Coppa d'Africa, Mahrez magia finale e Algeria in finale: Nigeria ko

Una punizione di Mahrez al 94' regala la finale all'Algeria. Nigeria battuta 2-1 e ora all'ultimo atto sarà sfida contro il Senegal. Belmadi in lacrime.

6 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'Algeria batte la Nigeria quando mancavano 30 secondi alla fine e quindi ai supplementari. Batte la Nigeria grazie a un gioiello di Mahrez su punizione, proprio lui che aveva propiziato anche l'autorete di Troost-Ekong nel primo tempo e che dimostra di essere forse il talento più puro di questa Coppa d'Africa. Sarà finale dunque, sarà sfida al Senegal, nell'ultimo atto di una competizione che sta riservando gol ed emozioni a non finire.

Esce a testa alta la Nigeria che ha sofferto molto nel primo tempo, ma è poi cresciuta col passare dei minuti, trovando il pareggio su rigore (assegnato giustamente) con Ighalo. Le Super Aquile hanno pagato la serata non brillante di Iwobi e Chukwueze gli uomini che più di altri possono fare le differenza tra quelli di Rohr. 

Da sottolineare anche la prestazione sopra le righe di Bennacer. Il futuro regista rossonero gioca con personalità, con coraggio, dettando i tempi e rischiando sempre la giocata. Si sta affermando senza dubbio come il miglior giovane della Coppa d'Africa. Da vedere e rivedere la giocata con cui al 92' prende la traversa, prologo a quello che sarebbe stato poi il gol vittoria di Mahrez. L'Algeria festeggia, Belmadi in lacrime si gode un successo storico. Ora il Senegal. La finale più affasciante possibile. 

Coppa d'Africa, Iwobi in azione
Coppa d'Africa, la cronaca del match tra Algeria e Nigeria

Coppa d'Africa, Algeria-Nigeria: la cronaca della partita

Belmadi tiene ancora in panchina Slimani e Ounas e a loro dà ancora fiducia a Guediora e Bounedjah. Nella Nigeria invece Musa e Ighalo si allargano lasciando spazio centrale a Iwobi che svaria molto. L'Algeria prende subito in mano le redini del gioco con grande personalità, sfruttando i tagli di Mahrez e Belaili, dopo 10' minuti brutta uscita del portiere nigeriano, palla sui piedi di Bennacer che calcia bene, ma la conclusione viene murata da Collins. Nigeria in grave difficoltà e graziata da Mandi che di testa manda alta di un soffio una punizione pennellata dal prossimo regista del Milan. 

Poi ci vuole un grande intervento difensivo di Omeruo per anticipare Bounedjah, proprio questi due giocatori sono protagonisti al 28': il difensore delle Super Aquile si fa soffiare il pallone dalla punta algerina, che però poi calcia addosso al portiere avversario. L'attaccante dell'Al-Sadd protesta anche per un presunto fallo di Troost-Ekong in area di rigore, ma l'arbitro lascia correre. E fa bene.

Ancora Bounedjah va vicino al gol dell'1-0, ma il tocco in anticipo di Collins fa passare il pallone poco oltre la traversa. La Nigeria risponde con Ighalo, ma il suo destro non crea troppe ansie a M'Bohli. L'Algeria passa meritatamente in vantaggio al 39', percussione a destra di Mahrez, cross teso in mezzo e sfortunata deviazione nella propria porta di Troost-Ekong. Proprio lui che con un gol al fotofinish aveva mandato in semifinale la Nigeria. 

La ripresa

La partita si conferma divertente, le due squadre si affrontano a viso aperto, la Nigeria ci prova con Ighalo ma l'ex Watford non sfonda il muro algerino. Bounedjah si prende il giallo per un brutto fallo su Iwobi, ma a impressionare è la facilità con cui Bennacer gestisce la manovra in mezzo al campo ed è proprio lì che l'Algeria costruisce la sua supremazia territoriale nella prima ora di gioco. 

La Nigeria si rende pericolosa quando riesce rapidamente a saltare il centrocampo dell'Algeria e azionare i suoi attaccanti, ma manca la precisione al tiro come accade a Musa poco prima dell'ora di gioco. La svolta per le Super Aquile arriva al 67', tiro da fuori di Etebo e braccio largo di Mandi. L'arbitro inizialmente non vede, ma il Var lo richiama all'on field review e dopo quasi tre minuti ecco la decisione: rigore. Dal dischetto va Ighalo che spiazza M'Bohli e segna il gol del pareggio. 

Rohr toglie Chukwueze e inserisce Onyekuru. La Nigeria prende fiducia, proprio il nuovo entrato ci prova quando mancano tre minuti al termine ma la conclusione finisce alta. L'Algeria risponde con Feghouli, ma anche in questo caso palla sopra la traversa. Al 92' giocata fantastica di Bennacer che riceve palla ai trenta metri, salta un avversario e lascia partire un sinistro che spacca la traversa. Un duetto tra l'ex Empoli e Mahrez mette i brividi alla Nigeria che si salva proprio all'ultimo momento con un intervento difensivo di Omeruo. Dal prosieguo dell'azione, l'Algeria guadagna una punizione dal limite che sa anche di ultima chance per evitare i supplementari. Della battuta s'incarica Mahrez che di sinistro pennella una traiettoria perfetta che sorprende Akpeyi sul suo palo e manda in finale i suoi e un intero paese. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.