Spal, stadio Mazza sotto sequestro: campagna abbonamenti sospesa

La misura di sicurezza adottata per presunte irregolarità nei lavori d'ampliamento per adeguare la struttura alle norme della Serie A.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Davvero un brutto guaio per la Spal, che si è risvegliata con i sigilli apposti dalla Guardia di Finanza al proprio stadio. Una parte del "Paolo Mazza" è stata messo sotto sequestro per indagine sulle presunte irregolarità sull'ampliamento dell'impianto dovute all'adeguamento degli standard alla Serie A. Adesso il rischio è che le partite della prossima stagione possano essere giocate lontano da Ferrara.

Nello specifico, la zona interessata dal sequestro (su mandato della Procura di Ferrara) è la copertura delle tribune nord ed est, più la struttura della gradinata.

La scorsa stagione era stato necessario infatti avviare un'opera di ristrutturazione dello stadio per renderlo conforme alle norme della Serie A, tra cui anche l'ampliamento della capienza fino a 16mila posti a sedere: dopo alcuni mesi, però, una delle ditte sub-appaltatrici, avrebbe inviato delle diffide sull'utilizzo delle parti d'impianto in questione, per apparenti criticità di alto livello nell'esecuzione del montaggio (non sarebbero state prese in esame alcune norme sull'antisismica), che avrebbero a loro volta potuto mettere in pericolo gli spettatori.

Problemi per la Spal in Serie A: stadio sotto sequestro
Serie A, sotto sequestro lo stadio della Spal

Serie A, Spal: stadio Mazza sotto sequestro

Questo ha portato all'indagine nei confronti di 8 persone per reati di falso ideologico e frode in pubbliche forniture, mentre il Comune di Ferrara e la Spal risultano parti lese. Resta il fatto che allo stato attuale il Mazza sia inagibile e che se questa misura dovesse protrarsi nel tempo ne sarebbe condizionata anche la prossima stagione della squadra di Leonardo Semplici in Serie A.

Per questo motivo il club ha deciso di sospendere momentaneamente la campagna abbonamenti “Mai Sola”, con la promessa di comunicazione nel minor tempo possibile di eventuali variazioni di date e sedi. Sul sito ufficiale, inoltre, è stato anche diramato un comunicato per commentare la spiacevole questione:

In merito al provvedimento di sequestro di gradinata Nord e curva Est dello stadio, l’amministrazione comunale di Ferrara e S.P.A.L. srl, come parti lese, auspicano che le verifiche finalizzate a chiarire la situazione vengano effettuate nel minor tempo possibile, al fine di garantire a tutti i tifosi spallini la fruizione dell’impianto cittadino.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.