Rummenigge: "Stipendi troppo alti in Italia, Spagna e Inghilterra"

Il CEO del Bayern Monaco contrario alle spese folli dei competitor europei: "Non mi spaventano le cifre per l'acquisto, ma gli ingaggi che vengono garantiti".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Karl-Heinz Rummenigge, CEO del Bayern Monaco, ha espresso tutta la sua preoccupazione per gli stipendi pagati oggi, prendendo come esempio principale quello garantito dal Barcelona ad Antoine Griezmann, ultimo colpo di calciomercato dei catalani. Il dirigente dei bavaresi ha parlato al quotidiano tedesco Bild:

Ciò che mi preoccupa non sono solo le somme che vengono pagate per i trasferimenti, 100 o 120 milioni di euro non sono più così spettacolari. Sono molto più preoccupato per gli stipendi che vengono pagati, specialmente in Spagna, Inghilterra e Italia. La tendenza è verso il pagamento di stipendi netti. Dobbiamo stare attenti a non destabilizzare il nostro ordine salariale. Le dimensioni sono enormi.

Per Rummenigge il contratto garantito ad Antoine Griezmann da parte del Barcelona è un esempio di quella deriva preoccupante che sta prendendo il calciomercato, soprattutto per quanto riguarda i grandi club:

Prendendo l'esempio di Griezmann, il suo è uno stipendio milionario da doppia cifra all'anno e netto. Tutto questo deve essere moltiplicato per due, poiché il club è responsabile del pagamento delle tasse. Il Bayern Monaco non parteciperà a tutte queste cose folli. Dobbiamo continuare con il nostro solito percorso. In futuro, le posizioni 17, 18, 19 e 20 del nostro organico dovranno essere occupate da giovani, che non costano così tanto denaro e guadagnino il giusto. Quindi dobbiamo riuscire a scoprire uno o due di quei quattro giocatori all'anno, che abbiano la capacità di avere continuità anche nella prima squadra. Sarà un compito interessante.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.