Formula 1, Hamilton: "Facciamo la storia". Leclerc: "Ho dato tutto"

Le dichiarazioni dei piloti Mercedes e Ferrari dopo la gara di Formula 1 a Le Castellet. Ovviamente Hamilton molto felice, sorride pure Leclerc.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Lewis Hamilton inarrestabile nella gara di Formula 1 in Francia. Il campione del mondo in carica ha dominato a Le Castellet. Dopo la pole position, ha vinto con margine la corsa e adesso nella classifica generale ha ben 36 punti di vantaggio su Valtteri Bottas.

Sono sei le vittorie del pilota inglese nelle otto gare disputate finora e vinte tutte dalla Mercedes. Il circuito Paul Ricard di Le Castellet non era certamente l'ideale per la Ferrari, che però con Charles Leclerc è arrivata a pochi decimi dalla seconda posizione. Grande prestazione del pilota monegasco, che con un giro in più avrebbe potuto beffare Bottas. 

Sebastian Vettel non è andato oltre il quinto posto, dopo essere partito dalla settima casella. Comunque ha preso il punto bonus del giro veloce nel finale. La scuderia di Maranello sperava che il tedesco potesse attaccare anche Max Verstappen, il quale con la Red Bull è riuscito a tenere il giusto margine per non farsi insidiare. Nel prossimo GP in Austria dovrebbe andare meglio per la Ferrari, la pista si sposa meglio con le caratteristiche della SF90.

Lewis Hamilton sul podio del GP Francia 2019 di Formula 1
Lewis Hamilton vince la quarta gara consecutiva, è sempre più leader del campionato di Formula 1 2019.

Formula 1, GP Francia 2019: le parole di Hamilton e Bottas

Hamilton in Francia ha conquistato la vittoria numero 79 da quando corre in Formula 1. Una performance straordinaria del cinque volte campione del mondo, che ha allungato nella classifica generale piloti del campionato.

Un grande weekend - esordisce Lewis -. Ho provato questa sensazione tante volte, ma è qualcosa che non invecchia mai. Si tratta di una sfida continua quando sei là fuori e cerchi di padroneggiare la macchina. Ringrazio tutto il team, stiamo creando delle pagine di storia insieme. Sono fiero di tutti i ragazzi e di far parte di questa squadra. Non è facile guidare su questa pista, ci sono settori molto tecnici. Alla fine ero un po' preoccupato per le gomme, avevamo blistering e ho cercato di consumarle meno possibile. Comunque mi godo questo avvio di stagione, che è il migliore della mia carriera. Non mi piace quando la gente pensa che per me sia facile, sminuendo il mio lavoro. Io sto sudando, è stata una gara difficile con una battaglia interiore con me stesso. Sto continuano a dimostrare che devono ancora tutti fare i conti con me, sto invecchiando ma mi sento giovane e so fare bene il mio lavoro.

Nonostante la sconfitta netta, Bottas non intende arrendersi. Il pilota finlandese intende ancora mettere pressione al suo compagno nella lotta al titolo, ma da quattro gare arriva dietro e deve reagire al più presto per recuperare punti.

Non ho molto da dire sulla mia gara - spiega Valtteri - dato che non è successo granché. La partenza era l'occasione migliore per me, ci ho provato ma anche Lewis è partito bene. Non sono riuscito a passarlo, oggi era più veloce di me. Ora devo guardare avanti, alla prossima gara. Sono fiero del team e anche di me stesso. Importante capire cosa posso fare meglio. Non penso che Lewis sia imbattibile, lo so e devo solamente lavorare di più.

Sebastian Vettel durante la gara di Formula 1 in Francia
Sebastian Vettel non è andato oltre il quinto posto in Francia, ma ha preso il punto bonus del giro veloce.

F1, Leclerc e Vettel commentano la gara di Le Castellet

Ottima la prestazione di Leclerc, che nel finale della corsa sognava di riuscire a prendersi la seconda posizione a danno di Bottas. Si è avvicinato tantissimo, però non ha avuto l'occasione giusta per cercare il sorpasso.

Ho dato tutto - commenta Charles -. Il primo stint è stato buono e mi sentivo bene, però Mercedes era troppo veloce. Nel secondo abbiamo gestito le gomme e verso la fine ho ripreso Valtteri, che forse faticava un po' con gli pneumatici. Ho visto un'opportunità, ma non ci sono stati abbastanza giri per tentare un vero attacco. Vedendo la situazione di venerdì dopo le simulazioni di gara, oggi abbiamo fatto un grande risultato. Ci ho creduto fino agli ultimi metri di poter chiudere secondo. Ci ho provato, volevo farmi vedere da lui e magari approfittare di un eventuale errore che però non c'è stato. Sono contento del weekend. Il circuito non è buono per la nostra macchina, comunque uno step l'abbiamo fatto anche se non è sufficiente. Alcuni pezzi nuovi hanno funzionato e altri no. Speriamo di essere dove vogliamo in Austria.

La gara di Vettel è stata condizionata dalle pessime qualifiche. Essendo partito settimo, avrebbe dovuto essere più rapido nel superare i piloti McLaren. Ma ci ha messo qualche giro e nel frattempo Verstappen ha preso un vantaggio decisivo per non farsi più riprendere.

Oggi si salva il terzo posto di Charles - ammette Sebastian - ma non abbiamo il ritmo per battere Mercedes. Hamilton ha avuto un'altra gara facile. La nostra macchina non è abbastanza forte ancora, ma so che a Maranello lavorano duramente e con passione. Spero che in Austria andrà meglio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.