F1 2019, la recensione: tutti i segreti del nuovo titolo Codemasters

Il gioco prodotto dall'azienda britannica è pronto a sbarcare sulle console di tutto il mondo con tantissime novità.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Finalmente siamo giunti a quel periodo dell'anno in cui la pista lascia spazio al joystick per un'esperienza immersiva nel mondo della F1. A servirci F1 2019 è nuovamente Codemasters, che continua a seguire la linea tracciata ormai quasi 10 anni fa con il primo Formula 1 prodotto dall'azienda britannica.

A sorreggere l'impiantistica di questo F1 2019 è come sempre la celebre modalità "Carriera", molto curata, ma allo stesso tempo anche lasciata con qualche peccatuccio di troppo. Ad introdurci nel magico mondo della Formula 1 c'è la grande novità che questo titolo porta al battesimo, ovvero la F2.

Purtroppo il campionato cadetto rispecchia team e piloti di una stagione fa, ma la meccanica di guida e la rifinitura di dettagli di queste nuove vetture è davvero di alto livello. Una volta costruito il nostro avatar potremo prendere parte alla "Carriera" dove verremo catapultati proprio in F2. Prima però dovremo scegliere per quale "Academy" vorremo correre tra Ferrari, Mercedes, Renault e McLaren.

L'Alfa Romeo Racing in AustraliaF1® 2019
F1 2019 lancia la novità della F2

F1 2019: dalla F2 al Mondiale

Qui però arriva la prima crepa di F1 2019. Non ci è concesso prendere, infatti, parte all'intera stagione di F2 piuttosto faremo 2 spezzoni di GP e una gara completa. Molto apprezzati, invece, gli intramezzi tra un GP e l'altro dove avremo animate discussioni con il nostro compagno di team e la nostra antipatica nemesi che ci accompagneranno nell'arco di tutta la nostra carriera un po' in stile "Il Viaggio" visto ormai da qualche anno su FIFA.

L'idea è innovativa e sicuramente vincente, ma l'impressione è che vada affinata nel tempo. Seppur migliorate restano non impeccabili le interviste di fine gara dove la giornalista ci pone delle domande che non sempre rispecchiano la realtà di quanto accaduto.

La F2 si avvale di una telecronaca diversa da quella della F1 proprio come accade nella realtà. Una cosa sicuramente da apprezzare che rende tutta l'esperienza più veritiera. Dal punto di vista del sistema di guida F1 2019 vuole essere, come i suoi predecessori, un gioco che non si preoccupa di essere simulativo, piuttosto di divertire l'utente medio amante dei racing game e della Formula 1.

La grafica è di altissimo livello, ma ancora macchiata da qualche imperfezione, in particolare non soddisfano troppo le dinamiche osservate in caso di incidente. Disturba anche il fatto che durante la Carriera, una volta giunti in F1, riceviamo subito offerte da parte di top team come Ferrari e Mercedes.

Nel titolo naturalmente oltre la "Carriera" si fanno spazio anche i campionati di F1 e F2, le prove a tempo e la possibilità di gareggiare con le vetture classiche. Inoltre i fortunati possessori della Legends Edition potranno divertirsi in ben 8 sfide iconiche tra Senna e Prost.

Il comparto audio, per quanto concerne il rumore dei motori, è di ottima fattura. Deludenti le telecronache. Almeno per quanto riguarda la versione italiana, infatti, il nostro Vanzini si ritrova a ripetere sempre le stesse poche frasi registrate. Altra pecca anche in F2 dove spesso viene chiamato in causa il nostro Valsecchi, ma la voce che si sente non sembra per niente quella dell'opinionista di Sky.

Continua a mancare colpevolmente la modalità multiplayer locale. In generale comunque F1 2019 resta un buon titolo che lancia le basi per un futuro che si prospetta con una modalità "Carriera" costruita sulla base di una trama, idea che a noi è piaciuta, ma che bisognerà sicuramente affinare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.