Premier, l'Aston Villa fa sul serio: spesi oltre 100 mln sul mercato

I Villans hanno riconquistato la massima serie dopo tre stagioni e il manager Dean Smith sta rinforzando la rosa senza badare a spese: l'ultimo acquisto è il difensore belga Engels, Mings e Wesley i colpi più costosi.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ancora 24 giorni e l'Aston Villa tornerà a calcare a tre anni di distanza i campi della Premier League, la massima serie inglese che nei suoi primi pionieristici anni, intorno alla fine del 19esimo secolo, fu più volte dominato proprio dal club di Birmingham. Dal 1893 al 1900 i Villans hanno conquistato la bellezza di 5 campionati, e anche se è trascorso oltre un secolo da quella che può essere definita l'epoca d'oro del club certo nessuno si sarebbe aspettato le difficoltà vissute nelle ultime stagioni.

Alla deprimente retrocessione arrivata al termine della Premier League 2015/2016, competizione che vide la squadra guidata prima da Sherwood, poi da Garde e infine da Black collezionare appena 3 vittorie e la miseria di 17 punti, avrebbe dovuto seguire una pronta riscossa che avrebbe portato all'immediato ritorno in massima serie. Ci sono voluti invece ben tre anni e due finali playoff: persa quella del 2018 contro il Fulham, il club passato nel frattempo da Steve Bruce a Dean Smith ha saputo sconfiggere il Derby County di Frank Lampard tornando così alla dimensione a cui sente di appartenere.

Adesso sarà fondamentale non commettere nuovi passi falsi, e in questo senso il manager ha avuto il permesso da parte della dirigenza di dare il via a una campagna di rafforzamento che può senz'altro essere definita faraonica: a poco più di tre settimane di distanza dall'esordio in Premier League, fissato per il 10 agosto sul campo dei vice-campioni d'Europa del Tottenham, l'Aston Villa ha già speso l'equivalente di oltre 100 milioni di euro e non sembra intenzionato a fermarsi. Nessun altro club della massima serie inglese ha fino a oggi speso di più.

Wesley Moraes
Wesley Moraes, 22 anni, nuovo centravanti dell'Aston Villa costato 25 milioni di euro.

Premier League, l'Aston Villa è tornato: spesi oltre 100 milioni sul mercato

Certo si tratta di un primato destinato a essere superato entro breve: il Manchester United, ad esempio, dopo aver speso 72 milioni per i giovanissimi Aaron Wan-Bissaka e Daniel James sembra intenzionato a spenderne più di 80 per il difensore del Leicester Harry Maguire, mentre è certo che i campioni d'Inghilterra del Manchester City - 90 milioni spesi fino a oggi - non resteranno a guardare la concorrenza mentre si rinforza. 

Tuttavia nessuno di questi club avvierà un'opera di rifondazione tanto importante quanto quella operata dall'Aston Villa, che non ha pezzi pregiati da vendere sul mercato e che oltretutto ha perso il bomber dell'ultima stagione: Tammy Abraham, 25 gol nel'ultima Championship, è tornato per fine prestito al Chelsea che con il mercato in entrata bloccato ha chiuso subito ogni discorso relativo a un nuovo prestito o a un'eventuale cessione dell'attaccante che con le sue realizzazioni ha trascinato la squadra di Dean Smith alla promozione.

Dal Club Brugge è arrivato allora a sostituirlo, per 25 milioni di euro, il possente attaccante brasiliano Wesley, 22enne arrivato in Europa già nel 2015 ed emerso negli slovacchi del Trencin prima di consacrarsi in Belgio. Una scommessa, per un campionato competitivo come la Premier League, che non esclude ulteriori rinforzi per il reparto avanzato. Prima, però, i Villans hanno puntellato la difesa: salutati gli svincolati De Laet, Elphick, Hutton e Richards l'Aston Villa ha acquistato il terzino sinistro Targett e i centrali Konsa, Engels e Hause, costati complessivamente 41,5 milioni di euro.

Il punto forte del reparto arretrato sarà però Tyrone Mings, 26enne difensore arrivato in prestito a fine gennaio dal Bournemouth e riscattato per più di 22 milioni di euro dopo aver recitato un ruolo fondamentale nella seconda parte della stagione conclusa con la promozione. Gli arrivi di El Ghazi e Jota, esterni d'attacco prelevati rispettivamente da Lilla e Birmingham, hanno fatto schizzare la cifra spesa dal club a oltre 100 milioni di euro. E non sembra sia finita qui.

L'obiettivo, in vista della stagione ormai alle porte, rimane ufficialmente la salvezza, ma certo è che dopo investimenti tanto importanti sembra difficile che il club non sogni di tornare a stretto giro di posta a recitare un ruolo da protagonista nel campionato più bello e ricco al mondo. L'Aston Villa intende farsi strada in mezzo ai giganti, e gli oltre 100 milioni di euro spesi sul mercato sembrano un chiaro messaggio: i Villans sono tornati.

Gli acquisti dell'estate 2019*

  • Wesley (Club Brugge) 25 
  • Tyrone Mings (Bournemouth) 22,3
  • Matt Targett (Southampton) 15,6
  • Ezri Konsa (Brentford) 13,3
  • Anwar El Ghazi (Lilla) 9
  • Bjorn Engels (Stade Reims) 9
  • Jota (Birmingham) 4,5
  • Kortney Hause (Wolverhampton) 3,4

* prezzi in milioni di euro

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.