MotoGP Sachsenring: pole di Marquez, Rossi 11°, delusione Ducati

Marquez rispetta il pronostico e conquista la pole position al Sachsenring. Me le due Yamaha di Quartararo e Vinales non mollano. 11° Rossi davanti a Petrucci, 13° Dovizioso

Marc Marquez pilota Honda MotoGP

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Marc Marquez firma 1'20"195 e conquista la pole position del Sachsenring: il campione del mondo di MotoGP conferma i favori del pronostico sul tracciato tedesco, ma domani in gara non avrà vita facile. Ancora una volta alle spalle del Cabroncito si piazzano le due Yamaha di Fabio Quartararo e Maverick Vinales, sempre veloci sul giro secco e in netta crescita sul passo gara. Encomiabile il lavoro di Quartararo che, nonostante il dolore alla salla sinistra infortunata durante le FP3, ha stretto i denti e lottato fino all'ultimo decimo di secondo.

Seconda fila formata da Alex Rins, Jack Miller e Cal Crutchlow, in terza troviamo Franco Morbidelli, Pol Espargarò e Joan Mir. Quarta fila con Takaaki Nakagami, Valentino Rossi e Danilo Petrucci. Week-end finora sfortunato per il pilota ternano della Ducati che, dopo essersi visto rallentare il giro veloce da Joan Mir, ha rimediato una caduta in curva 8 che lo ha costretto a rinunciare all'ultimo time attack e ad accontentarsi della 12esim piazza in griglia.

C'è un certa delusione in casa Ducati per le prestazioni dei due piloti che riscontrano problemi con l'usura della gomma posteriore al massimo grado di inclinazione. Gli ingegneri non hanno ancora decifrato la sorgente del problema e dovranno analizzare i dati per cercare di porre una pezza in vista della gara. La classe regina ritornerà in pista alle 09:40 per il warm-up, il semaforo verde alle ore 14:00.

  1. Márquez, 1'20"195 min
  2. Quartararo, + 0,205
  3. Vinales, + 0,211
  4. Rins, + 0,336
  5. Miller, + 0,495
  6. Crutchlow, + 0,662
  7. Morbidelli, + 0,769
  8. Pol Espargaró, + 0,828
  9. Mir, + 0,866
  10. Nakagami, + 0,909
  11. Rossi, + 0,942
  12. Petrucci, + 1,291

MotoGP, la cronaca della Q2 al Sachsenring

14:48 - Quartararo si mette alle spalle di Marquez: incredibile la forza d'animo del rookie francese che nonostante la sublussazione alla spalla sinistra sta lottando ad alti livelli

14:46 - Jack Miller piazza il secondo crono a 4 decimi da Marquez, Rossi solo 10°. Petrucci cade in curva 8

14:43 - Marquez migliora ancora in 1'20"2

14:40 - Dietro Marquez ci sono Rins e Quartararo rispettivamente a uno e due decimi

14:37 - Vinales parte con la hard al posteriore, Marquez firma 1'20"575

MotoGP, Rossi e Nakagami passano in Q2

Valentino Rossi e Takaaki Nakagmi conquistano le due poltrone disponibili per l'accesso alla Q2. Il campione di Tavullia nelle fasi finali della Q1 riporta una cduta in curva 1, dove al mattino sono andati lungo tutti i piloti Yamaha. Brutte notizie per Andrea Dovizioso che domani partirà in griglia dalla 13esima posizione in griglia.

Il forlivese della Ducati continua a lamentare problemi di grip al basso angolo e la sfortuna si accanisce, spingendolo fuori dalla Q2 per soli tre millesimi. Una posizione di partenza alquanto scomoda, che lo costringerà a tentare il tutto per tutto e a lottare nel mucchio per provare a non perdere la scia di Marc Marquez. Ma se i tecnici di Borgo Panigale non riusciranno a decifrare il problema sarà dura anche sul passo gara, oltre che in ottica Mondiale.

Stefan Bradl, che sostituisce Jorge Lorenzo in sella alla Honda, occuperà la 14esima finestra, davanti ad Aleix Espargarò, Andrea Iannone e Pecco Bagnaia. 

  1. Rossi, 1'20"933 min
  2. Nakagami, + 0,169 
  3. Dovizioso, + 0,172
  4. Bradl, + 0,294
  5. Aleix Espargaró, + 0,380
  6. Iannone, + 0,500
  7. Bagnaia, + 0,513
  8. Syahrin, + 0,532
  9. Zarco, + 0,704
  10. Oliveira, + 0,750
  11. Abraham, + 0,863
  12. Rabat, + 1,186

14:25 - Valentino Rossi cade in curva 1 ma la moto riesce a ripartire. Nakagami ruba la seconda posizione a Dovizioso

14:23 - Il Dottore abbassa ulteriormente il tempo in 1'20"933 e si mette in sicurezza

14:21 - Dovizioso ritorna in pista e piazza un buon 1'21"1 che vale la testa della Q1. Al momento Andrea e Valentino accedono alla Q2

14:19 - Andrea Dovizioso 6° e ritorna ai box alquanto contrariato

14:16 - Dopo aver perso provvisoriamente la testa della Q1 il Dottore ritorna al comando in 1'21"236

14:14 - Momentaneamente in testa Aleix Espargarò in 1'21"7, ma Rossi scende a 1'21"5 e passa in testa

14:13 - Primo giro cronometrato per Rabat in 1'22"662

14:11 - Valentino Rossi inizia con la hard nuova al posteriore, Andrea Dovizioso con la soft

14:07 - Il miglior tempo nelle FP4 è di Maverick Vinales che anticipa Marc Marquez di 75 millesimi e Alex Rins di 3 decimi di secondo

Valentino Rossi pilota MotoGP
Valentino Rossi al Sachsenring

MotoGP, il riassunto prima delle qualifiche

Il venerdì di MotoGP sul circuito del Sachsenring fa registrare un'altra brutta caduta ma fortunatamente senza conseguenze. Francesco Bagnaia nel corso delle FP1 è scivolato con la sua Desmosedici GP18 e inizialmente è tornato ai box come se nulla fosse accaduto. Con il trascorrere dei minuti ha avvertito dolori al collo e alla testa sempre più lancinanti, tanto da dover ricorrere alle cure della Clinica Mobile e poi è stato trasportato in ospedale per ulteriori accertamenti. Sabato mattina è tornato in pista, ancora un po' dolorante nonostante gli antidolorifici, ma ha registrato l'ultimo crono nelle FP3.

Accedono direttamente alla Q2 le tre Yamaha di Fabio Quartararo, Maverick Vinales e Franco Morbidelli, che hanno ben gestito le prime tre sessioni di prove libere, mentre Valentino Rossi resta ancora una volta fuori di primi dieci. Il rookie francese, operato all'avambraccio un mese fa, ha riportato una sublussazione alla spalla sinistra, ma dovrebbe essere regolarmente in gioco seppur dolorante. Il miglior tempo è del super favorito Marc Marquez, nell top-10 anche la Honda di Cal Crutchlow, entrambe le Suzuki di Rins e Mir, le Ducati di Danilo Petrucci e Jack Miller, con la KTM di Pol Espargarò che chiude decima. Andrea Dovizioso dovrà passare per la Q1 dopo aver riscontrato qualche problema di troppo in frenata e con l'usura della gomma posteriore alla massima inclinazione.

Ducati naviga in cattive acque: entrambi i piloti ufficiali non sono mai riusciti a dettare un gran ritmo sin dalle libere del venerdì mattina, al contrario di Marc Marquez che conferma di essere padrone assoluto del Sachsenring. Un'eventuale vittoria del leader del Mondiale, con le Ducati fuori dal podio, potrebbe essere un duro colpo da assorbire per la casa di Borgo Panigale dal punto di vista della corsa al titolo iridato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.