Ferrari soffre a Silverstone. Vettel e Leclerc: "Mercedes superiore"

Le sensazioni dei piloti Mercedes e Ferrari dopo la prima giornata di prove libere a Silverstone. Frecce d'Argento più veloci, Leclerc e Vettel faticano.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Come spesso avvenuto nel 2019, anche nel venerdì di prove libere di Formula 1 a Silverstone è stata la Mercedes a mostrarsi superiore. Sia sul giro secco che sul passo gara le Frecce d'Argento hanno fatto vedere di essere in vantaggio sulla concorrenza. Difficile pensare che pole position e vittoria della gara possano andare ad un altro team.

Ci sono i presupposti per una doppietta, come quella vista nella FP2 con Valtteri Bottas che ha preceduto Lewis Hamilton di soli 69 millesimi. Entrambi in grande spolvero oggi, desiderosi di mettersi alle spalle un GP d'Austria che non è andato secondo le loro aspettative. A Silverstone, come da previsioni, possono invece pensare di conquistare la vittoria. Ovviamente può vincere solo uno ed è il finlandese ad averne maggiore bisogno, visto che in classifica piloti dista 31 punti dal compagno. Per tenere aperti i giochi per il titolo deve recuperare. Ma battere Hamilton in casa sua, dove ha già vinto cinque volte, non è facile.

E sarà complicato per la Ferrari anche pensare di salire sul podio, dopo quanto visto nel primo giorno di prove libere. Se sul giro secco la SF90 non è andata male, consentendo a Charles Leclerc e Sebastian Vettel di chiudere terzo e quarto la FP2, invece sul ritmo gara la monoposto rossa soffre. Risulta più lenta sia della Mercedes che della Red Bull. C'è tanto lavoro da fare nella scuderia di Maranello in vista delle qualifiche e della corsa. Questo weekend di Formula 1 rischia di essere molto difficile se non verranno apportati alcuni miglioramenti.

Hamilton e Bottas nel paddock Formula 1
Hamilton e Bottas assoluti favoriti per il weekend Silverstone, passo devastante della Mercedes.

Formula 1, GP Silverstone 2019: Bottas ed Hamilton dopo le prove libere

Bottas punta molto sul GP di Gran Bretagna per riuscire a rosicchiare punti al compagno, sa che sconfiggerlo di fronte al suo pubblico può essere importante anche per il proprio morale. Può dargli slancio in vista dei prossimi appuntamenti. Ha una Mercedes che pure a Silverstone si sta confermando la monoposto più forte, sta a lui a sfruttarla a dovere.

Buon inizio per me - afferma il pilota finlandese - sia a livello di prestazioni che di setup della macchina. Sempre bello cominciare così un weekend di gara. Il nuovo asfalto mi piace, mi sono divertito a guidare. C'è un grip maggiore che in passato, però si rischia di perderlo improvvisamente. La monoposto può essere ancora migliorata, anche se già adesso è abbastanza ben bilanciata. Nelle curve siamo molto veloci, qui ce ne sono tante. Comunque credo che sabato saremo tutti più vicini.

Hamilton ci tiene a vincere nella sua patria. Una vittoria significherebbe allungare nuovamente su Valtteri in classifica e anche diventare il recordman di successi (sei) nel GP britannico. Ha grande voglia di prendersi la pole position sabato e il gradino più alto del podio domenica.

Non è stata una giornata facile a causa del vento - spiega Lewis - ma siamo comunque davanti e sembra che ci sarà battaglia. È sempre complicato dare giudizi il primo giorno, le Ferrari solitamente sono un po' più lente il venerdì e poi riprendono il ritmo al sabato. Il nuovo asfalto ha migliorato alcuni punti della pista, ma è molto liscio e rende complicato il corretto funzionamento delle gomme. Ho lottato col posteriore e sono andato fuori alcune volte. Valtteri sembrava molto più a suo agio in macchina, quindi stiamo cercando di capire quale sia il problema e come possiamo risolverlo per sabato.

Sebastian Vettel e Charles Leclerc nel paddock della Formula 1
Vettel e Leclerc confessano che Mercedes è più forte a Silverstone, ma sperano in una reazione Ferrari

F1, le sensazioni di Leclerc e Vettel

In casa Ferrari la situazione è negativa. Come detto in precedenza, sul passo gara la SF90 si è mostrata inferiore anche alla Red Bull. In questo venerdì di prove libere ci sono stati problemi all'anteriore, sulla gomma sinistra si è anche formato dell'inatteso graining. Ovviamente va sempre considerato che nella prima giornata i programmi sono diversi e anche i carichi di benzina, però si credeva che la monoposto rossa avesse maggiore ritmo. Leclerc ha chiuso terzo la FP2, però non può gioire.

Una giornata difficile per noi - confessa - perché abbiamo faticato sul passo gara. Nella simulazione di qualifica non eravamo male, ma credo che la Mercedes abbia ulteriore potenziale e dunque sarà complicato per noi. C'è tanto lavoro da fare. Comunque mi aspettavo che la Mercedes fosse la macchina da battere e oggi lo hanno confermato. Le gomme anteriori non erano messe bene, soprattutto quella sinistra. Serve lavorare per migliorare.

Vettel non è contento di questo venerdì di prove libere, però ha fiducia nel team e pensa che possano essere fatti progressi in vista del sabato. Sono state sperimentate un po' di cose e pensa che in ottica qualifiche e gare possano essere effettuati passi avanti.

Non è andata come avremmo voluto - ammette Seb - ma oggi abbiamo sperimentato molto e sono sicuro che sabato possiamo fare meglio. Non posso dire che tutto abbia funzionato, abbiamo avuto alti e bassi, non siamo stati perfetti. Abbiamo margine di miglioramento, anche se ora è difficile dire dove siamo. Però la Mercedes è davanti, sembra la macchina da battere. Noi e Red Bull siamo vicini. Dobbiamo fare progressi nelle aree nelle quali abbiamo maggiori difficoltà e poi vedremo come andrà.

 

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.