Guardiola: "Prima o poi tornerò a Barcellona. Ma non come presidente"

Il tecnico del Manchester City in occasione di un evento della fondazione Cruijff si apre sul futuro e sulle recenti voci di calciomercato: "Rodri è un grande giocatore, De Jong un buon affare. De Ligt? Ottimo centrale."

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Uno dei nomi più chiacchierati dell'ultimo calciomercato, reduce da una stagione che lo ha visto centrare tutti gli obiettivi nazionali con il suo Manchester City, Pep Guardiola è stato protagonista di una lunga e avvincente chiacchierata che lo ha visto toccare numerosi argomenti di attualità. L'occasione è venuta dall'inaugurazione del Cruijff Court di Els Hostalets de Pierola, piccolo comune in provincia di Barcellona.

Si tratta di uno degli oltre 200 campetti da calcio, creati per promuovere valori quali l'integrazione, il gioco di squadra e la responsabilità e combattere sedentarietà e obesità infantile, realizzati dalla Johan Cruyff Foundation, ente benefico di cui Guardiola è padrino e ambasciatore. A margine della cerimonia il tecnico del Manchester City ha parlato anche di un suo possibile ritorno a Barcellona, che ha dato come certo anche se non nel ruolo di presidente che tanti avevano ipotizzato per lui.

Tornerò a Barcellona prima o poi, ma come presidente scordatevelo. Per essere presidente devi essere preparato, sapere cose che non conosco. Cerco di essere un buon allenatore, nell'ultimo decennio non mi è andata poi tanto male. Tornerò a Barcellona per viverci, prima o poi.

Guardiola con Messi
Josep Guardiola abbraccia Leo Messi: i due hanno scritto la storia del Barcellona e il tecnico ribadisce la sua ammirazione per l'argentino: "Nessuno può mettere in dubbio le sue qualità."

Guardiola sul calciomercato: "De Ligt? Ottimo centrale, chi lo prenderà sarà a posto per anni"

Smentite dunque le voci che lo vorrebbero di ritorno nel club che lo ha reso quello che è oggi, e che allo stesso tempo ha rivoluzionato sulla scia di quel Johan Cruijff che è stato per lui fonte d'ispirazione, Guardiola si è prestato anche a parlare di molti altri argomenti. Tema centrale soprattutto il calciomercato blaugrana e del Manchester City, che viene dato sulle tracce di Rodri e Marco Asensio.

Non c'è alcuna possibilità che il Manchester City acquisti Marco Asensio. Rodri? Nego di averlo chiamato, mi piace e vedremo cosa succederà. È un gran bel giocatore. Sul possibile ritorno di Neymar al Barcellona non dico niente, non voglio che la mia opinione possa essere interpretata male. Se è compatibile con Griezmann? I buoni giocatori, e loro lo sono, sono sempre i benvenuti in ogni squadra. Tutto dipende dalle idee che ha in mente l'allenatore. Frenkie de Jong è stato un buon affare per il club.

Certo è che il Barcellona potrà contare ancora su Lionel Messi, pallino di Guardiola che anche stavolta non perde occasione per lodare l'argentino.

Nessuno può mettere in dubbio le sue enormi qualità, il Barcellona ha disputato un anno fantastico e lui è stato straordinario. È sempre stato importante e continuerà a esserlo ancora per molto tempo.

Due parole anche su Matthijs de Ligt, difensore e capitano dell'Ajax che ormai sembra a un passo dalla Juventus.

È un ottimo centrale e ha appena 19 anni, chi si assicurerà la sua firma sarà a posto in difesa per molti anni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.