Inter, Nainggolan futuro tutto da scrivere: no all'ipotesi Cina

Nainggolan non è una priorità di Conte, ma il suo caso è diverso da quello di Icardi. La Cina non lo alletta, si cerca una sistemazione ma ingaggio e costi frenano molte pretendenti.

Inter, Nainggolan durante una partita con la maglia nerazzurra

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

È un inizio d'estate particolare per Radja Nainggolan che dopo un anno vede il suo mondo capovolto. Dodici mesi fa era l'uomo più desiderato del mondo Inter, Spalletti aveva chiesto alla società uno sforzo deciso e concreto per portarlo a Milano e strapparlo finalmente alla Roma. Un'operazione onerosa, da 38 milioni di euro complessivi, che faceva del Ninja l'assoluto protagonista del mercato interista. 

Una stagione sottotono, condizionata anche da tanti problemi fisici, però ha portato Nainggolan ai margini. Per Conte non è indispensabile e oggi le parole di Beppe Marotta lo hanno messo ufficialmente sul mercato.

Come spiegato dal dirigente nerazzurro, sia nel caso di Icardi che in quello del belga, l'essere buoni giocatori non basta alla nuova Inter e adesso l'ex centrocampista della Roma dovrà trovarsi una nuova sistemazione.

Inter, Nainggolan in una gara a San Siro
Inter, Nainggolan può partire

Inter, difficile piazzare Nainggolan: no all'ipotesi Cina

Piazzare il centrocampista classe '88 del resto non è semplicissimo. Pesa a bilancio Nainggolan, tanto che l'Inter apre sì al prestito ma questo dev'essere oneroso e - come riporta la Gazzetta dello Sport - deve coprire la quota d'ammortamento di 9 milioni di euro. A fare da ulteriore zavorra c'è l'ingaggio da 4,5 milioni di euro che taglia fuori molte pretendenti. Il Torino per esempio sembra essersi defilata proprio per questi motivi. 

Nelle ultime ore si è vociferato di un'offerta dell'Inter al Barcellona sotto forma di uno scambio con Vidal che i blaugrana avrebbero però seccamente declinato. Insomma Ausilio deve trovare una sistemazione e negli incontri con l'agente Beltrami per Barella si è parlato anche di Nainggolan. Si cercano soluzioni all'estero, magari in Premier, ma per ora il mercato rimane piuttosto freddo nei confronti del Ninja. 

Dal canto suo il belga non prende per ora in considerazione l'ipotesi di trasferirsi in Cina. Suning ha provato a convincerlo della destinazione Jiangsu, promettendo anche uno stipendio superiore a quello percepito oggi in nerazzurro, ma Nainggolan non appare molto convinto.

Anzi. Vuole rimanere nel calcio che conta e non ha anzi nascosto che la sua priorità fosse quella di convincere Conte e rimanere a Milano. Ci sarebbe poi il sogno di un ritorno alla Roma, ma mancano le condizioni ambientali ed economiche. Per questo quello di Nainggolan è un caso. Diverso da quello Icardi. Ma pur sempre un caso. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.