Figlio in arrivo: Isco rifiuta la cessione e resta al Real Madrid

A breve la fidanzata del trequartista porterà a termine la gravidanza: per questo il giocatore avrebbe comunicato ai dirigenti del Real la volontà di restare.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Hazard, Jovic, Eder Militao e Mendy. Duecentocinquantotto milioni spesi che diventano 303 se all'elenco consideriamo pure il giovane Rodrygo, pronto a sbarcare in Europa con un anno di ritardo rispetto al suo acquisto. La volontà del Real Madrid è quella di tornare a competere per la Champions League, e le spese effettuate per i nuovi acquisti ne sono la conferma. Adesso pare essere arrivato il momento delle cessioni, anche se il principale indiziato alla partenza, vale a dire Isco, ha comunicato alla dirigenza l'intenzione di rimanere in squadra.

Dopo due stagioni da protagonista sotto la prima gestione Zidane, il centrocampista spagnolo non ha decisamente brillato nel corso del campionato appena trascorso, e neppure il ritorno del tecnico francese è bastato per rivedere il giocatore ammirato sino alla finale di Kiev. Schierato con poco profitto come mezzala o esterno sinistro da Lopetegui, Isco è poi scivolato in panchina per via di alcune incomprensioni con Solari, che lo ha impiegato dall'inizio solo nelle gare contro CSKA Mosca, in Champions League, Melilla e Leganes, in Coppa del Re.

Celebrato con un gol il ritorno in campo da titolare in Liga dopo quasi cinque mesi, il numero 22 si è ripetuto nel match successivo prima di finire ancora in discussione nel nuovo 4-3-3 di Zizou, ora intenzionato a giocare con due esterni veri visto l'addio – ancora pesantissimo – di Cristiano Ronaldo (l'acquisto di Hazard ne è la prova).

Un cenno d'intesa tra Isco e Zidane
Stretta di mano tra Isco e Zidane

Isco rimane al Real Madrid: la famiglia prima di tutto

Non più di qualche settimana fa il nome di Isco è apparso sulla lista dei partenti stilata da Marca: secondo il giornale spagnolo la sua cessione sarebbe servita per recuperare parte di quei milioni già spesi sul mercato da parte del Real Madrid (al momento ne sono arrivati 75 dalla cessioni di Kovacic e Llorente). L'obiettivo degli spagnoli era di incassarne un'ottantina solo col fantasista, ma la decisione del giocatore potrebbe ora spingere alla partenza un altro big della rosa, come Bale, Asensio o Marcelo.

Nonostante l'interessamento della Juventus e delle due squadre di Manchester, la volontà del trequartista spagnolo è quella di restare a Madrid a causa della nascita del secondo figlio, che avverrà a breve. La sua compagna, l'attrice Sara Sálamo, soffre infatti di endometriosi, una malattia che provoca fortissimi dolori fisici e spesso infertilità: per questo motivo il calciatore vorrebbe evitarle un'ulteriore fonte di stress come il trasferimento in un'altra città o paese.

Nessuna ragione tattica o economica alla base della sua decisione, dunque. Soltanto una questione di priorità familiare che a Valdebebas non è stata però accolta col sorriso, visti i rapporti col giocatore ai minimi storici. Inoltre, la mancata partenza di Isco potrebbe compromettere l'arrivo di Paul Pogba, attuale obiettivo numero uno della dirigenza del Real Madrid. Ma chissà che il lieto evento non rappresenti un'occasione di rilancio per l'ex Malaga...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.