Milan, Piatek cambia maglia: prende la numero 9 e sfida la maledizione

L'attaccante polacco sarà il nono numero 9 dopo il ritiro di Inzaghi. Da Pato a Fernando Torres fino ad André Silva e Higuain, hanno tutti fallito miseramente.

2 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Coraggio e spavalderia. Per affrontare e sconfiggere una maledizione. Da quando nel 2011-12 Filippo Inzaghi ha lasciato il calcio liberando, di conseguenza, la maglia numero 9 del Milan, i suoi eredi hanno tutti faticato tremendamente. Tutti. Come se si fosse abbattuta una maledizione che di anno in anno sembra sempre più difficile da sconfiggere.

A dire la verità anche Inzaghi stesso è stato colpito dalla maledizione. Nelle sue ultime tre stagioni con il Milan Super Pippo ha segnato appena 5 gol in Serie A su 37 presenze. Poco per la sua media, ma è normale che a fine carriera (ha chiuso a 38 anni e 10 mesi) ci sia un calo. Da quando si è ritirato lui però la situazione è peggiorata ulteriormente.

Nelle ultime sette stagioni i rossoneri hanno avuto ben 8 numeri 9 diversi che in tutto hanno realizzato appena 37 reti. Poco più di 5 gol di media all'anno. Una media bassa per un giocatore offensivo, bassissima per un centravanti. Eppure fra talenti, promesse e veri e propri goleador, il Milan di numeri 9 in grado di spezzare la maledizione ne ha avuti parecchi.

Al Milan hanno fallito tutti i numeri 9 dopo Pippo Inzaghi
Dopo Pippo Inzaghi tutti i numeri 9 del Milan hanno fallito

Milan, Piatek sfida la maledizione: sceglie la maglia numero 9

Le statistiche sono preoccupanti: nelle ultime sette stagioni nessun numero 9 del Milan è riuscito a raggiungere la doppia cifra in Serie A. Soltanto Lapadula (2016-17) e Higuain (2018-19) sono andati oltre i cinque centri in campionato. Chiunque abbia indossato quella maglia ha fallito miseramente. A cominciare da Pato, primo vero erede della 9 di Inzaghi: il brasiliano lasciò i rossoneri con 0 reti in 4 presenze con quella maglia. Ha fallo male anche Matri, che in campionato ha segnato solo un gol in 15 presenze. Nel 2014-15 si è quindi puntato su Fernando Torres, che in 10 presenze ha timbrato il cartellino una volta sola, lasciando, a gennaio, la maglia a Destro, capace, in sei mesi, di segnare 3 gol in 15 gare. Nel 2015-16 è toccato a Luiz Adriano fallire (4 reti in 26 partite), poi l'acuto (si fa per dire) di Lapadula con 8 centri in 27 gare, prima delle delusioni legate ad André Silva (2 centri in 24 presenze) e Higuain (6 in 15).

Vota anche tu!

Piatek spezzerà la maledizione della numero 9 del Milan?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Per il 2019-20, all'ottava stagione senza Inzaghi, il Milan avrà il suo nono numero 9 diverso: Krzysztof Piatek ha infatti deciso di lasciare la 19 e di prendere la 9. Ha deciso di sfidare il destino, ha deciso di provare a spezzare la maledizione che ha colpito la maglia. E per farlo, anche se dopo 9 gol nei suoi primi 6 mesi milanesi, serviva molto coraggio e un pizzico di spavalderia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.