Inter, ritiro blindato e novità: Nainggolan si allena con il gruppo

Il belga, a differenza dei giorni scorsi, ha preso parte alla seduta tattica mentre Icardi continua ad allenarsi a parte. Polemiche dei media svizzeri sugli allenamenti a porte chiuse, il sindaco di Lugano rivendica la scelta.

1 condivisione 1 commento

di - | aggiornato

Share

Prosegue il ritiro dell'Inter di Antonio Conte in vista di una stagione, quella che sta per cominciare, che vedrà il club nerazzurro chiamato a candidarsi seriamente come pretendente allo Scudetto ormai da otto stagioni consecutive prerogativa della Juventus. Una preparazione a porte chiuse, blindata, talmente tanto da scatenare le polemiche da parte dei media svizzeri che lamentano l'impossibilità di assistere agli allenamenti di Handanovic e compagni.

Nessuno si aspettava un ritiro tanto blindato. Né i media né i tifosi, che dopo aver rinunciato a malincuore alla possibilità di vedere in azione i propri beniamini si sono lamentati via social di una scelta che secondo loro non ha alcun senso. Qualcosa che però non è stato deciso dall'Inter, che anzi si sarebbe dichiarata favorevole a una seduta a porte aperte, ma dalla stessa amministrazione comunale di Lugano, che adduce motivi di sicurezza e ricorda che i patti con il club italiano erano stati chiari fin dall'inizio: Conte voleva tranquillità e discrezione, a maggior ragione in un momento tanto delicato dove impazzano le voci di calciomercato.

A proposito di quest'ultimo, dall'ultimo allenamento arrivano interessanti novità via Twitter da parte del giornalista e noto tifoso nerazzurro Fabrizio Biasin: nella seduta tattica andata in scena questa mattina, a differenza dei giorni scorsi, Radja Nainggolan è stato presente a differenza di Mauro Icardi, che continua ad allenarsi a parte. Entrambi i calciatori restano comunque sul mercato, pronti a partire in caso di offerte soddisfacenti.

Mauro Icardi
Mauro Icardi, ex bomber e capitano dell'Inter, appare ormai come un corpo estraneo nel nuovo progetto di Antonio Conte.

Inter, Nainggolan alla seduta tattica, Icardi no: entrambi restano sul mercato

Per quanto riguarda Nainggolan, queste potrebbero arrivare dalla Cina: il Dalian di Rafa Benitez ha chiesto informazioni sul Ninja all'Inter, che sembra interessare anche allo Shanghai Shenua che ha appena acquistato Stephan El Shaarawy. Il centrocampista, 31 anni, nella giornata di ieri non aveva escluso come prossima destinazione la Chinese Super League, che potrebbe portargli del resto l'ultimo grande contratto e permettergli di chiudere in un torneo decisamente meno stressante e competitivo una lunga e importante carriera. In stallo la situazione legata a Icardi, i nerazzurri potrebbero cedere invece nei prossimi giorni Joao Mario e Karamoh, secondo Repubblica molto vicini rispettivamente a Monaco e Parma.

In stallo anche la situazione legata a Romelu Lukaku, obiettivo primario dell'Inter per l'attacco e richiesto con insistenza da Antonio Conte: il Manchester United insiste, per il belga vuole 70 milioni di euro cash oppure non aprirà neanche il discorso, a maggior ragione dopo le parole di Solskjaer che nei giorni scorsi aveva sottolineato come i Red Devils non abbiano la necessità di cedere nessuno in questa sessione di mercato.

Attesa infine per l'amichevole che domenica 14 luglio segnerà la fine del ritiro svizzero dell'Inter, chiamata a vedersela con un Lugano che ha ormai concluso la sua preparazione in vista dell'inizio della Super League Svizzera, previsto per venerdì 19 luglio. I 7mila tagliandi messi a disposizione sono già stati venduti per quella che sarà l'unica occasione, per chi si trova in città, di vedere all'opera la squadra di Antonio Conte.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.