Rooney: "Ferguson il mio miglior allenatore? No, è stato Van Gaal"

La leggenda del Manchester United definisce il tecnico olandese, con cui ha lavorato dal 2014 al 2016, il migliore con cui abbia mai lavorato. Snobbato lo scozzese che lo ha lanciato nel grande calcio.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Miglior bomber di sempre dell'Inghilterra e del Manchester United, una carriera lunga e ricca di trofei che ancora deve concludersi, Wayne Rooney è sicuramente uno dei calciatori più noti ancora in circolazione: il 33enne attaccante del DC United ultimamente sta facendo parlare di se grazie alle magie che è capace di regalare al pubblico della MLS, il campionato americano di cui è la stella insieme a Zlatan Ibrahimovic.

Dopo aver segnato un favoloso gol da centrocampo lo scorso giovedì, rete che ha steso Orlando City e permesso al DC United di avvicinare la vetta della classifica della Eastern Conference, la leggenda del calcio inglese è tornato al centro della ribalta per alcune dichiarazioni rilasciate al Mirror: poco incline alla diplomazia, senza peli sulla lingua, Rooney ha definito Louis Van Gaal il miglior allenatore con cui abbia mai lavorato, snobbando clamorosamente il mitico Sir Alex Ferguson.

Parole che faranno sicuramente parlare in Inghilterra e soprattutto nei dintorni di Manchester, dove l'ex manager che ha fatto grande lo United viene considerato il miglior allenatore della storia dall'alto di un curriculum che lo ha visto vincere tutto: 13 Premier League, 2 Champions League, Mondiale per Club e Coppa Intercontinentale, 5 FA Cup. Buona parte di questi trofei sono arrivati insieme a Wayne Rooney, prelevato dall'Everton nel lontano 2004 proprio dal tecnico scozzese e lanciato nel calcio che conta: un rapporto durato 9 anni (fino al ritiro di Ferguson nel 2013) dove però non sono mancati i momenti di frizione.

Rooney con Ferguson il giorno della presentazione al Manchester United
2004, il Manchester United acquista Wayne Rooney: artefice dell'operazione è il manager Alex Ferguson, che sborsa all'Everton 39 milioni di euro.

Rooney: "In futuro voglio allenare, ho già ricevuto alcune offerte"

Ad esempio nell'ottobre del 2010, quando Rooney accusò Ferguson di non essere capace di tenere testa al Manchester City sul mercato e chiese la cessione. Uno strappo che venne ricucito ma che non fu l'unico, dato che quando lo scozzese lasciò la panchina dello United raccontò che l'attaccante aveva successivamente chiesto di nuovo di poter lasciare l'Old Trafford. Una circostanza, quest'ultima, smentita da Rooney, che adesso torna alla carica definendo Van Gaal, con cui ha lavorato soltanto dal 2014 al 2016, il miglior allenatore con cui abbia mai lavorato.

Van Gaal è di gran lunga il miglior allenatore con cui abbia mai lavorato - al 100%! Le sue capacità tattiche, il suo modo di preparare la partita e la sua attenzione ai più minimi dettagli sono cose che ho ammirato in lui e che ho trovato fantastiche. Non avevo mai visto cose del genere prima. 

Louis Van Gaal, ritiratosi lo scorso 11 marzo dopo una carriera che lo ha visto guidare Ajax, Barcellona, Olanda, Bayern Monaco e Manchester United, si è seduto sulla panchina dell'Old Trafford nel 2014 restando fino al 2016: due anni in cui sono arrivati un quarto e un quinto posto in Premier League e la vittoria, poco prima dell'esonero, della FA Cup. Risultati non certo esaltanti vista la dimensione del club, ma che sono bastati a Rooney per ammirare il tecnico olandese e definirlo un modello per il futuro: l'intenzione della stella del DC United, infatti, è quella di seguire le orme di Lampard e Gerrard e cimentarsi nella carriera di manager una volta appesi gli scarpini al chiodo.

Van Gaal sa che il suo metodo di lavoro è duro per i giocatori. Lo avvisai di questo a suo tempo e ne abbiamo parlato molte volte insieme. Mi dispiace come tutto sia finito, ma sono sicuro di una cosa: ho imparato moltissimo da lui e sicuramente utilizzerò quelle lezioni quando sarò un manager. Ho già ricevuto alcune offerte, ma al momento mi sento ancora un calciatore e voglio godermi questa vita. Quando smetterò valuterò le proposte. È bello vedere che Lampard e Gerrard hanno avuto possibilità in grandi club, è una cosa che mi regala speranza anche perché è quello che intendo fare anch'io in futuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.