Calciomercato, clamoroso inserimento della Juventus su Lukaku

Il centravanti del Manchester United, da tempo un obiettivo dell'Inter di Conte, sondato anche dai bianconeri: semplice azione di disturbo o l'intenzione da parte di Paratici di regalare un centravanti a Sarri?

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una delle cose più affascinanti del calciomercato è che certe trattative, date ormai per scontate, non solo possono immediatamente sfumare, ma in alcuni casi anche cambiare clamorosamente protagonisti. Potrebbe essere il caso che riguarda Romelu Lukaku, 26enne centravanti belga in uscita dal Manchester United che Antonio Conte ha indicato fin dal suo arrivo sulla panchina dell'Inter come cardine fondamentale per la squadra che ha in mente.

Dopo averlo a lungo sfiorato, l'Inter rischia però adesso di perdere Lukaku, che secondo Gianluca Di Marzio di Sky Sport sarebbe entrato nel mirino della Juventus: il centravanti costa circa 80 milioni, vuole la Serie A e ha già raggiunto un accordo con i nerazzurri, ma è chiaro che tutto potrebbe saltare se Marotta e Ausilio non stringeranno nei prossimi giorni. Ma il fatto che i bianconeri si siano inseriti nella corsa al poderoso attaccante belga potrebbe nascondere altri interessanti risvolti di calciomercato.

Se è vero che l'intenzione di Paratici potrebbe essere quella di mettere a disposizione di Sarri un centravanti di ruolo, con conseguente doppia cessione di Higuain e Mandzukic, la verità è che l'inserimento su Lukaku potrebbe in realtà essere una semplice manovra di disturbo per costringere l'Inter a venire allo scoperto: Conte infatti vuole assolutamente il belga, il club nerazzurro vuole accontentarlo ma allo stesso tempo deve prima liberarsi di Mauro Icardi, che vuole - ricambiato - la Juventus. L'intreccio è servito.

Mauro Icardi
Incassata la volontà dell'Inter di cederlo, Icardi sembra aver scelto la Juventus: l'inserimento dei bianconeri su Lukaku potrebbe essere soltanto un'azione di disturbo per costringere i nerazzurri a liberarsi dell'argentino.

Calciomercato, la Juventus mette fretta all'Inter per Lukaku

Ecco allora che la mossa della Juventus, l'inserimento nella corsa a Lukaku, potrebbe anche nascondere un secondo fine: quello cioè di spingere l'Inter a liberare Icardi, che preferirebbe cedere l'argentino ad altri club interessati, tra cui il Napoli, per incassare i soldi necessari per chiudere per il belga del Manchester United. Il quale ormai da tempo aspetta di vestirsi di nerazzurro ed è considerato un punto fermo della squadra che verrà da parte di Antonio Conte.

Anche la Juventus, però, prima di stringere per un centravanti - sia esso Lukaku o Icardi - deve prima liberarsi di Higuain e Mandzukic. Anche in quel caso, poi, non è detto che davvero un numero nove arriverebbe alla corte di Maurizio Sarri, che pare abbia designato Cristiano Ronaldo come suo punto di riferimento per il centro dell'attacco. 

L'Inter, intanto, continua a sentirsi padrona della situazione: secondo la Gazzetta dello Sport nel corso della prossima settimana avverrà un incontro tra i dirigenti nerazzurri e quelli del Manchester United. L'intenzione di Marotta è quella di superare lo scoglio rappresentato dalla distanza tra domanda (83 milioni di euro) e l'offerta che fino a oggi non si è spinta oltre i 60. Una differenza notevole, ma come sottolinea il quotidiano sportivo il fatto che avvenga un incontro in proposito rappresenta un passo in avanti e potrebbe significare un passo in avanti da parte di entrambi i club.

Preso dalla possibile partenza di Paul Pogba in direzione Real Madrid, il Manchester United vuole soltanto cash mentre l'Inter sembra intenzionata a spingere sulla strada del prestito oneroso con obbligo di riscatto, sfumate le possibili contropartite rappresentate da Perisic e dallo stesso Icardi: il quale sarà sicuramente ceduto, ma con cifre e tempi stabiliti dai nerazzurri, che non intendono farsi condizionare dalla manovra di disturbo della Juventus. La sfida tra i due club, in ogni caso, è appena cominciata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.