Ancelotti: "Pepè-James tutto è possibile". A Dimaro l'agente dell'ivoriano

A Dimaro arrivano gli agenti di Pepè prima dell'inizio della conferenza stampa di Ancelotti: "Ci sono trattative in corso, tutto può succedere. Ma non chiedetemi i nomi".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ultime ore di ritiro a Dimaro per il Napoli di Carlo Ancelotti, poi la partenza verso la città scozzese di Edimburgo, dove domenica alle 18:00 affronterà in amichevole il Liverpool allo stadio di Murrayfield. Un match che riporta alla mente ricordi e sentori di Champions, dopo la vittoria al San Paolo con gol di Insigne lo scorso ottobre, poi la sconfitta prenatalizia di Anfield che decretò l'uscita dalla competizione, con quel gol di Salah al 34' che ha pesato come un macigno sulla psiche degli azzurri fino al termine della stagione 2018/2019.

Ma il futuro riparte da Dimaro, dove stamane è arrivato il cardinale Crescenzio Sepe al campo di Carciato, per la benedizione della squadra dopo la seduta di allenamento mattutina. Presente anche il presidente De Laurentiis, che si è defilato subito dopo, lasciando intendere un imminente incontro importante di calciomerato. Nel primo pomeriggio sembrava certo l'atterraggio del super agente milionario Jorge Mendes per discutere l'affare James Rodriguez. L'indiscrezione è stata poi smentita dalla società. Il giocatore colombiano ha chiuso definitivamente la collaborazione con il Real Madrid, accordando che non si aggregherà al gruppo di lavoro dei Blancos lunedì prossimo, quando finiranno le sue vacanze. Due le strade possibili per il centravanti: Napoli o Atletico Madrid, con il Milan che tenta timidamente il colpaccio.

James ha un accordo sulla parola con mister Carlo Ancelotti e il Napoli già da mesi, ma ora è tempo di tirare le somme e mettere nero su bianco. Mendes e ADL dovranno trovare la formula giusta per chiudere l'intesa col Real tra un prestito con obbligo di riscatto o titolo definitivo. Altrimenti la trattativa rischia di saltare definitivamente. La società partenopea non sembra concorde con l'ipotesi dell'acquisto definitivo del cartellino e potrebbe virare sulle alternative che restano ancora in piedi: Icardi, Lozano o Pépé le più gettonate. Infatti dall'elicottero che s'è alzato dall'eliporto di Monclassico sono atterrati tre personaggi. Uno di questi è Samir Khiat, agente che cura gli interessi di Nicolas Pépé, attaccante ivoriano che sembra sempre più vicino al club azzurro (valore del cartellino intorno ai 65 milioni di euro). Ciò non toglie che ADL voglia centrare un doppio colpo: la pista James Rodriguez resta in piedi fino alla definitiva e ufficiale smentita.

Nicolas Pepè attaccante ivoriano
Nicolas Pepè nel mirino del Napoli

Napoli, Ancelotti: "Sul calciomercato non faccio nomi"

Mister Ancelotti fa un riassunto di fine ritiro estivo con la consueta conferenza stampa all’interno del Teatro Comunale di Dimaro, presso Piazza Madonna della Pace. In queste tre settimane l'attenzione è stata focalizzata soprattutto sul pressing in area avversaria e su qualche giovane, ma non è ancora tempo di fare bilanci, considerando che alcuni dei pezzi pregiati della rosa, soprattutto a centrocampo, sono ancora in ferie. Ma la lingua batte sul dente che duole e il calciomercato è l'argomento che tiene banco, soprattutto considerando che gli agenti di Pepè sono arrivati poco prima dell'inizio della conferenza.

Li ho incontrati, erano nel nostro albergo. Li ho salutati come tutti gli agenti che sono venuti in questi giorni. Stiamo valutando tutte le opzioni sul mercato, ci sono trattative in corso e tutto può succedere. Con Manolas, Elmas e Di Lorenzo abbiamo già migliorato la qualità della rosa, se ci sono altre opportunità saremo lieti. Non chiedetemi nomi perché non li faccio.

Immaginare un Napoli con James e Pepè? Un immaginario che per il momento Carlo Ancelotti non vuole disegnare, sebbene sia un'ipotesi molto ammaliante per qualsiasi allenatore al mondo.

Facciamo un mercato all'altezza Napoli, stiamo cercando di migliorare, dobbiamo aspettare il 31 agosto per fare una valutazione ben precisa. Su James non c'è ottimismo né pessimismo. Pepè è un attaccante esterno, basta così. L'eventuale arrivo non metterebbe in discussione Milik, nessun nostro giocatore è sul mercato.

Ieri a Dimaro è stato presentato il macedone Eljif Elmas, fortemente voluto dall'allenatore emiliano, per prestanza fisica, età e duttilità in campo.

Elmas è un centrocampista moderno, molto completo, può giocare in tutte le posizioni. Si fa sempre più fatica a trovare lo specialista del ruolo, il centravanti da area di rigore, l'ala, perché si richiedono sempre cose diverse ai giocatori. Elmas è il centrocampista moderno, come può essere Fabian Ruiz o Zielinski. A centrocampo siamo messi bene, serve un giocatore abile tra le linee, ma abbiamo già Milik.

Ancelotti: "Questo Napoli può arrivare in alto"

Il bilancio approssimativo del ritiro è più che positivo, anche se il pareggio con la Cremonese ha lasciato un po' di amaro in bocca ai tifosi. Tutto secondo programma, considerando la mole di lavoro cui sono stati sottoposti i giocatori durante il ritiro.

Le infrastrutture sono ottime, l'organizzazione idem, il campo è sempre perfetto. Abbiamo lavorato il giusto, non troppo, ad oggi la squadra è molto stanca e c'è il rischio di incorrere in figuracce, soprattutto se provi cose nuove. Non abbiamo avuto problemi di carattere fisico, tutti hanno lavorato con continuità, la squadra piano piano prenderà forza fisica. Abbiamo delle partite importanti da giocare, dopo di che avremo dieci giorni per lavorare sulla velocità.

Le tre amichevoli giocate in questi 20 giorni sono servite anche per testare giocatori in posizioni diverse dalle tradizionali.

Callejon può giocare in tutte le posizioni, l'ho provato centrale per dare un po' di riposo a Zielinski. Gaetano mi ha fatto un'ottima impressione, Di Lorenzo ha mostrato grande acume tattico, sa leggere tutte le situazioni, Manolas è un centrale molto rapido e non è da scoprire.

Cosa possiamo aspettarci da questo Napoli che sta nascendo, ma a cui manca ancora qualche pedina fondamentale in avanti?

Questo Napoli può arrivare in alto, oltre i sogni non lo so. Io parlerei, più che di sogni, di grande motivazione. L'obiettivo di vincere è presente in tutte le componenti della società, ma è chiaro che non debba diventare una ossessione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.