguenze, ma l'incapacità di pareggiare i conti in fase di striking e di portare la contesa a terra col suo wrestling l'hanno condannata a una netta sconfitta. "Feenom" può comunque uscire a testa alta dalla serata di Edmonton, mentre Cyborg mette in tasca la vittoria e pondera le sue mosse future dopo quello che è stato l'ultimo incontro nel suo contratto con la top promotion nelle Mixed Martial Arts.

UFC 240: Cris Cyborg in posa per iniziare un match
UFC 240: dopo la vittoria contro Felicia Spencer, Cris Cyborg pondera il suo futuro

UFC 240, i risultati dell'evento: il Fight of the Night è Figueiredo vs. Pantoja

Spencer ha avuto l'indubbio merito di incassare ogni bordata della brasiliana senza apparenti conseguenze, ma l'incapacità di pareggiare i conti in fase di striking e di portare la contesa a terra col suo wrestling l'hanno condannata a una netta sconfitta. "Feenom" può comunque uscire a testa alta dalla serata di Edmonton, mentre Cyborg mette in tasca la vittoria e pondera le sue mosse future dopo quello che è stato l'ultimo incontro nel suo contratto con la top promotion nelle Mixed Martial Arts.

Una delle sfide che hanno deliziato di più il pubblico del Rogers Place di Edmonton è stata sicuramente quella tra i pesi welter Geoff Neal e Niko Price, vinta dal primo per KO tecnico dopo 2 minuti e 39 secondi nel secondo round. Alla vigilia ci si aspettava una guerra tra questi due artisti del knockout e di fatto le premesse sono state rispettate, con "Handz of Steel" e "The Hybrid" volonterosi nell'ingaggiare una battaglia tutta cuore, violenza e resilienza in ogni angolo dell'ottagono. Pur rischiando gravi conseguenze dopo una fortuita testata rifilatagli da Price, Neal ha fatto segnare a referto le azioni più significative nella prima ripresa, tra puliti pugni al volto e due takedown. Niente che abbia però fiaccato la grinta e l'energia del suo avversario, co-protagonista di una selvaggia slugfest in apertura di secondo round, conclusosi poco dopo con un rovesciamento a terra da parte di Neal e con successivi duri colpi senza replica in ground and pound da parte sua, sufficienti per indurre l'arbitro Dan Miragliotta a proclamare lo stop.

Non ci si è annoiati neppure nei match preliminari di UFC 240 (disponibili integralmente su UFC Fight Pass), con ben 4 incontri su 6 finiti prima del tempo regolamentare. Tra le uniche 2 contese decise dai giudici, merita una menzione d'onore il duello tra i pesi mosca Deiveson Figueiredo e Alexandre Pantoja: quindici minuti di grande azione nella quale a far la differenza è stata la potenza dei colpi messi a segno dal brasiliano (vittorioso con i cartellini di 30-27, 30-27 e 30-27), arricchito di 50.000 dollari così come il suo rivale Pantoja grazie al bonus per il premio di Fight of the Night.

Eccezionale anche il calcio alto che ha permesso a Hakeem Dawodu di battere l'esordiente in UFC Yoshinori Horie, mentre nell'ultimo match che ha preceduto la main card Viviane Araujo ha raccolto lo scalpo della veterana Alexis Davis con un verdetto di decisione unanime (Decision (unanimous) (29-28, 29-28 e 29-28). Di seguito, sono elencati tutti i risultati dell'ultimo evento numerato in casa Ultimate Fighting Championship:

  • UFC Featherweight Championship: Max Holloway (c) batte Frankie Edgar per decisione unanime (50-45, 50-45, 48-47)
  • Women's Featherweight: Cris Cyborg batte Felicia Spencer per decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27)
  • Welterweight: Geoff Neal batte Niko Price per ko tecnico al secondo round (2:39)
  • Lightweight: Arman Tsarukyan batte Olivier Aubin-Mercier per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28)
  • Middleweight: Krzysztof Jotko batte Marc-André Barriault per decisione non unanime (29-28, 28-29, 29-28)
  • Women's Flyweight: Viviane Araújo batte Alexis Davis per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28)
  • Featherweight: Hakeem Dawodu batte Yoshinori Horie per ko tecnico al terzo round (4:09)
  • Featherweight: Gavin Tucker batte Seung Woo Choi per sottomissione al terzo round (rear-naked choke, 3:17) 
  • Flyweight: Deiveson Figueiredo batte Alexandre Pantoja per decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27)
  • Women's Flyweight: Gillian Robertson batte Sarah Frota per ko tecnico al secondo round (4:13) 
  • Welterweight: Erik Koch batte Kyle Stewart per decisione unanime (30-27, 29-28, 29-28)

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.