Vettel-Ferrari fino al 2020, poi ritorno in Red Bull? E Verstappen...

Seb non vuole ritirarsi, rispetterà il contratto con la Ferrari e poi potrebbe valutare un ritorno in Red Bull. Incognita sul futuro di Verstappen.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sebastian Vettel non ha alcuna voglia di ritirarsi a fine campionato. Nonostante le voci circolate, il quattro volte campione del mondo di Formula 1 non intende lasciare la Ferrari. Il suo sogno è quello di vincere il titolo al volante della rossa, come fece il suo idolo Michael Schumacher.

Nelle scorse settimane si era sparsa l'indiscrezione inerente il possibile ritorno di Fernando Alonso nel 2020 in Ferrari proprio per rimpiazzare Seb, ma si tratta di fantamercato. Non si può negare che il pilota tedesco provi della frustrazione nel ritrovarsi al quinto anno in squadra senza riuscire a competere per il titolo, però è utopistico immaginare che dia l'addio avendo ancora un anno di contratto.

Lui ha già avuto modo più volte di smentire i rumors, che comunque continuano a circolare. Ad ogni modo, salvo colpi di scena clamorosi che nessuno in realtà si attende, Vettel continuerà a correre con la scuderia di Maranello fino al 2020. Poi si vedrà. C'è chi già immagina l'arrivo in rosso di Lewis Hamilton nel 2021, ipotesi che affascina molto i tifosi ferraristi e che probabilmente intriga anche l'attuale driver della Mercedes.

Sebastian Vettel e Chris Horner nel box Red Bull Formula 1
Horner non chiude le porte al ritorno di Vettel in Red Bull

Formula 1, Binotto conferma Vettel per il 2020. E Red Bull non esclude il ritorno

Oltre alle smentite di Vettel stesso su un eventuale ritiro al termine del campionato 2019 di Formula 1, sono arrivate anche le parole di Mattia Binotto sull'argomento. Il team principal della Ferrari ha confermato che l'anno prossimo i piloti saranno ancora Seb e Charles Leclerc.

Posso solo confermare ciò che Seb ha detto - spiega Binotto a Sky Sport -. Abbiamo due piloti con dei contratti in essere e siamo molto felici. La prossima stagione la nostra line-up rimarrà la stessa, non c'è alcun motivo per cui dovremmo cambiare. Non stiamo pensando a Verstappen.

Anche se la stagione 2019 è ancora in corso, vengono già fatti ragionamenti di mercato in ottica 2021. Tra le ipotesi circolate ci sono quella di un approdo di Vettel in Mercedes e quella di un ritorno in Red Bull, con la quale ha vinto quattro titoli mondiali tra il 2010 e il 2013. Il team manager Chris Horner non ha chiuso le porte ad un rientro futuro del pilota tedesco nella scuderia di Milton Keynes.

Abbiamo bei ricordi del periodo passato con Sebastian - ha dichiarato Horner a Servus TV -. Fa parte della storia del nostro team, ha vinto quattro titoli e molte gare insieme a noi. Abbiamo una relazione speciale con lui. Sebbene ora stia guidando per la Ferrari, viene spesso a vedere i meccanici, conosce la maggior parte delle facce, è ancora un amico della squadra. Ed è stato molto contento del nostro risultato al Red Bull Ring. Ci sono rispetto e amicizia tra noi.

Max Verstappen e Toto Wolff nel paddock Formula 1
Toto Wolff non si sbilancia su un eventuale futuro di Max Verstappen in Mercedes

Verstappen, quale futuro? Red Bull deve temere Mercedes

Tante volte si è parlato del contratto di Max Verstappen e dell'esistenza di una clausola prestazionale che gli consente di lasciare la Red Bull già a fine 2019. Tuttavia, non si conoscono i dettagli precisi e dunque non è chiaro in che caso il pilota possa eventualmente esercitare tale clausola per liberarsi prima del 2020. Per la scuderia di Milton Keynes sarebbe una grande beffa, considerando che Pierre Gasly non sta raccogliendo buoni risultati e che non sarebbe facile rimpiazzare l'olandese.

La destinazione di Verstappen, in caso di addio, sarebbe la Mercedes. Il contratto di Valtteri Bottas scade a dicembre 2019 e ancora non è stato rinnovato. Toto Wolff al momento non si è sbilanciato. Ma conosce molto bene Jos Verstappen, padre di Max, e qualche chiacchierata sul futuro i due la faranno certamente. Comunque, nell'ultimo GP in Austria il dirigente della scuderia anglo-tedesca ha preferito negare contatti.

Non ho parlato con Max - ha dichiarato -. Mi piacerebbe farlo come abbiamo fatto in passato, ma prima dobbiamo valutare la nostra attuale line-up e parlare con loro. Solo successivamente possiamo affrontare una discussione corretta con altri piloti.

La Mercedes ha sotto contratto anche Esteban Ocon e George Russell, due driver giovani ai quali piacerebbe avere la chance di affiancare Hamilton. Ovviamente Bottas intende fare di tutto per mantenere il proprio sedile attuale. Sullo sfondo c'è Verstappen, che finora ha manifestato sempre fiducia nel progetto Red Bull pur non nascondendo il suo desiderio di lottare costantemente per vincere. Solo nei prossimi mesi si capirà se effettivamente il 21enne pilota olandese rimarrà nell'attuale team o se eserciterà la clausola di risoluzione contrattuale anticipata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.