Chelsea, il mercato resta bloccato: i rinforzi sono i prestiti

Uno dei compiti del nuovo manager Frank Lampard, ormai a un passo dalla panchina dei Blues, sarà quello di valutare e rilanciare i tanti giocatori tornati alla base dopo aver trascorso l'ultima stagione in prestito.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Archiviato dopo una sola stagione il progetto legato a Maurizio Sarri, tornato alla Juventus all'indomani della vittoria in Europa League, il Chelsea si prepara ad affrontare la prossima stagione senza poter operare sul mercato in entrata, punizione della FIFA relativa al tesseramento irregolare di numerosi calciatori minorenni e che dovrebbe estendersi fino all'estate del 2020 compresa.

Una mazzata non da poco per un club da sempre protagonista del calciomercato e che invece nella sessione che si apre domani dovrà restare a guardare le concorrenti rinforzarsi senza poter intervenire. Quella che verrà sarà la stagione delle idee per i Blues, che pur disponendo di una rosa di qualità dovranno nominare un nuovo manager e poi cercare di ovviare al blocco del mercato valutando attentamente i giocatori a disposizione, una lista lunga e che comprende diversi calciatori che hanno trascorso l'ultimo anno lontano da Stamford Bridge.

Per la panchina sembra tutto fatto per l'arrivo di Frank Lampard, fresco 41enne che dopo la buona stagione d'esordio come allenatore al Derby County avrà la possibilità di guidare il club con cui ha giocato dal 2001 al 2014. Starà a lui mantenere il Chelsea nell'élite del calcio inglese ed europeo così come starà sempre a lui valutare i tanti giocatori di ritorno dai prestiti per costruire una rosa profonda e di qualità. Il Mirror ha stilato una lista dei possibili calciatori che potrebbero restare in forza ai Blues e ritagliarsi uno spazio importante nell'undici titolare.

Christian Pulisic in azione
Christian Pulisic, 21 anni a settembre, sarà di fatto l'unico vero "nuovo acquisto" del calciomercato estivo del Chelsea: è stato acquistato a gennaio per 64 milioni di euro.

Chelsea: tutti i possibili rinforzi per Frank Lampard

Il possente difensore francese Kurt Zouma, 24 anni, ha trascorso l'ultima stagione in prestito all'Everton fornendo una serie di buone prestazioni che hanno contribuito in modo determinante al nono posto finale dei Toffees, che pare abbiano chiesto al Chelsea di poter procedere a un trasferimento definitivo. Forse con il mercato aperto questa sarebbe stata la soluzione più naturale, ma con il blocco imposto dalla FIFA è difficile immaginare che i Blues rinuncino a un difensore giovane eppure già esperto, che dopo essere rinato sembra pronto a lottare per una maglia da titolare a Londra.

Ha buone possibilità di restare al Chelsea anche un altro difensore centrale, il 21enne Fikayo Tomori: pur essendo ancora giovane il ragazzo ha mostrato di essere in possesso di ottime qualità e grande personalità, andando a vincere il premio di calciatore dell'anno nel Derby County. Qui era allenato proprio da Lampard, che non ha mai rinunciato al suo apporto e che potrebbe essere tentato di lanciarlo definitivamente ad alto livello nei Blues.

Discorso simile per il centrocampista Mason Mount, che dopo essersi messo in mostra in prestito nel Vitesse, in Eredivisie, si è ripetuto al Derby County in Championship guadagnandosi la fiducia di Lampard e contendendo fino all'ultimo a Tomori il premio come calciatore dell'anno per i Rams. Merito del grande dinamismo di cui è in possesso e delle ottime qualità negli inserimenti, caratteristiche che unite alla voglia di emergere dovrebbero garantirgli un posto nella rosa del Chelsea 2019/2020.

Michy Batshuayi ha 25 anni e alle spalle una stagione, l'ultima, trascorsa tra luci e ombre. I primi sei mesi passati al Valencia sembravano averne definitivamente offuscato la stella, già appannata dopo una serie di annate non particolarmente brillanti, il finale di stagione che lo ha visto indossare la maglia del Crystal Palace lo ha invece parzialmente riabilitato con 5 gol in 11 presenze. Potrebbe non bastare per restare al Chelsea, ma la partenza di Hazard in direzione Madrid e la scarsa forma di Giroud - oltre ovviamente al blocco del mercato - potrebbero portare a una sua permanenza. 

Attenzione però, perché in un Chelsea incredibilmente indebolito in attacco - oltre alla partenza di Hazard va registrato anche il mancato riscatto di Higuain - potrebbero far comodo anche i centimetri, i chili e i gol di Tammy Abraham, 26 volte a segno nell'ultima edizione della Championship con la maglia dell'Aston Villa. 21 anni, l'attaccante è chiamato a dimostrare le proprie qualità anche in Premier League: ha già fallito una volta con lo Swansea, ma visti i numeri messi insieme in seconda divisione potrebbe meritare una nuova possibilità.

Mason Mount abbraccia Frank Lampard
Nella sua prima stagione come allenatore Frank Lampard ha guidato il Derby County a un passo dalla promozione in Premier League puntando su due ragazzi in prestito dal Chelsea, Fikayo Tomori e Mason Mount.

Miglior calciatore del Wigan Athletic nell'ultima stagione, anche Reece James potrebbe essere un rinforzo importante per il Chelsea: terzino di 19 anni, qualità tecniche e atletiche indiscutibili, veniva considerato una sicura aggiunta alla rosa anche prima del blocco del mercato. Il problema è un infortunio ai legamenti che lo ha bloccato temporaneamente ai box e che potrebbe costringerlo a stare fermo per la prima parte di stagione. Possibile comunque che resti in squadra per poi scendere in campo non appena si sarà ristabilito.

Complicata la situazione che riguarda Tiémoué Bakayoko: il mediano francese ha passato l'ultima stagione al Milan, dove dopo un inizio difficile sembrava essersi preso un ruolo da protagonista salvo compromettere tutto con un finale di stagione tutt'altro che brillante. I rossoneri non lo hanno riscattato, allo stesso tempo però parte della tifoseria del Chelsea ha detto chiaramente di non gradire il suo eventuale ritorno. A risolvere la situazione potrebbe essere Leonardo, che pare voglia portarlo al PSG.

Il Mirror nomina anche Victor Moses e Alvaro Morata, giocatori ceduti in prestito per 18 mesi lo scorso gennaio rispettivamente a Fenerbache e Atletico Madrid e dunque virtualmente lontani da Stamford Bridge. In realtà se il discorso vale per Moses, esterno dal rendimento altalenante, per Morata la questione è diversa: pare infatti che i Blues avrebbero intimato all'Atletico Madrid, che attende di incassare la clausola per la cessione di Griezmann per poi investirla su Joao Felix, di pagare immediatamente i 55 milioni di euro previsti per il riscatto del centravanti oppure potrebbero forzare un suo ritorno a Londra. Lo spagnolo è apparso poco convincente nelle ultime due stagioni, ma la penuria di attaccanti potrebbe spingere Lampard a provare a investirci.

Un altro prestito che tornerà alla base, almeno nominalmente, è l'esterno d'attacco americano Christian Pulisic: prelevato dal Borussia Dortmund a gennaio per 64 milioni di euro, il prossimo 21enne attaccante di origini croate è stato lasciato in prestito al club tedesco fino a fine stagione e in estate rappresenterà, di fatto, l'unico vero "nuovo acquisto" dei Blues. Qui sarà chiamato a sostituire Eden Hazard, una responsabilità importantissima e che lo metterà immediatamente a dura prova. A Londra restano però convinti dell'investimento fatto a suo tempo e si aspettano grandi cose, così come da una squadra che come abbiamo visto potrebbe presentare al via, nonostante il blocco del mercato, numerose novità.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.