Copa America, Gabriel Jesus porta il Brasile in finale: Argentina ko

Leo Messi non basta all'Albiceleste, il posto in finale al Maracanã contro la vincente tra Cile e Perù se lo prende la Seleçao.

1 condivisione 1 commento

di - | aggiornato

Share

Al Mineirao brilla una stella più di ogni altra, è quella di Gabriel Jesus. Dopo aver portato il Brasile in semifinale segnando il rigore decisivo Paraguay, l'attaccante del City diventa protagonista anche del Super Clásico, sbloccando la partita con l'Argentina nel primo tempo e servendo l'assist per il raddoppio di Firmino nel secondo. È lui a deciderla, è lui a portare la Seleçao a vincere 2-0 e arrivare all'epilogo di questa edizione della Copa America contro la vincente tra Perù e Cile.

Niente da fare per l'Albiceleste, che si affida alle sole fiammate di Leo Messi, troppo poco per impensierire una difesa che si conferma invulnerabile. Il Brasile è concreto, cinico, maturo.

Il capitano Dani Alves sfodera una prestazione monumentale, Gabriel Jesus segna e rifinisce, Alisson si conferma una saracinesca, supportato da Thiago Silva davanti a lui. Tite prepara una partita perfetta, lasciando il pallino del gioco nei piedi degli argentini e colpendoli alle prime occasioni utili. E adesso la sua Seleçao può davvero sognare: il suo posto al Maracanã il prossimo 7 luglio se l'è conquistato. Niente da fare invece per Leo Messi, tra i migliori di una Selección che esce comunque a testa alta da questa competizione.

Copa America, Brasile-Argentina: Messi non riesce a incidere
Messi non riesce a incidere in Brasile-Argentina di Copa America

Copa America, Brasile-Argentina

La partita inizia in modo molto bloccato, le due squadre si studiano, si fermano con le "cattive" portando a molte interruzioni di gioco e poche occasioni. Gabriel Jesus è il giocatore che viene preso di mira particolarmente dai calciatori argentini e già all'8' arriva il primo cartellino giallo per Tagliafico (al terzo fallo subito in avvio di gara dall'attaccante del Manchester City). La prima conclusione arriva quattro minuti più tardi, una conclusione di Paredes da fuori area che finisce di poco fuori e sfiora l'incrocio.

La partita continua su ritmi bassi e si sblocca grazie a un'azione meravigliosa del Brasile, da "Futebol bailado", avviata da Dani Alves (con un sombrero e una finta), rifinita da Firmino e conclusa proprio da Gabriel Jesus a due passi dalla porta, accendendo la torcida del Mineirao.

 Copa America, Brasile-Argentina sbloccata da un gol di Gabriel Jesus
Gabriel Jesus sblocca la partita di Copa America tra Brasile e Argentina

Il gol della Selaçao accende la reazione dell'Argentina, che ci prova prima con una punizione innocua di Messi calciata direttamente in porta, poi alla 30' con un'altra indirizzata perfettamente sulla testa di Agüero, che incorna benissimo ma vede il suo urlo strozzato dalla traversa. A sprazzi si inizia a vedere il vero Messi e l'Argentina inevitabilmente aumenta pressione e baricentro, chiudendo il Brasile nella propria metà campo. La difesa di Tite si conferma però molto attenta e conduce il risultato sull'1-0 all'intervallo.

La ripresa

La prima fiammata del secondo tempo è sempre dell'Argentina, un tiro di Lautaro dal limite dell'area bloccato senza problemi da Alisson. Passano altri due minuti, un'azione avviata da Agüero porta un appoggio delicato di Messi per l'accorrente De Paul, che da buona posizione ci mette tanta potenza, ma poca precisione e spreca calciando alto. Il Brasile si fa vedere al 56' con un'azione splendida che porta Gabriel Jesus a mettere Coutinho davanti alla porta: il giocatore del Barcellona spreca l'ottima occasione. Trascorre un minuto e per poco non vale il famoso adagio "gol sbagliato, gol subito" perché Leo Messi calcia potente di sinistro sul palo da posizione defilata dopo un controllo magistrale su tiro ribattuto di Lautaro Martinez.

Al 66' altra fiammata della Pulce, che si conquista un calcio di punizione dal limite (fallo di Dani Alves, già ammonito) e poi la mette all'incrocio, trovando però i guanti di Alisson. L'Argentina si proietta in avanti, il Brasile ne approfitta con una nuova fiammata di Gabriel Jesus, che trascina il pallone da una metà campo all'altra e in contropiede serve a Firmino un cioccolatino già scartato, che l'attaccante del Liverpool appoggia in porta per il 2-0 (stavolta senza no-look).

Di Firmino il 2-0 in Brasile-Argentina di Copa America
Copa America, il 2-0 porta la firma di Firmino

Il match comincia a innervosirsi, il ct dell'Argentina Leo Scaloni viene ammonito per proteste dall'arbitro Roddy Zambrano a un quarto d'ora dalla fine. L'allenatore dell'Albiceleste le prova tutte, a cinque minuti dalla triplice fischio inserisce Dybala per Tagliafico e sposta Di Maria terzino sinistro. È troppo tardi però, il sogno dell'Argentina si interrompe in semifinale. Alla fine a sorridere è solo il Brasile, che si prende meritatamente il suo posto nella finale del Maracanã di questa edizione della Copa America.

Il tabellino di Brasile-Argentina 2-0

Brasile (4-2-3-1): Alisson; Dani Alves, Marquinhos (64' Miranda), Thiago Silva, Alex Sandro; Arthur, Casemiro; Gabriel Jesus (80' Allan), Philippe Coutinho, Everton (46' Willian); Roberto Firmino. All. Tite.

Argentina (4-3-3): Armani; Foyth, Pezzella, Otamendi, Tagliafico (85' Dybala); De Paul (67' Lo Celso), Paredes, Acuña (59' Di Maria); Messi, Lautaro Martínez, Agüero. All. Scaloni.

Arbitro: Roddy Zambrano (Ecuador)

Marcatori: 19' Gabriel Jesus, 71' Firmino.

Note: ammoniti Tagliafico, Acuña, Foyth, Lautaro Martínez, Agüero (A) e Dani Alves, Allan (B).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.