Real Madrid, Zidane è fiducioso: "Pogba? Sappiamo quello che vogliamo"

Il tecnico delle merengues aspetta le mosse della dirigenza in tema di calciomercato ma lascia trapelare una certa fiducia sull'arrivo del francese dal Manchester United: "Fino al 31 agosto molte cose possono succedere."

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il tecnico del Real Madrid Zinedine Zidane è tornato a parlare alla vigilia della sfida valida per la International Champions Cup che andrà in scena (stanotte alle 2 ora italiana) a Houston contro il Bayern Monaco. Dopo aver ringraziato tutti per i messaggi d'affetto ricevuti all'indomani della scomparsa del fratello Farid, il tecnico delle merengues si è detto fiducioso in vista di una stagione, la prossima, che comincerà ufficialmente proprio con la gara in America contro i tedeschi guidati da Niko Kovac.

Inevitabile che il discorso cadesse sulle numerose questioni di calciomercato legate al Real Madrid, dai possibili partenti Bale e James Rodriguez al vociferato nuovo assalto a Paul Pogba, centrocampista francese di cui il Manchester United non intende privarsi nonostante lo stesso giocatore abbia espresso chiaramente l'intenzione di andarsene. Un caso, quest'ultimo, che Zidane non ha voluto approfondire ma verso cui ha lasciato trasparire una certa fiducia.

Ci siamo incontrati con il club, sappiamo quello che vogliamo e restiamo sul pezzo. Fino al 31 agosto molte cose possono succedere, tante situazioni possono cambiare, ci saranno partenze e arrivi. Abbiamo un piano, vedremo cosa accadrà.

Paul Pogba
Paul Pogba è il principale obiettivo di mercato del Real Madrid, ma il Manchester United non intende privarsene.

Real Madrid, Zidane carica Hazard: "Aveva bisogno di venire qui, può fare molto di più"

Una risposta che evidentemente non placa la curiosità dei giornalisti presenti, che chiedono se sia proprio Pogba il tassello mancante per la squadra che ha in mente. Zidane preferisce però concentrarsi sul presente.

Sembra sciocco rispondere sempre allo stesso modo, ma voi continuate a fare la stessa domanda: l'importante è che con il club abbiamo un piano e sappiamo cosa vogliamo. Sul resto non mi addentro, dobbiamo rispettare molte situazioni e anche i giocatori che attualmente sono qui.

Meglio pensare al presente, appunto. A una squadra che comunque ha accolto diversi nomi nuovi e importanti con il fiore all'occhiello di Eden Hazard, arrivato dal Chelsea per 100 milioni di euro. Sul belga Zizou ripone grandi aspettative.

Quello di cui Eden aveva bisogno era un club come il Real Madrid, questo è un club che ha qualcosa di speciale, lo sanno tutti e lo sanno anche i giocatori. Io sono arrivato qui a 29 anni e qui sono migliorato ulteriormente. Lo stesso accadrà a Hazard, conosciamo le qualità che ha come giocatore ma lui può fare molto di più. Per noi sarà molto importante nel corso della prossima stagione, è un giocatore decisivo, segna e fa la differenza. Si tratta di un calciatore molto importante, lo ha dimostrato nel corso di tutta la sua carriera e cercheremo di sfruttare al meglio le sue qualità.

Eden Hazard si presenta al Real Madrid
Eden Hazard è il principale acquisto estivo effettuato fino a oggi dal Real Madrid: per strapparlo al Chelsea le merengues hanno sborsato 100 milioni di euro.

Non solo Hazard: il Real Madrid ha acquistato anche Jovic, Eder Militao, Mendy e Rodrygo, ma Zidane spende parole importanti anche per il giovanissimo giapponese Kubo, che inizialmente sarà aggregato al Castilla, la seconda squadra.

Ha qualità importanti che gli permetteranno di fare bene a Madrid, assimila molto bene i carichi di lavoro, nonostante sia giovanissimo sembra che sia con noi da molto tempo, si è integrato bene. Se giocherà contro il Bayern Monaco? Ho tutti i giocatori a disposizione, vedremo. Sono contento perché abbiamo lavorato molto bene, eravamo venuti qui per questo. Voglio fare i complimenti ai giocatori e iniziare con le partite.

Impossibile non rispondere alle numerose domande riguardanti i più eclatanti casi in uscita dal Real, Gareth Bale e James Rodriguez.

Bale non è un problema, ha un contratto ed è qui con noi, tutto può succedere. Io devo rispettare tutti i miei giocatori e dire loro quale sarà il loro ruolo, che nel caso di Gareth non è cambiato. James? È un nostro giocatore e al momento è in vacanza, di più non posso dire. Come con Bale vedremo cosa succederà in futuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.