Graziano Rossi: "Sbandata nel team di Valentino, ora tutto ok"

Il padre del Dottore svela i problemi quando si trattava di trovare la messa a punto: "Ma adesso è tutto risolto, Vale pronto a lottare per il podio".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Vacanze a Ibiza quasi terminate per Valentino Rossi che presto si rimetterà al lavoro, in vista della seconda parte di campionato MotoGP. Dal 2 al 4 agosto si torna in pista a Brno, per il GP della Repubblica Ceca, cui seguirà una giornata di test al lunedì, dove probabilmente Yamaha farà debuttare la YZR-M1 2020. Sarà il primo banco di prova per il futuro del Dottore, per capire se da parte di Iwata ci sono sensibili passi avanti in materia tecnica e se il suo staff ha ben compreso la ramanzina sulla ricerca del setting. Il team manager Maio Meregalli ha assicurato due test estivi sul prototipo del prossimo anno, con gli occhi tutti puntati sulla specifica del motore, vero tallone d'Achille nel 2019.

Valentino Rossi e gli altri piloti Yamaha perdono decimi preziosi sui rettilinei, ma con la dovuta messa a punto Maverick Vinales e Fabio Quartararo riescono a guadagnare negli altri settori. Primo fra tutti nelle curve a lunga percorrenza, da sempre il punto forte della M1, merito soprattutto di un telaio assai agile che fa invidia a tutti. Ma il Dottore deve fare i conti no solo con i ritardi in materia di top speed e accelerazione, e non solo con i due suddetti compagni di marca che rischiano di fare saltare ogni alibi. Soprattutto sul giro secco e nelle qualifiche, visto che sul ritmo gara Marc Marquez resta di un altro pianeta.

Il nove volte iridato deve anche dribblare le voci dei suoi detrattori, di chi lo vorrebbe vedere appendere il casco al chiodo già alla fine di questa stagione. Poi ci sono le dichiarazioni di Lin Jarvis, che parla di un mondo pronto ad andare avanti anche senza di lui. Infine, il tempo. Il peso dei 40 anni inizia a farsi sentire, contro giovani piloti affamati alla ricerca di un posto nella storia. Da un lato i tantissimi tifosi che vorrebbero che la sua epoca non finisse mai. Dall'altro la freddezza cinica della MotoGP, dove si gioca tutto su decimi e millesimi che, in certi casi, solo la passione giovanile sa colmare.

Graziano Rossi papà di Valentino Rossi
Graziano Rossi papà del campione di Tavullia

Graziano: "Valentino Rossi a Brno sarà all'80%"

Il dato certo è che Valentino Rossi non getterà la spugna tanto facilmente. A fare da garante suo papà Graziano, che ricorda come il leggendario figlio sia impermeabile alle critiche delle ultime settimane.

Non gli frega un accidente [dei detrattori], di ciò che lo riguarda non legge nulla - ha affermato a 'La Gazzetta dello Sport' -. La forma fisica è perfetta, non lo dico io, ma tutti coloro che gli sono vicino. E non è giù di morale. Forse è preoccupato, questo sì, perché ci sono stati dei problemi ultimamente. Però non per questo è demotivato, anzi. Quando è giù non va più piano, è l’esatto contrario.

Gli handicap della Yamaha M1 sono evidenti già da troppo tempo, ma è pur vero che all'interno del suo staff qualcosa non è andato negli ultimi mesi. Il campione di Tavullia ha assicurato di avere massima fiducia in Silvano Galbusera & co. all'interno del box. Ma è pur vero che serve una pronta risposta.

C’è stato un momento in cui Vale e la sua squadra sono rimasti senza direzione. Mi riferisco all'assetto di una moto che già di per sé è abbastanza complicata. Sappiamo tutti che la Yamaha è la più lenta tra le moto attualmente in pista, di conseguenza la messa a punto è la chiave, per cercare di recuperare nel misto e nel guidato quel che si perde in rettilineo. Ecco, da qualche tempo questo non è riuscito.

Ma se questo discorso vale per il Dottore, non si può dire altrettanto per Vinales e Quartararo. E in certe situazioni anche Franco Morbidelli è riuscito a fare meglio. Valentino Rossi e la sua cerchia non possono più permettersi il lusso di centrare il setting dopo il warm-up.

Nel suo team c’è stata una sbandata. Ma ora è tutto risolto. Sono sicuro che già a Brno, il 4 agosto, Vale sarà al suo 80% e che dal GP successivo potrà ricominciare a lottare per il podio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.