Anche la Serie A nell'Operazione Oikos: nel mirino Cagliari-Frosinone

Dalle intercettazioni degli inquirenti spagnoli sarebbe emerso un collegamento con scommesse anche sul nostro campionato con coinvolgimento di alcuni giocatori frusinati.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La notizia arriva dalla Spagna ed è stata resa nota da El Pais che in qualche modo ha avuto accesso a una parte delle carte che riguardano l'Operazione Oikos, la corposa indagine su alcune partite truccate del campionato spagnolo, che ora sembra stia svelando qualche ramificazione che coinvolgerebbe anche la Serie A.

Il quotidiano spagnolo lancia la notizia attraverso un titolo forse un po' troppo a effetto - "L'Operazione Oikos ha truccato Cagliari-Frosinone della Serie A italiana" - almeno in rapporto agli elementi che poi presenta nel pezzo. Al di là, comunque, di quel pizzico di sollievo nello scoprire che le ombre non riguarderebbero solo la Liga, rimane il fatto che quanto emerso dalle intercettazioni andrà quanto meno valutato anche in Italia.

Già da alcuni giorni voci dalla Spagna avevano lasciato trapelare una "ramificazione" italiana delle indagini. Uno dei capi della cupola che gestiva le scommesse illegali su partite truccate, Carlos Aranda, era stato intercettato mentre parlava di Ciro Immobile e, marginalmente, di Mauro Icardi, ma soprattutto millantava, attraverso un amico romano residente a Malaga, contatti con tesserati del Frosinone.

Serie A: Cagliari-Frosinone
Serie A: Cagliari-Frosinone del 20 aprile scorso terminò 1-0

Serie A e Operazione Oikos: nel mirino Cagliari-Frosinone

Ora El Pais è stato in grado di svelare alcune conversazioni fra lo stesso Aranda e il nostro connazionale a Malaga, un certo Mattia Mariotti. Lo spagnolo cerca di rimanere molto abbottonato e raccomanda all'italiano di fare altrettanto, ma Mariotti spiega di poter "intervenire" sulla partita Cagliari-Frosinone, 33esima di Serie A, in programma il 20 aprile scorso: un suo amico "dai capelli lunghi" sarebbe in ottimi rapporti col team manager e con alcuni giocatori di spicco del club laziale. In quel momento il Frosinone era penultimo, a 8 punti dal Bologna quartultimo.

Zampano del Frosinone
El Pais sostiene che il fallo di Zampano, che ha provocato il calcio di rigore, sarebbe stato "un po' incauto"

El Pais prosegue poi ricordando con una certa enfasi che al 27esimo del primo tempo del match sotto la lente degli inquirenti, il frusinate Zampano avrebbe commesso un fallo un po' incauto nella propria area ai danni di un avversario. Sul conseguente rigore è arrivato il gol realizzato da Joao Pedro, contestualmente al quale Aranda ha chiamato una sua collaboratrice per accertarsi che avesse puntato mille euro sulla vittoria degli isolani. Tutto qui: basterà perché si muova anche la giustizia italiana?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.