SBK, a Misano Rea e Bautista si dividono cadute e vittorie

Johnny scivola nella Superpole Race ma vince Gara due. Alvaro trionfa nella manche sprint e finisce in terra nel pomeriggio, La classifica di campionato si riapre, con soli sedici punti a separarli.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una per uno, in tutti i sensi. La SBK di Misano ha diviso errori ed affermazioni, in maniera non del tutto equa. Oggi, sia Rea che Bautista, sono stati autori di scivolate e vittorie. Nella mattinata il rookie e leader della categoria ha riassaporato la vittoria, approfittando della caduta del britannico. Nel pomeriggio, viceversa: ducatista in terra e pilota Kawasaki a spruzzare di champagne i tifosi. I due rivali si sono quasi copiati, ma il conto finale sorride a Rea.

Nella Tissot Superpole Race "breve" Alvaro ha superato Johnny, ed è fuggito verso la vittoria. Rea ha provato a tenere il passo della Ducati numero 19, ma è caduto. Mentre lo spagnolo trionfava, il nordilrlandese pensava ai punti persi nella mattinata. Sul podio sono saliti Alex Lowes e Leon Haslam, britannici Yamaha e Kawasaki. La Ninja pretendente al titolo è giunta solo sesta, dopo Razgatlioglu e prima di Melandri, miglior italiano del lotto.

Manche "lunga" e ruoli invertiti. "Bau Bau" è scivolato, il Cannibale si è giocato le posizioni che contano, trionfando. Il duello consumato contro il compagno di marca Toprak è stato avvincente, perché il campione ha sfoderato ogni sua dote. Se nella corsa sprint era il numero 1 a fare calcoli di classifica, in questo caso è il pilota Ducati a limitare i danni. La distanza in classifica tra i due protagonisti è ora ridotta a sole sedici lunghezze. Il mondiale SBK è ancora aperto ad ogni colpo di scena.

Rea ha vinto anche Gara uno di Misano SBK, con la pioggia
Il podio bagnato di Gara uno: Rea, Sykes e Bautista a Misano SBK

SBK di Misano, Rea e Bautista si dividono scivolate e vittorie

Mentre erano abbastanza vicini, Johnny ha perso l'avantreno della sua Kawasaki, salutando la possibilità di vincere la Tissot Superpole Race. Alvaro ne aveva di più, con una Ducati ufficiale inarrestabile in accelerazione. Rialzatosi, Rea ha poi concluso al sesto posto, portando nel box verde punti preziosi dopo l'errore. Ma lo spagnolo era sul gradino alto e centrale del podio, per la quattordicesima volta nel 2019. Affiancato da Lowes ed Haslam, Bautista ci ha fatto credere che la storia fosse - ancora - per lui favorevole.

invece no. Nella corsa del pomeriggio, scambio delle parti. Il ducatista è scivolato malamente, proprio come ha fatto a Jerez, in una lenta curva a destra. C'è da riflettere per lui, soprattutto dopo la vittoria del diretto rivale al titolo. Rea ha battagliato e si è difeso da un inferocito Toprak Razgatlioglu, furia turca del team Puccetti. Il pupillo di Sofuoglu ci ha provato con staccate a ruota posteriore alzata e grandi intraversate, però il successo è andato nella mani del più esperto Cannibale, abile a chiudere le traiettorie nel giro finale.

Con Haslam ancora terzo e Davies settimo, appare chiaro come la guerra tra la Verdona e la Rossa sia appannaggio della Casa di Aksahi. Tre le ZX10RR sul podio, proprio sulla pista in cui le moto di Borgo Panigale celebrano il World Ducati Weekend. Un vero smacco subìto. Oltretutto, adesso Bautista è sì ancora in vetta al mondiale, ma Johnny insegue con soli 16 punti da recuperare. il prossimo round si correrà a Donington Park - Regno Unito - di fronte ai tifosi del nordirlandese. La SBK sta entrando nel vivo ed è molto divertente ed aperta a tutto.

Al Marco Simoncelli Circuit Rinaldi risolleva (in parte) l'onore italiano e Ducati

Bautista a terra e poi quattordicesimo, Davies fuori dai giochi vittoria, l'unica Panigale V4 R che esce a testa alta da Gara 2 è quella di Michael Ruben Rinaldi, portacolori Barni. Quinto il romagnolo dotato di Ducati indipendente, infilatosi tra gli ufficiali Yamaha e BMW, Lowes e Sykes. Ci si aspettava molto di più dal pluricampione italiano Pirro, ma Michele non è andato oltre ad un ottavo posto pieno di incertezze tecniche, meglio però di Zanetti e Cavalieri. Fuori dai punti Melandri, autore di una caduta. L'azzurro più titolato della SBK ha stentato sulla pista a pochi passi dalla sua Ravenna.

SBK Riviera di Rimini, ordine di arrivo Gara due

  1. J. REA GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 21 1'36.887 271,4 1'34.596 268,7
  2. T. RAZGATLIOGLU TUR Turkish Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR IND 21 0.381 0.381 1'36.814 268,7 1'35.610 264,7
  3. L. HASLAM GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK Kawasaki ZX-10RR 21 5.880 5.499 1'37.079 267,3 1'35.215 270,0
  4. A. LOWES GBR Pata Yamaha WorldSBK Team Yamaha YZF R1 21 6.203 0.323 1'37.158 269,3 1'35.026 272,0
  5. M. RINALDI ITA BARNI Racing Team Ducati Panigale V4 R IND 21 7.147 0.944 1'37.172 274,8 1'35.226 273,4
  6. T. SYKES GBR BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 21 7.682 0.535 1'37.375 270,7 1'34.976 266,0
  7. C. DAVIES GBR ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 21 10.916 3.234 1'37.222 275,5 1'35.600 271,4
  8. M. PIRRO ITA BARNI Racing Team Ducati Panigale V4 R IND 21 14.268 3.352 1'37.609 273,4 1'35.451 272,0
  9. L. ZANETTI ITA Team Goeleven Ducati Panigale V4 R IND 21 20.043 5.775 1'37.669 272,0 1'36.634 273,4
  10. J. TORRES ESP Team Pedercini Racing Kawasaki ZX-10RR IND 21 22.127 2.084 1'37.875 264,1 1'35.697 262,1
  11. M. REITERBERGER GER BMW Motorrad WorldSBK Team BMW S1000 RR 21 27.107 4.980 1'38.094 268,7 1'35.971 268,0
  12. L. BAZ FRA Ten Kate Racing - Yamaha Yamaha YZF R1 IND 21 27.475 0.368 1'38.179 262,1 1'36.538 264,1
  13. S. CAVALIERI ITA Motocorsa Racing Ducati Panigale V4 R IND 21 36.333 8.858 1'38.293 266,7 1'36.226 266,7
  14. A. BAUTISTA ESP ARUBA.IT Racing - Ducati Ducati Panigale V4 R 21 37.033 0.700 1'37.017 276,2 1'35.144 276,2
  15. S. CORTESE GER GRT Yamaha WorldSBK Yamaha YZF R1 IND 21 47.697 10.664 1'36.896 270,0 1'34.951 266,0

Classifica piloti

  1. Bautista (Spagna) 330 punti
  2. Rea (Gran Bretagna) 314 punti
  3. Van Der Mark (Olanda) 188 punti
  4. Lowes (Gran Bretagna) 164 punti
  5. Haslam (Gran Bretagna) 153 punti
  6. Razgatlioglu (Turchia) 121 punti

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.