Sarri: "Dobbiamo pensare in modo diverso rispetto al passato"

L'allenatore bianconero elogia Gigi Buffon: "Un combattente nato e nel momento di necessità si è fatto trovare pronto".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Al termine della partita vinta ai calci di rigore dalla sua Juventus sull'Inter, Maurizio Sarri ha parlato della partita di ICC in conferenza stampa. La prima domanda riguarda la prestazione di de Ligt, autore dell'autogol, e di Cristiano Ronaldo, che ha segnato la rete dell'1-1.

De Ligt non ha nessuna responsabilità, Cristiano Ronaldo solita partita di ottimo livello. Possiamo migliorare molto nelle giocate in velocità in fase offensiva.

Poi le parole di Maurizio Sarri sulla partita:

Partita simile a quella con il Tottenham, primo tempo sotto ritmo e in difficoltà nel difendere in zone alte dal campo, quindi costretti ad abbassarci. Nel secondo tempo più coraggio e quindi in quella fase di partita siamo riusciti a prendere in mano la gara. In questo dobbiamo migliorare, sulla capacità di accorciare su chi fa partire la pressione. Una squadra deve difendere quello che ha di fronte e non quello che ha alle spalle. Si sta chiedendo di cambiare il modo di pensare e non è facile vederlo applicato in tempi brevi.

Riguardo il processo di crescita della sua Juventus e il discorso fatto nell'intervallo:

Ai ragazzi ho detto che in questo momento della stagione si possono accettare tutti gli errori, movimenti e tecnici, ma non volevo vedere passività. Volevo vedere una squadra che sbagliava, ma difendendo in avanti e non indietro. I ragazzi hanno recepito e nel secondo tempo siamo andati meglio.

Arriva il momento di parlare di Buffon:

Un giocatore e un ragazzo stupendo. Un combattente nato e nel momento di necessità si è fatto trovare pronto. Per il ruolo del portiere la scelta è stata chiara fin dall’inizio, ho parlato con Buffon durante l’estate e i termini della nostra discussione sono abbastanza chiari. Il nostro titolare e Szceszny, Buffon sarà tenuto in forte considerazione. Farà sicuramente le sue partite. Ma ho voluto essere chiaro fin dall’inizio e lui è un ragazzo stupendo, perché ha detto che in questo ruolo avrebbe guadagnato molto di più in altri club, ma lui voleva tornare alla Juventus a tutti i costi.

Infine un commento su Rabiot:

Ha tutto per fare il centrocampista centrale e l’ha fatto anche piuttosto bene. Per me ha fatto una buona partita, ha giocato poco nel 2019. Ha margini di miglioramento enormi. Da centrocampista centrale ha stupito anche me.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.