F1, Hamilton: "Vettel si riprenderà". Marko: "Seb, lascia la Ferrari"

Hamilton ha fiducia nel tedesco, pensa che riuscirà a rilanciarsi già dalla prossima gara. Invece il dirigente Red Bull gli consiglia di cambiare team.

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Non è un momento felice per Sebastian Vettel, finito nuovamente nel mirino della critica dopo il clamoroso errore commesso del GP di Silverstone. Nessuno si aspettava che il quattro volte campione di Formula 1 tamponasse Max Verstappen in seguito al sorpasso dell'olandese. Una mancanza di lucidità che, a dire il vero, già dal 2018 ha palesato in alcuni duelli.

Il pilota della Ferrari non è nuovo ad errori banali e in questo periodo sta anche soffrendo la pressione di avere al suo fianco un compagno che si sta dimostrando molto veloce. Charles Leclerc, al secondo anno di Formula 1, lo sta battendo da quattro gran premi e nella classifica generale è dietro di soli 3 punti. Il giovane monegasco viene celebrato come un predestinato, un sicuro campione del futuro, ma anche uno che già oggi sta dando del filo da torcere a colleghi più esperti.

Qualcuno è arrivato ad ipotizzare un ritiro di Vettel già a fine 2019, nonostante un contratto per un altro anno con la scuderia di Maranello. Però il driver tedesco ha smentito in modo netto. Sogna di vincere il titolo con la Ferrari, lo continua a ribadire, e il fatto di essere alla quinta stagione in rosso senza riuscirci certamente genera in lui grande frustrazione portandolo anche a commettere degli errori.

Sebastian Vettel e Lewis Hamilton
Sebastian Vettel e Lewis Hamilton si rispettano molto, pur essendo rivali

Formula 1, Hamilton crede nel rilancio di Vettel

Prima dell'inizio del campionato erano in molti ad attendersi un grande duello tra Vettel e Lewis Hamilton, due che insieme contano ben nove titoli. Tuttavia, abbiamo visto che le cose si sono evolute diversamente e la lotta tra loro per il titolo non esiste. Nonostante le difficoltà del tedesco, il pilota della Mercedes ritiene che possa ancora riprendersi e allontanare le critiche che lo stanno colpendo.

Sono assolutamente convinto che si riprenderà - ha dichiarato l'inglese al quotidiano Marca - perché è uno dei migliori della griglia. Parliamo di un quattro volte campione del mondo e saprà recuperare. Tornerà più forte alla prossima gara, è ciò che fanno i grandi sportivi.

Dopo il GP di Silverstone, vinto proprio da Hamilton, adesso in classifica ci sono esattamente 100 punti di distanza tra loro. Tantissimi, considerando pure che sono passate 10 gare su 21 totali previste nel campionato. E Lewis ha anche 39 lunghezze di margine su Valtteri Bottas, suo compagno e primo inseguitore. Ci sono i presupposti per vedergli vincere il sesto titolo, anche se non nasconde di volere maggiore battaglia in pista.

A Silverstone avrei preferito lottare con le Ferrari - spiega - invece che col mio compagno. Preferirei battagliare con loro e con le Red Bull, ma adesso la situazione è questa.

Sebastian Vettel con Helmut Marko e Chris Horner
Vettel in festa con Marko, Horner e il team Red Bull durante il suo ciclo vincente 2010-2013

F1, Marko consiglia a Vettel di lasciare la Ferrari

Tra le critiche mosse a Vettel c'è quella inerente il fatto di saper vincere solamente in situazioni di comfort, come avvenuto ai tempi della Red Bull, e di faticare maggiormente quando vi sono difficoltà e pressioni elevate. Un'opinione che si era diffusa già allora, avvalorata poi anche dal fatto di essere stato battuto del neo compagno Daniel Ricciardo nel 2014.

Uno che lo conosce bene è Helmut Marko, consulente della scuderia di Milton Keynes che con lui ha festeggiato ben quattro titoli piloti e altrettanti costruttori. Secondo lui la soluzione migliore sarebbe dire addio alla Ferrari.

Seb dovrebbe avere un ambiente diverso - ha dichiarato il dirigente austriaco ad Auto Bild - e dunque cambiare team. Ma non intravedo alcuna possibilità per il 2020.

Qualcuno ha azzardato l'ipotesi di un ritorno di Vettel in Red Bull, se non nel 2020 almeno dal 2021. Difficile dire se una simile operazione possa concretizzarsi. Per l'anno prossimo appare improbabile, per quello seguente vi sono chance maggiori. Anche se va detto che in queste stagioni la scuderia di Milton Keynes ha sempre puntato su piloti abbastanza giovani. Ma per Seb potrebbe fare un'eccezione...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.