Champions League, tutti i risultati del primo turno di qualificazione

Il Celtic fatica un tempo ma si impone sul Sarajevo, la Stella Rossa bloccata sullo 0-0 in casa del Suduva. Emozioni e gol in Dudelange-Valletta e The New Saints-Feronikeli, stop a sorpresa per gli svedesi dell'AIK.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Riparte la Champions League con il primo turno di qualificazione per l'edizione 2019/2020: 6 i posti in palio nella fase a gironi, numerose le squadre pronte a contenderseli tra cui non mancano nomi prestigiosi. È il caso dell'Ajax, che nella scorsa edizione ha sfiorato la finale, ma anche di Porto, PSV e Dinamo Kiev. Club dalla grande tradizione che però entreranno in gioco nei turni successivi, mentre in questo non mancano comunque realtà come Celtic Glasgow e Stella Rossa, amatissime in patria e capaci in passato di alzare al cielo il trofeo quando ancora si chiamava Coppa dei Campioni.

Il primo turno di qualificazione per la Champions League 2019/2020 si apre nel pomeriggio all'Astana Arena, dove i padroni di casa e campioni del Kazakistan ospitano i rumeni del Cluj guidati da Dan Petrescu, terzino visto in Italia all'inizio degli anni '90 con le maglie di Foggia e Genoa. I campioni di Romania imbrigliano bene l'attacco dei kazaki, guidato dal giovane connazionale Dorin Rotariu, ma vengono beffati dal gol che al 68esimo determina il risultato finale di 1-0 siglata dal 33enne russo Evgenij Postnikov. 

Vittoria casalinga anche per l'Ararat-Armenia, che sorprende il ben più quotato AIK di Stoccolma, campione di Svezia e a guida di un movimento calcistico certamente più rinomato di quello armeno. A decidere la gara è tanto la doppietta del talentuoso trequartista Petros Avetisyan quanto l'espulsione dopo appena 13 minuti del difensore svedese Lundstrom, allontanato per doppia ammonizione dall'arbitro croato Strukan. La rete del nigeriano ex Hoffenheim e Schalke Chinedu Obasi non basta a evitare la sconfitta per gli ospiti ma lascia apertissimo il discorso qualificazione in vista del ritorno.

Chinedu Obasi con la Nigeria
Chinedu Obasi, qui in azione con la maglia della Nigeria, è tornato per la terza volta in tre anni all'AIK di Stoccolma: il suo gol nella sconfitta 2-1 in casa dell'Ararat-Armenia tiene aperto il discorso qualificazione per i campioni di Svezia.

Champions League, il Celtic si impone a Sarajevo, gol e spettacolo in Lussemburgo

Spettacolo e gol a Helsinki dove l'HJK campione di Finlandia regola senza problemi l'HB Torshavn, "la Juventus faroese", con un netto 3-0: apre e chiude le danze il ventenne Lasse Lappalainen, prima imbucandosi bene in area su un lancio in profondità e poi approfittando di un errore in disimpegno degli ospiti. In mezzo c'è il gol di Daniel O'Shaughnessy, bravo a ribattere in rete una respinta del portiere ospite sul colpo di testa del ghanese Mensah. L'HJK vince e convince nonostante sia costretto a giocare in dieci per un'ora in seguito all'espulsione alla mezz'ora del difensore nigeriano Obilor, charo segnale del dislivello esistente tra le due squadre.

Decisamente più equilibrata la sfida che vede scendere in campo a Tallinn gli estoni del Nomme Kalju e i macedoni dello Skendija: a imporsi sono gli ospiti grazie a un rigore realizzato all'81esimo da Agim Ibraimi, visto in Italia nella stagione 2013/2014 quando indossò la maglia del Cagliari in 25 occasioni andando a segno contro Udinese e Sassuolo. Il club più prestigioso a scendere in campo nella giornata di martedì è sicuramente il Celtic di Glasgow, campione di Scozia e impegnato sul campo del Sarajevo: al vantaggio dei padroni di casa firmato da Oremus risponde quasi immediatamente il giovane Johnston, quindi arrivano le reti di Edouard in avvio di ripresa e di Sinclair nel finale per la vittoria in trasferta dei Bhoys.

Gol ed emozioni in Lussemburgo nella sfida tra il Dudelange e i campioni di Malta del Valletta: i padroni di casa chiudono il primo tempo in vantaggio 2-0 ma nella ripresa subiscono la veemente reazione degli ospiti, che prima accorciano con Douglas Ricardo Packer - 32enne brasiliano cresciuto nella Juventus, ha indossato in gioventù anche le maglie di Siena, Pescara e Ravenna - e poi trovano il gol del definitivo 2-2 con Jean Borg.

La sfida tra i lituani del Suduva e la Stella Rossa è l'unica gara che si conclude senza reti, che invece non mancano nel match tra i gallesi del The New Saints e i kosovari del Feronikeli: britannici in vantaggio a inizio ripresa grazie a un rigore di Draper, il 2-0 al 77esimo di Edwards sembra chiudere la gara ma proprio nel finale ecco le reti del 2-1 di Zeka all'89esimo e in pieno recupero quella di Fazliu per un clamoroso 2-2 finale.

I risultati di martedì 9 dicembre, primo turno di qualificazione (andata)

  • Astana v Cluj = 1-0
  • Ararat-Armenia v AIK = 2-1
  • HJK Helsinki v HB Tórshavn = 3-0
  • Nomme Kalju v Skendija = 0-1
  • FK Sarajevo v Celtic Glasgow = 1-3
  • Dudelange v Valletta = 2-2
  • Suduva v Stella Rossa = 0-0
  • The New Saints v Feronikeli = 2-2

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.