SBK, Bautista addio Mondiale. Ducati ripresenta il vecchio contratto

Debacle di Bautista a Laguna Seca, Jonathan Rea si porta a +81 in classifica. Tira e molla Alvaro-Ducati sul rinnovo di contratto.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La tappa di SBK a Laguna Seca, teatro di storici scontri e sorpassi nel motorsport a due ruote, decreta la debacle di Alvaro Bautista. Un responso su cui neppure il più azzardato degli scommettitori avrebbe puntato un solo euro fino a poche settimane fa. Alla vigilia del GP di Misano lo spagnolo della Ducati vantava un gap in classifica di 41 punti su Jonathan Rea, dopo la 'terzina' degli States è a meno 81 dal nordirlandese della Kawasaki e un titolo che ormai attende solo la certezza matematica per decretarlo svanito.

Dopo 14 vittorie nella stagione 2019 e un Mondiale che sembrava ormai cosa fatta, Alvaro Bautista si ritrova a dover contrattare il rinnovo nel peggior momento dell'anno. Il tira e molla con Ducati sulle cifre prosegue da settimane, adesso bisognerà cedere qualcosa o farsi ammaliare dalle sirene Honda. Se da un lato la Fireblade della casa giapponese resta un'incognita, i soldi sul piatto sono decisamente di più, tanto da poterlo convincere a rischiare questo salto nel vuoto. Le voci ufficiali però parlano di un rinnovo certo con la casa di Borgo Panigale e su cui si discutono gli ultimi dettagli.

Il boss di Aruba Ducati, Stefano Cecconi, assicura di aver presentato una buona offerta allo spagnolo, molto simile a quella dell'anno in corso. Una cifra intorno ai 250mila euro di base più 20mila euro di bonus per ogni vittoria. Il malumore di Bautista gravita sul fatto che il compagno di squadra Chaz Davies può contare su un contratto di 700mila euro a stagione. Le cadute di Jerez, Misano, Donington e Laguna Seca non giocano a suo favore. Prendere o lasciare, ci sono otto settimane di pausa estiva per decidere. Ma nel caso di addio su chi puntererebbe Ducati?

Alvaro Bautista pilota SBK
Alvaro Bautista pilota Aruba Ducati

SBK, Ducati ripropone un contratto identico

La SBK ritrova il suo vecchio campione Jonathan Rea quando mancano quattro tappe alla fine. Dopo il predominio assoluto della Ducati Panigale V4 R nella prima parte di campionato, l'esito finale sembrava scontato. Invece Bautista sembra vittima di un incantesimo, ha provato persino a tagliarsi i capelli per scongiurare la sfortuna, ma non ha funzionato. Dopo la collisione in Gara-1, Toprak Razgatlioglu non si è ritenuto responsabile dell'accaduto.

Al primo giro ero all'interno dietro ad Haslam, Toprak è arrivato dall'esterno e mi ha toccato, guidando come se non ci fosse nessuno in pista. Poi è venuto a chiedermi scusa in Clinica Mobile, ha ammesso di avermi visto quando era troppo tardi. A Laguna sono caduto due volte, non me lo aspettavo. Forse all'inizio di stagione non mi aspettavo di vincere così tanto, ma neppure che avremmo concluso così. Non so darmi una spiegazione, è difficile da capire.

Nel secondo round Alvaro Bautista ha dovuto rinunciare dopo appena un giro, lasciando Rea libero di allungare di ulteriori 20 punti, chiudendo secondo alle spalle di Chaz Davies. 

Non avevi forza nella spalla e ho preferito fermarmi per non peggiorare le cose. Non so se c'è qualcosa di rotto nei legamenti, perché non abbiamo fatto la risonanza. Non è un problema psicologico, mi sento ancora veloce. In Gara 1 non stavo tirando. La caduta sul bagnato a Donington ci può stare. Per le altre non ho spiegazioni. Forse ho spinto di più? Non ho spinto più delle 14 gare che ho vinto! Nelle prove spingo di più e non cado, invece succede in gara. Prima vincevo, adesso cado.

Adesso il titolo è nelle mani di Johnny Rea che si avvia verso il quinto titolo mondiale. 

Matematicamente non è finita, ma è anche vero che Rea può arrivare sempre secondo nel caso io vincessi tutte le gare. L'unica cosa che posso fare è provare a vincerle tutte, ma al Mondiale ormai non ci penso più.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.