Mondiali femminili, Svezia-Inghilterra 2-1: terzo posto alle scandinave

Con una partenza bruciante le scandinave colpiscono due volte nella prima mezz'ora e poi sono abili a contenere la reazione inglese: meritato terzo posto per le ragazze guidate dal ct Peter Gerhardsson.

28 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

In attesa della finale di domani che metterà di fronte Olanda e Stati Uniti, il terzo posto dei Mondiali femminili di Francia 2019 va alla Svezia di Peter Gerhardsson, che ottiene questo risultato grazie alla vittoria nella finalina contro l'Inghilterra di Phil Neville. È un 2-1 che matura nella prima mezz'ora, giocata ad alta intensità dalle svedesi, brave nel colpire due volte nei primi venti minuti e poi abili a contenere la reazione delle inglesi, furiosa ma poco lucida.

La gara si sblocca già all'11esimo minuto di gioco quando la Svezia concretizza il dominio mostrato nelle battute iniziali con un gran tiro al volo di Kosovare Asllani, che raccoglie una respinta imperfetta di Greenwood e supera Telford realizzando la sua terza rete ai Mondiali femminili. Pochi minuti più tardi è ancora la Greenwood a farsi cogliere impreparata su un lancio dalle retrovie, la Jakobsson si invola verso la porta e conclude sul primo palo ma la Telford è brava e fortunata a mettere in corner con l'aiuto dei legni.

Il 2-0 è soltanto rimandato è arriva al 22esimo: la Jakobsson dialoga con Blackstenius e dal vertice sinistro dell'area di rigore colpisce con un destro al giro che si insacca nell'angolino.Il secondo gol subito sembra svegliare l'Inghilterra, che si fa viva con un tiro dalla distanza di Bronze intorno al 25esimo deviato prontamente in angolo dalla Lindahl. Ben più concreta l'opportunità che capita pochi istanti più tardi alla Mead, che al termine di una bella azione corale si vede respingere il tiro a botta sicura da un difensore avversario.

Fase di gioco di Inghilterra-Svezia

Mondiali Femminili, la Svezia di misura sull'Inghilterra

Il 2-1 arriva infine alla mezz'ora, quando Fran Kirby lanciata in profondità aggira la Sembrant e batte Lindahl con un bel sinistro rasoterra che colpisce il palo e poi si insacca in rete. Addirittura al 32esimo arriva il pareggio per le ragazze guidate da Phil Neville: Ellen White si libera e segna, ma al VAR viene rilevato un suo tocco di mano e l'arbitro non può che annullare. Il primo tempo si conclude sul 2-1 per la Svezia, che domina i primi 25 minuti di gioco e poi subisce la reazione delle inglesi che proprio in pieno recupero sfiorano nuovamente il pari ancora con la White, bloccata da Lindahl.

Nella seconda frazione di gioco la partita rimane piacevole, pur se su ritmi decisamente più contenuti rispetto alla mezz'ora iniziale. La Svezia sembra limitarsi a controllare l'avversario mentre l'Inghilterra spinge alla ricerca del pareggio ma senza la necessaria lucidità per rendersi pericolosa. Al 65esimo Julia Zigiotti, entrata a inizio ripresa al posto della Asllani, impegna dalla distanza la Telford con un tiro centrale. Il pressing inglese continua, ma senza costrutto nonostante l'ingresso di Karen Carney: all'80esimo una mischia davanti alla porta difesa dalla Lindahl si risolve in un niente di fatto, all'89esimo sugli sviluppi di un corner la Bronze batte a colpo sicuro ma sulla potente conclusione dell'inglese Nilla Fischer respinge di testa sulla linea

C'è ancora tempo per una fuga in solitaria di Zigiotti, che inciampa ma riesce a rialzarsi e a tirare in porta a tu per tu con Telford che però respinge. Il caldo e la stanchezza si fanno sentire nel finale, le squadre si allungano e non sono lucide. Le inglesi attaccano con orgoglio ma senza precisione, la Svezia si limita a chiudere gli spazi senza più correre rischi. Finisce 2-1 per le ragazze guidate da Peter Gerhardsson, che chiudono i Mondiali femminili di Francia 2019 con un meritato terzo posto.

Il tabellino di Inghilterra-Svezia

Inghilterra (4-1-4-1): Telford; Bronze, Houghton, McManus (83' Daly), Greenwood; Moore; Parris (75' Carney), Scott, Kirby, Mead (50' Taylor); White.

Svezia (4-2-3-1): Lindahl; Glas, Fischer, Sembrant, Ericsson; Bjorn (70' Ilestedt), Seger; Jakobsson, Asllani (46' Zigiotti), Rolfö (27' Hurtig); Blackstenius.

Gol: Asllani 11', Jakobsson 22', Kirby 30'.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.