Mike Rodgers vince i 100 metri in 10”11 al meeting di Lignano Sabbiadoro

Disputata allo Stadio Teghil la trentesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro illuminata dallo sprinter statunitense Mike Rodgers.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Mike Rodgers è stata la stella della trentesima edizione del Meeting Sport e Solidarietà di Lignano Sabbiadoro allo Stadio Teghil in una serata di pioggia. Lo sprinter statunitense, medaglia d’argento ai Mondiali di Londra 2017 con la staffetta 4x100 ha vinto i 100 metri in 10”11 (buon tempo considerando le cattive condizioni meteorologiche), dopo aver fermato il cronometro in 10”22 nella batteria nonostante un vento contrario di -0.9 m/s. Lo stakanovista statunitense, che corre con la caratteristica fascetta gialla in testa, ha disputato la sua tredicesima gara in due mesi e sarà di nuovo ai blocchi di partenza Venerdì a Montecarlo. 

La pioggia ha frenato il finalista europeo dei 200 metri Eseosa Desalu, che non è andato oltre 10”68 nella batteria e non ha superato il turno. 

L’altro protagonista più atteso del meeting friulano è stato il portacolori di Trinidad and Tobago Machel Cedenio, campione del mondo a Londra 2017 con la staffetta 4x400, vincitore nella stessa gara alle IAAF World Relays di Yokohama e quarto classificato nella finale olimpica dei 400 metri di Rio de Janeiro 2016 in 44”01. Sulla pista bagnata di Lignano il quattrocentista caraibico ha fermato il cronometro in 45”34 precedendo il giamaicano Nathon Allen e il nigeriano Emmanuel Bamidele, secondo e terzo con lo stesso tempo di 45”39 dopo il temporale abbattutosi sulla località balneare friulana. 

L’ex primatista italiano dei 400 metri Matteo Galvan ha corso nella serie 2 in 46”51 migliorando il personale stagionale di quattro centesimi di secondo rispetto al 46”55 realizzato lo scorso 28 Giugno a Nembro. Daniele Corsa si è classificato al terzo posto in 46”87. I due azzurri sono stati preceduti dal giamaicano Devoughin Baker in 46”24. 

La brasiliana Rosangela Santos (10”91 di personale) si è imposta sui 100 metri femminili in 11”63 con vento contrario di -0.6 m/s. 

L’ostacolista portoricana Jasmine Camacho Quinn (campionessa NCAA nel 2018 e atleta accreditata di un eccellente primato personale di 12”40) ha dominato i 100 ostacoli in 13”15 con vento contrario di 1.5 m/s. 

La campionessa mondiale di Mosca 2013 Eunice Sum si è imposta sugli 800 metri in 2’02”23”. L’Australia ha monopolizzato i 1500 metri maschili dove Matthew Ramsden ha fatto sua la vittoria in 3’37”35 precedendo Roney Hunter (3’37”63) e il primatista nazionale Ryan Gregson (3’38”91). La statunitense Rachel Schneider ha vinto i 1500 metri femminili in 4’08”81 nella gara dove l’azzurra Joyce Mattagliano ha stabilito la seconda migliore prestazione in carriera con 4’14”97. Il britannico Jamie Webb ha conquistato il primo posto in 1’46”16 negli 800 metri. Stefano Migliorati ha stabilito il record personale con 1’47”43. 

Lo statunitense Robert Grant si è imposto nei 400 ostacoli maschili in 49”81 nella gara dedicata al grande Ottavio Missoni, finalista olimpico in questa disciplina a Londra 1948 e grande stilista morto nel Maggio 2013. 

Nel salto in lungo femminile la statunitense Kate Hall ha battuto l’australiana Brooke Stratton per un solo centimetro con la misura di 6.52m. La campionessa paralimpica Martina Caironi ha realizzato il miglior salto da 4.84m. Il montenegrino Daniele Furtula si è imposto nel lancio del disco con 63.11m. La slovena Marusa Cernjul ha superato l’asticella alla misura di 1.83m nel salto in alto femminile. 

Come da tradizione al meeting Sport e Solidarietà organizzato dal team della Nuova Atletica dal Friuli diretta da Giorgio Dannisi, le star giamaicane Elaine Thompson e Shelly Ann Fraser Pryce hanno partecipato in veste di testimonial alle gare riservate ai disabili di Special Olympics. Thompson e Fraser Pryce sono testimonial solidali delle iniziative in favore dello sport e dell’integrazione delle persone con disabilità. Alla vigilia del meeting il team giamaicano che si allena a Lignano Sabbiadoro da 14 anni ha partecipato alla cena solidale che contribuisce a sostenere le attività del Melograno, che dal 1996 opera a favore di persone adulte con disabilità intellettive ospitate presso la casa famiglia a Lovaria di Pradamano. 

Durante la cena della vigilia Thompson e Fraser Pryce hanno ringraziato Lignano Sabbiadoro per l’ospitalità ricordando il legame speciale con la località friulana, diventata dal 2006 la seconda casa del team giamaicano guidata dal coach Steven Francis durante i mesi estivi. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.