Kyrgios colpisce Nadal: "Non può prendersi una palla nel petto?"

Le parole dell'australiano dopo la sconfitta al secondo turno di Wimbledon contro lo spagnolo.

16 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Show doveva essere e show è stato. Nick Kyrgios ha perso in quattro set contro Rafael Nadal (3-6, 6-3, 6-7, 6-7) al secondo turno di Wimbledon. Sul campo centrale l'australiano ha dato spettacolo in positivo e in negativo mettendo in mostra tutto il suo repertorio.

Tra i tanti colpi sfoggiati, anche un dritto scagliato con tutta la forza che aveva in corpo contro lo spagnolo, che è stato colpito in petto e ha mandato un'occhiataccia all'avversario. Ovviamente di scuse neanche a parlarne. 

Nel post-partita, Kyrgios è tornato proprio su questo episodio e chi si aspettava un pentimento tardivo è rimasto deluso: 

Dite che avrei dovuto scusarmi perché gli ho tirato addosso? E perché? Ho preso la sua racchetta e ho fatto punto. Con tutti gli slam che ha vinto e con tutti i soldi che ha guadagnato non può prendersi una palla addosso? Ci ho proprio mirato, volevo colpirlo al petto e lui ha dei buoni riflessi. Non ho proprio intenzione di scusarmi con lui. L'abilità di Nadal è che non spreca nulla, siamo ai poli opposti. Non posso giocare tutti i punti allo stesso modo. L'arbitr? Orrendo, non ha gestito bene la partita. La regola dice che si deve servire velocemente, perché ho dovuto ogni volta aspettare Rafa tutto quel tempo?

Così il 24enne australiano, attualmente numero 43 nella classifica ATP. La risposta di Nadal non si è fatta attendere:

Non mi sono preoccupato per me, non è quello il problema. Ma quando tiri una palla così forte , in quella direzione, il problema possono essere gli altri: l’arbitro, i giudici di linea, il pubblico. Non sai dove può andare a finire un tiro così. Sono un giocatore e so come proteggermi da un tiro così, ma se la palla finisce in un’altra direzione può colpire e far male a qualcuno. Comunque potenzialmente Kyrgios è uno che ha tutti i mezzi e i colpi per vincere uno Slam

A Kyrgios è stato anche chiesto un commento sulla foto che lo ritraeva in un pub alle 23 della sera precedente al match con Nadal:

Pensi che il match sarebbe andato meglio se non fossi rimasto a bere fino a tardi?. No, non sarebbe cambiato nulla se non fossi uscito, ma tu sembri troppo esaltato nel pormi questa domanda, devi avere una vita troppo noiosa. Sono partito in sordina, ma lui ha giocato molto bene. So di cosa sono capace, devo essere più professionale per poter vincere uno Slam, ma non riesco a fare la vita che fanno Federer, Nadal e Djokovic. E poi c’eri anche tu al pub ieri sera (riferendosi a un giornalista, ndr). Sno un grande tennista, ma non sono un professionista, non mi alleno tutti i giorni, ci sono cose che devo migliorare per arrivare a livello degli altri. Dipende tutto dalla volontà, ma per il momento non posso essere competitivo per uno Slam

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.