Juventus, Ekroth: "Ci dissero di non parlare del caso Ronaldo"

L'ex giocatrice bianconera rivela come il club ha chiesto alle calciatrici di trattare la notizia sul presunto stupro di CR7: "Ci siamo sentite imprigionate".

11 condivisioni 2 commenti

di - | aggiornato

Share

L'ex giocatrice della Juventus femminile Petronella Ekroth ha rivelato in un'intervista al sito sportivo Expressen che la società bianconera ha chiesto a lei e alle sue compagne di non commentare il caso Cristiano Ronaldo.

L'anno scorso il neo calciatore bianconero fu accusato di stupro da Kathryn Mayorga, in un caso che deve ancora trovare la sua definitiva risoluzione. La svedese ha svelato il comportamento richiesto alle giocatrici della Juventus nel parlare di Cristiano Ronaldo in pubblico.

Non potevamo parlarne, ci hanno detto di non farne mai menzione. Dovevamo mantenere basso profilo e lavorare, mi sentivo imprigionata e come se le mie opinioni non esistessero. Ma capisco perché la Juventus lo faccia.

Ekroth la lasciato Torino poche settimane fa per giocare nel Djurgardens IF dopo una sola stagione con la maglia bianconera chiusa con la doppietta Scudetto-Coppa Italia. Ma la scandinava ha passato anche momenti difficili.

Molte cose che ho vissuto lì sono state speciali, ma le mie idee su come rispettare le persone sono diverse: credo che le straniere non siano trattate come le italiane.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.