Chelsea, Lampard taglia Zappacosta: gli preferisce il baby James

Zappacosta non rientra nel progetto tecnico di Lampard che ha optato per la linea verde. Spazio ai giovani e a Reece James che sarà la prima alternativa ad Azpilicueta.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Frank Lampard è stato chiaro sin dal momento del suo insediamento al Chelsea: largo ai giovani. Nessuno è sicuro del posto, tutti devono mettersi in gioco e un'opportunità l'avranno anche i ragazzi provenienti dal vivaio. Una risorsa da sfruttare soprattutto in una situazione di mercato bloccato come quella in cui si trovano i Blues. E così ecco spuntare volti nuovi nella pre season, giocatori lo scorso anno in prestito, giovani secondo Lampard in grado di dare una mano già da ora.

Mentre per Ethan Ampadou si è optato per il prestito al Lipsia, nei piani dell'ex tecnico del Derby c'è eccome Hudson-Odoi che sta recuperando da un brutto infortunio al tendine d'Achille. La stellina, corteggiata insistentemente dal Bayern, con Sarri giocava pochissimo; mentre Lampard ha fatto intendere sin da subito che con lui ci sarà spazio eccome per il classe 2000.

Discorso simile per Mason Mount centrocampista che in Lampard ha sempre visto il suo modello e che proprio da Lampard è stato allenato lo scorso anno al Derby County. Ma c'è un altro elemento su cui l'allenatore del Chelsea sembra puntare con decisione. Si tratta di Reece James, 22 anni da compiere a dicembre, reduce da una stagione in prestito al Wigan. Con i Latics ha impressionato, venendo eletto miglior giocatore della stagione. 

Chelsea, Lampard in panchina
Chelsea, Zappacosta fuori dai piani di Lampard

Chelsea, Zappacosta fuori dai piani di Lampard

Il Chelsea, con la regia di Lampard, ha deciso quindi di riportarlo alla base. James ora sta recuperando da un problema fisico, ma in Inghilterra sono sicuri che una volta tornato a disposizione sarà lui la prima alternativa ad Azpilicueta riducendo ancor più gli spazi per Zappacosta. L'ex Torino, infatti, nonostante abbia giocato alcune amichevoli in queste settimane di ritiro, non rientrerebbe nei piani di Lampard che non lo considera prioritario per il suo progetto. 

Il problema per il Chelsea è però trovare un acquirente per il terzino italiano che a Stamford Bridge non ha mai sfondato. Basti pensare che sono solo 34 le presenze con la maglia blu. A gennaio ci aveva provato con decisione la Lazio, ma Marina Granovskaia non aveva aperto al prestito con diritto di riscatto. Imponendo almeno l'obbligo. Una condizione che aveva di fatto saltare la pista biancoceleste. Pista ormai chiusa visto che ora Inzaghi in quel ruolo può contare su Manuel Lazzari. 

Zappacosta aspetta, si allena con dedizione e impegno, ma sa che gli spazi sono ridotti. James è un pupillo di Lampard e il tecnico ha deciso di adottare la linea verde, privilegiando i ragazzi cresciuti nel vivaio del Chelsea. Il club però dopo aver speso 23 milioni di sterline, due anni fa, per prendere Zappacosta ora deve trovare una soluzione per non veder disperso il proprio investimento. Lampard intanto sembra aver imposto la sua gerarchia. E per Davide non è una notizia positiva. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.