WWE Extreme Rules 2019 risultati in diretta scritta e highlights

Dal Wells Fargo Center di Philadelphia il PPV di wrestling dalla regole estreme.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tutto pronto per una nuova notte dedicata al grande wrestling WWE. Nel Wells Fargo Center di Philadelphia è arrivato il momento di Extreme Rules 2019, il ppv dalle regole estreme. Un appuntamento in cui le superstar di Raw e SmackDown si metteranno in gioco, con incontri interni ai vari roster, ma anche (e soprattutto) interbrand, visto che mai come in questo pay-per-view si vedranno gli effetti della Wild Card Rule.

Gli incontri che ci aspettano li abbiamo presentati già nel dettaglio nel consueto articolo di avvicinamento a Extreme Rules 2019, ma nelle ultime ore se ne sono aggiunti in extremis altri due: nel kickoff ci sarà infatti la sfida per l'Intercontinental Championship tra il campione Finn Balor e lo sfidante Shinsuke Nakamura, mentre Kevin Owens e Dolph Ziggler si affronteranno nel ppv vero e proprio.

Altri due appuntamenti assolutamente da non perdere, che rendono ancora più ricca la card di questo show, già di per sé molto interessante. Dal tag team match che metterà di fronte il tandem composto da Roman Reigns e The Undertaker a quello formato da Shane McMahon e Drew McIntyre, fino al Mixed Tag Team Match con in palio sia il titolo Universale di Seth Rollins sia quello di campionessa di Raw di Becky Lynch, di fronte all'assalto di Baron Corbin e Lacey Evans.

WWE Extreme Rules 2019, diretta scritta
Tutti i risultati di WWE Extreme Rules 2019

WWE Extreme Rules 2019, risultati e highlights

Tanta carne al fuoco, che vi racconteremo come sempre in rigorosa diretta scritta (e con foto e highlights ufficiali WWE) qui su FOXSports.it a partire da mezzanotte, con l'inizio del kickoff (visibile gratuitamente qui di seguito).

Kickoff (Finn Balor vs Shinsuke Nakamura e Drew Gulak vs Tony Nese)

Si parte subito con l'Intercontinental Championship Match, che mette di fronte il campione Finn Balor e lo sfidante, Shinsuke Nakamura. The King of Strongstyle ha l'opportunità di togliere il titolo all'irlandese, dopo averlo battuto nell'ultima puntata di SmackDown. E dopo aver evitato il Coup de Grace, il giapponese riesce ad andare a segno con la Kinshasa e conquistare per la prima volta la cintura di campione intercontinentale. Primo match e primo cambio di titolo a Extreme Rules 2019.

A seguire, altro titolo in palio, quello dei Cruiserweight: Drew Gulak affronta Tony Nese per difendere la sua cintura. E il campione in carica riesce a confermarsi tale, al termine di un match molto concentrato, ma spettacolare come sempre quando di mezzo ci sono gli atleti di 205 Live. Decisamente un buon aperitivo prima del PPV vero e proprio.

Shane McMahon e Drew McIntyre vs Roman Reigns e The Undertaker

Extreme Rules 2019 parte immediatamente con uno degli incontri più attesi, il Tag Team Match con regole No Holds Barred che vede Shane McMahon e Drew McIntyre da una parte, Roman Reigns e The Undertaker dall'altra. Il Deadman è osannato dal pubblico e la sua prestazione, quando Roman Reigns lo fa entrare sul ring, è decisamente migliore rispetto a quella vista nella sua ultima apparizione a Jeddah, nel Super ShowDown. Il Becchino accetta la sfida sia contro Shane McMahon che Drew McIntyre, poi lascia che l'uomo legale torni The Big Dog. E quando il figlio di Vince prova a distrarre da bordo ring, lui gli va incontro e si arma di sedia, costringendolo alla fuga momentanea.

L'incontro prosegue, Roman Reigns è in difficoltà sul ring, poi riesce a capovolgere l'inerzia e dare di nuovo il campio a The Undertaker, che però sposta la sfida fuori dal quadrato. Mentre si prepara per scaraventare Shane sul tavolo di commento, arriva dietro Elias che spacca una chitarra sulla schiena del Deadman. Il Big Dog ferma immediatamente il Drifter, ma Drew McIntyre lo colpisce con la Claymore e poi da lo stesso con Undertaker. Shane ordina ai due scagnozzi di posizionare il Becchino sul tavolo e lui ci si lancia sopra dalla terza corda.

Adesso The Undertaker viene portato sul ring e posizionato a un angolo, con un cassonetto incastrato tra lui e le corde. Shane si prepara per il suo coast to coast., che anticipa scimmiottando il verso del tagliagole. Anche questo colpo va a segno, Roman Reigns colpisce Elias con un Superman Punch ma viene di nuovo messo ko da Drew McIntyre. Shane prova a schienare il Deadman, che però si rialza a suo modo ed esegue la Chokeslam, prima sul figlio di Vince e poi su Elias. Drew McIntyre si prepara per una Claymore da dietro, ma il Big Dog lo intercetta con la Spear e serve al suo compagno di squadra Shane. Tombstone Piledriver, conteggio di tre. Undertaker e Roman Reigns vincono l'incontro e alla fine il Becchino fa i complimenti a colui che a WrestleMania 33 lo aveva sconfitto, ponendo apparentemente fine alla sua carriera. Che inizio di ppv!

The Revival (c) vs The Usos

Tocca al Raw Tag Team Championship Match, con i campioni The Revival che vengono sfidati da Jimmy e Jey Uso. Dash Wilder e Scott Dawson lavorano come sempre bene di squadra, dandosi continuamente il cambio e accanendosi inizialmente su Jey Uso. Poi riesce a entrare Jimmy, riportando in equilibrio l'incontro e tentando due volte lo schianamentro, invano.

Vanno vicinissimi alla vittoria i Revival, con la combo Superplex di Dawson e Splash di Wilder, ma il conteggio viene interrotto sul due e mezzo. Niente da fare successivamente, quando i campioni riescono ad assestare la Shutter Machine, confermandosi così detentori delle cinture.

Cesaro vs Aleister Black

Siamo arrivati alla sfida lanciata nelle ultime settimane da Aleister Black. Alla sua porta come noto ha bussato Cesaro, che sul ring si è dimostrato un avversario tutt'altro che semplice per l'ex NXT Champion. Il Superman svizzero è uno dei migliori atleti della WWE, lo conferma anche in questo incontro, in cui mostra tutta la sua tecnica abbinata alla potenza. Aleister Black però era fermo da troppo tempo e la sua voglia di vincere si è vista quando ha interrotto gli attacchi di Cesaro con una Black Mass improvvisa che vale per lui un'importantissima vittoria.

Street Profits con Alexa Bliss e Nikki Cross

Mentre R-Truth e Carmella distribuiscono volantini per la ricerca della cintura 24/7 di Drake Maverick, Alexa Bliss esce dal suo camerino con un pacchetto regalo. Lo consegna subito dopo a Nikki Cross, è una sua maglietta, per celebrare coloro che diventeranno le prime "co-champions femminili di SmackDown". Le vedono da lontano gli Street Profits, che si avvicinano e iniziano a ironizzare su di loro (sperando però di poter festeggiare insieme a loro). Poi però Nikki si arrabbia e risponde ai campioni di coppia di NXT che stasera loro due si prenderanno la cintura.

Alexa Bliss e Nikki Cross vs Bayley (c)

Subito dopo il siparietto nel backstage, parte il match che mette in palio la cintura di campionessa femminile di SmackDown. Un handicap match due contro uno, che vede vincere, nonostante l'inferiorità numerica, la detentrice della cintura, grazie al suo Flying Elbow dalla terza corda su Nikki Cross, dopo aver evitato la Twisted Bliss di Alexa e uno Splash dalla terza corda della stessa Nikki.

Bobby Lashley vs Braun Strowman

Ed eccoci al Last Man Standing Match tra i due giganti, Bobby Lashley e Braun Strowman. The All Mighty prova ad attaccare l'avversario prima dell'inizio ufficiale dell'incontro, ma The Monster among men riesce a rispondere subito e portare l'inerzia dalla sua parte, almeno fino a quando non subisce una Spear e, successivamente, viene colpito più volte dai gradoni d'acciaio.

Lo scontro si sposta nel pubblico, poi all'interno del Wells Fargo Center di Philadelphia, dove viene distrutta una postazione dedicata alla vendita del merchandise. I due tornano poi in zona ring e Bobby Lashley tenta di seppellire Braun Strowman con un tavolo di commento.

Il Mostro che cammina tra gli uomini si rialza al conteggio di 9 e subito dopo scaraventa il suo avversario sopra una postazione di commenti riservata ai telecronisti giapponesi. La lotta senza regole prosegue in mezzo al pubblico, salendo le scale sempre più in alto. Si arriva fino a uno spiazzo dedicato a un ingresso (che però è chiuso) e Braun Strowman ci lancia dentro (e lui insieme) con una Powerslam. Il pubblico è in visibilio è urla "E-C-W!", lui riesce ad uscirne, in piedi. Bobby Lashley no. E il Monster among men si prende la vittoria.

New Day vs Heavy Machinery vs Rowan e Daniel Bryan (c)

Dopo un match dalle emozioni forti come il Last Man Standing appena concluso, è il momento di un'altra sfida ad alta adrenalina, il Triple Threat tra Tag Team con in palio i titoli di coppia di SmackDown di Daniel Bryan e Rowan. Ben due le coppie pronte a soffiargli le cinture, gli Heavy Machinery e il New Day.

L'incontro è molto tecnico, ma allo stesso tempo anche fisico. E tra Rowan, i due pesi massimi Otis e Tucker, più Big E, è lo strapotere di quest'ultimo ad avere la meglio, quando in conclusione di match riesce a replicare a ogni tentativo di Daniel Bryan, afferrandolo addirittura al volo e mettendo Xavier Woods nelle condizioni di eseguire la Midnight Our decisiva. Il New Day è per la sesta volta campione di coppia!

Paul Heyman annuncia Brock Lesnar?

Paul Heyman toglie il microfono nel backstage prima che possano essere intervistati i nuovi campioni di coppia di SmackDown, poi si avvia verso l'arena e annuncia che il suo cliente, Brock Lesnar, stasera incasserà il Money in the Bank. Poi però fa una domanda: sarà vero o sarà solamente Paul Heyman?

AJ Styles vs Ricochet (c)

Titolo degli Stati Uniti in palio, Ricochet se la deve vedere con AJ Styles, accompagnato da Luke Gallows e Karl Anderson. Questi due, prima ancora dell'inizio dell'incontro salgono sul ring e attaccano lo United States Champion, che comunque riesce a iniziare la sfida. Nonostante le continue interferenze dei due del Club, sul ring si assiste a un dream match meraviglioso e degno di questo nome, una delizia per gli amanti del wrestling.

Ricochet e AJ Styles si esibiscono in scambi spettacolari ed emozionanti. E alla fine ad avere la meglio è The Phenomenal, grazie a una Styles Clash dalla terza corda, eseguita grazie alle distrazioni di Anderson e Gallows. AJ Styles è il nuovo United States Champion.

Kevin Owens vs Dolph Ziggler

Ci mette meno di 5 secondi Kevin Owens a prendersi la vittoria. Il tempo di subire uno schiaffo da Dolph Ziggler e di reagire eseguendo la Stunner. Poi prende il microfono e se la prende di nuovo con Shane McMahon, sottolineando come stavolta nessuno possa metterlo a tacere.

Samoa Joe vs Kofi Kingston (c)

Il campione WWE Kofi Kingston si trova finalmente faccia a faccia con Samoa Joe, dopo i continui incontri a distanza delle ultime settimane. La sfida è molto cruda, il samoano la porta sulla potenza fisica, ma non riesce mai a chiudere il match, pur andandoci molto vicino e tentando di infortunare al ginocchio il suo avversario. Non ci riesce, perché Kofi Kingston si conferma WWE Champion grazie al suo Trouble in Paradise.

Baron Corbin e Lacey Evans vs Seth Rollins (c) e Becky Lynch (c)

Ed ecco il main event di Extreme Rules 2019, quello senza regole, dove Seth Rollins e Becky Lynch mettono in palio i loro titoli, rispettivamente la Raw Women's Championship e l'Universal Championship, in un Winners Take All Match contro Baron Corbin e Lacey Evans. La prima fase dell'incontro è un dominio assoluto dei due campioni, che a suon di Kendo Stick annientano i rispettivi avversari (poco dopo un tentativo di Lacey di "sedurre" Seth). Poi però Baron Corbin entra in possesso di una sedia e inizia a colpire ripetutamente The Beastslayer, che prova una reazione, invano. The Lone Wolf si fa passare altre sedie dalla Evans.

Non riesce però a usarle, perché Seth reagisce e dà il cambio a Becky, che è "on fire" e utilizza in vari modi tutte le sedie a disposizione su Lacey, compreso un Exploder Suplex. Baron Corbin interrompe l'inerzia e anche se Rollins lo spedisce subito fuori nel frattempo The Sassy Southern Belle è riuscita a riprendersi e per poco non si prende la vittoria.

Becky e Seth tornano in controllo dell'incontro e decidono di affidarsi ai tavoli: ci mettono però troppo per prepararli e i due sfidanti si riprendono e di fanno trovare preparati. Entrambi si armano adesso di Kendo Stick e si accaniscono in particolare su Rollins. Nemmeno la campionessa di Raw riesce a fare meglio e i due detentori delle cinture subiscono contemporaneamente due chokeslam, che però non valgono in nessun caso il conteggio di tre. Anche loro adesso provano a usare i tavoli, anche loro perdono troppo tempo e subiscono un doppio suplex sull'apron.

E adesso sì che possono essere usati i tavoli, con due salti estremi uno di seguito all'altro, prima di Becky e poi di Seth, entrambi a segno. Rollins prova lo Stomp, Corbin si riprende e connette la Deep Six, che non vale il conteggio di tre solo per l'intervento in extremis della campionessa di Raw. Che successivamente, però, si prende la End of Days dal Lone Wolf. Questo fa letteralmente impazzire Rollins, che parte con la Kendo Stick, poi con la sedia, poi con tre Stomp, prima di chiudere il discorso, vincere l'incontro e andare a sincerarsi delle condizioni di Becky.

No, non fa in tempo a farlo!!! Suona la musica di Brock Lesnar, che arriva accompagnato da Paul Heyman e, soprattutto, la valigetta del Money in the Bank. Va subito a segno con due Suplex. E poi incassa ufficialmente il Money in the Bank!!!!! Parte il nuovo match, The Beast va a segno con una F5 e si prende l'Universal Championship! Brock Lesnar è tornato. Ed è tornato campione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.