Roma, il punto sul mercato: a breve si chiude per Veretout e Hysaj

Prove di restyling in casa giallorossa, dove Petrachi è già al lavoro per consegnare a Fonseca i rinforzi richiesti. Vicino l'ingaggio del francese della Fiorentina.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ci sono voluti tempo, pazienza e decisioni dolorose, ma alla fine il dado sta per essere tratto. La Roma chiamata ad affrontare la stagione 2019/20 sta finalmente per prendere forma, a partire dal suo nuovo comandante: nelle prossime ore Paulo Fonseca, ex allenatore dello Shakthar, sbarcherà in Italia per prendere contatto con la realtà nella quale a breve dovrà andarsi a inserire. La sua presentazione è prevista per mercoledì, quando davanti alla stampa capitolina il tecnico portoghese sarà chiamato a rispondere alle domande più disparate. Degli argomenti trattati farà parte sicuramente anche il calciomercato, perché mai come quest'anno la società dovrà rivedere i propri piani in fatto di campagna acquisti.

Non aver centrato la qualificazione in Champions League costringe la dirigenza a ripartire da un progetto più improntato sulla spending review e sull'abbattimento del monte ingaggi, come già ampiamente preannunciato da James Pallotta negli scorsi giorni. La Roma andrà su gente giovane e futuribile, possibilmente pronta a dare il proprio apporto alla causa sin da subito ma con il cartellino ancora abbordabile dal punto di vista economico. Per questo motivo il nuovo direttore sportivo Petrachi si riunirà a breve con Fonseca: i due faranno il punto della situazione per poi focalizzare assieme una serie di nomi di papabili rinforzi.

Gli innesti saranno tanti e, probabilmente, prima di ufficializzarli tutti andranno fatti dei ragionamenti anche in uscita, visto che il club entro il 30 giugno vuole realizzare una quarantina di milioni di euro mal contati in plusvalenze. Se Dzeko e Manolas sembrano i due giocatori più vicini a lasciare la Capitale, ce ne sono molti altri oggetto di attente valutazioni. Gente come Schick e Kluivert, per esempio, nonostante un biennio non positivo hanno parecchio mercato in giro per l'Europa, quindi a breve potrebbero rientrare in ragionamenti che li coinvolgerebbero direttamente o indirettamente, magari come contropartite tecniche al'interno di altre operazioni.

Elseid Hysaj con il Napoli
Elseid Hysaj è il nome nuovo per la fascia della Roma: il terzino del Napoli piace a Petrachi, che a breve incontrerà Giuffredi per discutere della trattativa

Roma, asse caldo con Giuffredi: si chiude Veretout, piace Hysaj

Il primo procuratore che la "nuova" Roma incontrerà è Mario Giuffredi, col quale si parlerà di due suoi assistiti che ai giallorossi piacciono parecchio. Il primo è Jordan Veretout, obiettivo anche di Milan e Napoli, per il quale Petrachi è intenzionato ad anticipare la concorrenza. L'ex ds del Torino, finalmente libero di rappresentare formalmente la società capitolina, tratterà personalmente i dettagli dell'offerta, mettendo sul piatto un contratto di 5 anni per il giocatore a 2,5 milioni di euro. Poi sarà il turno di andare a trattare con la Fiorentina, che andrà convinta con un'offerta importante: secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, l'affare si potrebbe chiudere sui 25 milioni di euro tra parte fissa e bonus.

In attesa di capire se si possano inserire eventuali giocatori per abbassare il pagamento della parte cash, la Roma e Giuffredi coglieranno l'occasione per farsi una chiaccherata esplorativa con al centro la figura di Elseid Hysaj. Il terzino del Napoli è al primo posto della lista stilata da Petrachi per la fascia destra: l'albanese ha un contratto in scadenza nel 2020 e la sua rottura con il Napoli è definitiva, quindi c'è la certezza che - in un modo o nell'altro - in estate il giocatore cambierà aria. Classe 1994, potrebbe rappresentare un investimento intelligente e ragionevole, oltre a fornire un assist al Napoli per trattare al ribasso l'acquisto di Kostas Manolas.

Hysaj arriverebbe per prendere il posto di almeno uno tra Rick Karsdorp, che partirà sicuramente, e Alessandro Florenzi. Quest'ultimo è stato più volte dato in uscita e, in tal senso, anche le frasi pronunciate da Francesco Totti durante la conferenza stampa di addio alla Roma sono sembrate abbastanza significative. Antonio Conte farebbe carte false per averlo all'Inter, per cui la situazione al momento pare essere molto fluida. Qualora il laterale lasciasse i giallorossi, è ovvio che la società interverebbe ulteriormente per trovare un altro terzino da mettere in staffetta con Hisaj. Magari un giovane da valorizzare, a conferma di come la politica del club sia ormai mirata esclusivamente alla crescita di talenti.

Obiettivi "ucraini" per la fascia sinistra: Fonseca chiede due suoi pallini

Come ogni allenatore che si rispetti, anche Fonseca ha dei calciatori sui quali ripone totale fiducia. Entrambi li ha allenati allo Shakthar e, soprattutto, tutti e due giocano sulla fascia sinistra, dove compongono una catena di grandissima qualità che in Ucraina non ha avuto eguali per anni. Entrambi brasiliani, Ismaily e Taison sarebbero i due nomi indicati dal portoghese a Petrachi per l'out mancino. Cominciamo subito col dire che sono due trattative abbastanza complicate, perché se è vero che le loro abilità sono universalmente riconosciute, è altrettanto giusto rimarcare come a livello anagrafico rappresentano un target sul quale la Roma non ha (più) intenzione di investire.

Ismaily, terzino di spinta, ha infatti compiuto 29 anni a gennaio e i Minatori per cederlo chiedono almeno 30 milioni di euro, cifra assolutamente fuori ogni logica per le posizioni attuali dei giallorossi. Taison, invece, di anni ne ha addirittura 31, quindi - a meno di fortissimi saldi - difficilmente Fonseca potrà nuovamente allenare i suoi due pallini. Tuttavia la porta non è ancora definitivamente chiusa: la società non ha fretta e li monitorerà fino all'ultimo, magari cercando di cogliere l'occasione giusta lavorando ai fianchi lo Shakthar fino ai primi giorni di settembre.

Portiere e centrali, si guarda in casa Betis: c'è Bartra

Manolas ha già comunicato di voler andare alla Roma. Per questo motivo la Roma andrà sicuramente su due difensori centrali. La prima portava direttamente a Joachim Andersen, pista abbandonata perché la Sampdoria spara troppo alto e la concorrenza è tanta. Così Petrachi si concentrerà a coltivare il buon rapporto con il Betis, club in cui gioca Marc Bartra: lo spagnolo ex Barcellona e Borussia Dortmund è stato individuato come primo nome per rinforzare il pacchetto di centrali.

Gli andalusi lo valutano 25 milioni di euro, ma il cartellino potrebbe finire in mezzo a una maxitrattativa che prevedrebbe anche il passaggio definitivo di Sanabria al Betis e quello di Pau Lopez nella Capitale. Quest'ultimo sarebbe il portiere scelto per raccogliere l'eredità del disastroso Olsen: ex baby prodigio del vivaio dell'Espanyol, negli ultimi anni si è un po' perso ma adesso è pronto per abbracciare questa nuova avventura.

Restando sul capitolo centrali, oltre a Bartra si valuta un profilo più giovane in grado di dare le giuste profondità di rosa e di imboccare un percorso di crescita volto alla valorizzazione nel breve periodo. Per questo Petrachi darà fondo alle sue intuizioni, provando a bloccare uno tra Kevin Bonifazi, Lyanco e Lucas Verissimo, tre difensori che - in varie circostanze - ha avuto il modo di apprezzare al Torino (quest'ultimo doveva approdare in granata l'estate scorsa. German Pezzella è l'alternativa: l'argentino, di recente convocato anche in nazionale, è cresciuto molto nell'ultima stagione e si completerebbe molto bene con Bartra, dando vita a una cerniera rinnovata per una Roma alla ricerca di una nuova identità.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.