Mondiali femminili, Stati Uniti in finale: battuta l'Inghilterra per 2-1

I gol arrivano tutti nel primo tempo, decide Morgan al 31'. Le inglesi recriminano però per un gol annullato nel cuore della ripresa e per un rigore sbagliato.

L'Inghilterra perde la semifinale dei Mondiali femminili contro gli Stati Uniti

14 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Lotta, equilibrio, incertezza. Ha regalato emozioni la prima delle due semifinali dei Mondiali femminili. Al termine di una sfida molto tirata gli Stati Uniti sono riusciti a imporsi per 2-1 sull'Inghilterra. Decisivi i gol di Press, al 10', e di Morgan al 31'. Inutile per le inglesi la rete del momentaneo 1-1 di White, attuale capocannoniere del torneo proprio insieme a Morgan con 6 centri. Le americane sono alla quinta finale su 8 edizioni (in 3 occasioni hanno vinto).

La partita l'hanno fatta le americane fin dalle prime battute di gioco, anche se l'Inghilterra, schierata con il 4-4-2, ha spesso messo in difficoltà le statunitensi con contropiede rapidi e ben organizzati. La prima occasione è di marca USA, con Lavelle che chiama Telford a una grande parata con una potente conclusione che però è centrale. Al 10' il vantaggio delle americane: è brava Press a finalizzare di testa il cross di O’ Hara dalla destra, liberata da un elegante velo di Morgan.

In questi Mondiali però le inglesi sono andate in gol in ogni partita e infatti riescono a perforare anche la difesa degli Stati Uniti: al 19' Mead crossa dal vertice sinistro dell'area, White è brava a liberarsi alle spalle di Dahlkemper battendo Naeher con un preciso e potente piatto centrale. Al 28′ l'Inghilterra sfiora il vantaggio per un quasi-autogol di Sauerbrunn che, deviando maldestramente un cross di Walsh, manda la palla non molto lontano dalla propria porta.

Il gol di Alex Morgan nella semifinale dei Mondiali
Alex Morgan esulta dopo il gol nella semifinale dei Mondiali

Mondiali, Inghilterra-Stati Uniti 1-2: decide Morgan

L'America non si fa però intimorire e al 31' passa nuovamente in vantaggio: Horan ha tempo e spazio per crossare dalla trequarti e pescare l'accorrente Morgan che, ancora di testa, realizza il 2-1. Passa però un solo minuto e l'Inghilterra risponde: Naeher è infatti costretta a distendersi in tuffo per respingere in angolo una conclusione da fuori area di Walsh.

Nella ripresa il ritmo cala notevolmente e gli Stati Uniti riescono a far loro il predominio territoriale. Le americane provano a verticalizzare appena possibile, ma sono meno sbilanciate in avanti di quanto non lo fossero nel primo tempo. La prima occasione viene creata al 60' da Press che, invece di servire Morgan, calcia ma si rivela imprecisa. A sorpresa l'Inghilterra trova il pareggio al 67', con White che aveva trovato il 2-2 dopo un bellissimo tocco di prima di Scott. L'attaccante inglese era però in fuorigioco e, con l'intervento del VAR, il gol è stato annullato. Al 78' la White si divora una clamorosa palla gol da dentro l'area piccola, lisciando il pallone messo dentro da Stokes. Anche qui l'arbitro si fa aiutare dal VAR e vede un contatto fra il bomber inglese e Sauerbrunn, e assegna il rigore. Dal dischetto si presenta Houghton che però si fa parare il tiro da Naeher. All'87' Bright perde la testa e lascia le compagne in 10 per un fallo evitabilissimo. L'Inghilterra da quel momento non riesce più a reagire. Finisce così, con le americane che raggiungono l'ennesima finale della storia dei Mondiali. E sono ancora le favorite.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.