F1, Hamilton: "Pole non facile". Leclerc: "Non potevo fare meglio"

Le dichiarazioni dei piloti Mercedes e Ferrari dopo le qualifiche di F1 sul circuito Paul Ricard di Le Castellet. Grande soddisfazione per Hamilton, deluso Vettel.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Continua il dominio Mercedes nel campionato 2019 di Formula 1. In attesa della gara di domenica, le Frecce d'Argento hanno conquistato una doppietta nelle qualifiche del Gran Premio di Francia.

Fantastica pole position di Lewis Hamilton in 1'28"319. Il cinque volte campione del mondo si è messo davanti a tutti e alla partenza della corsa cercherà di mantenere la prima posizione per poi imporre il suo ritmo. L'obiettivo è quello di allungare ulteriormente nella classifica piloti su Valtteri Bottas. Il finlandese è stato battuto per 286 millesimi e allo start proverà a contendere la leadership al compagno.

Ferrari che, nonostante le novità tecniche portate, continua a non essere sufficientemente competitiva. Nel terzo settore perde troppi decimi e ciò non le permette di pensare di poter vincere a Le Castellet. Charles Leclerc ha comunque fatto del proprio meglio, chiudendo con terzo tempo in Q3. Ha invece deluso Sebastian Vettel, solo settimo e relegato in quarta fila nella griglia di partenza.

Lewis Hamilton dopo le qualifiche di Formula 1 in Francia
Hamilton dalla pole position nella gara di Le Castellet, è il favorito per la vittoria.

Formula 1, GP Francia 2019: i commenti di Hamilton e Bottas

Ovviamente Hamilton è molto soddisfatto del suo risultato. Non poteva immaginare niente di meglio nelle qualifiche. Anche sul passo gara è forte e pertanto sarà lui l'uomo da battere domenica.

Questa non è mai una pista semplice - esordisce Lewis - perché è molto tecnica. Sono molto contento, ho tirato fuori tutto il potenziale della macchina. Il team ha fatto un lavoro fantastico. Positivo essere primo, abbiamo lavorato tanto per sfruttare al massimo la monoposto. Grande prestazione. Fare la pole non è mai facile, Bottas sta andando forte in questa stagione. Ferrari aveva un gap più grande oggi, ma credo che in gara ci sarà una battaglia più ravvicinata.

Bottas spera di riuscire ad avere uno scatto ottimale alla partenza per poter sopravanzare il compagno e magari riuscire a tenerselo dietro. Serve una reazione da parte sua, altrimenti le chance di vincere il titolo si allontaneranno.

Lewis ha fatto un giro ottimo alla fine - spiega Valtteri - ma siamo stati vicini per tutto il weekend. È stata una questione di piccoli dettagli, di pochi centesimi. A causa del vento non sono riuscito ad interpretare bene alcune curve. Devo lavorare su questo aspetto. Il pacchetto è molto forte e speriamo di trovarci nella stessa situazione in gara. Penso di poter fare qualcosa alla curva 1, lo scatto al via sarà fondamentale.

Sebastian Vettel sale sulla sua Ferrari SF90 nelle qualifiche di Formula 1
Vettel sicuramente deludente nelle qualifiche in Francia, la Ferrari punterà soprattutto su Leclerc per conquistare il podio.

F1, Leclerc e Vettel dopo le qualifiche a Le Castellet

Non si poteva chiedere di più a Leclerc oggi. Il giovane pilota monegasco ha dato il massimo, portando la sua Ferrari in terza posizione. Impossibile fare meglio contro questa Mercedes.

Sono contento del mio giro - ammette Charles - ma purtroppo non è stato sufficiente. Dobbiamo continuare a lavorare, visto il divario, e sono certo che a un certo punto di avvicineremo. Oggi non potevo fare di meglio. L'obiettivo è di partire bene e provare a giocarcela. Siamo forti in rettilineo, invece loro sono più forti in curva. Speriamo ci sia una bella lotta domani. Sarà difficile battere Mercedes, il loro passo è stato forte venerdì. Partire bene sarà importante.

Chi doveva fare di più è sicuramente Vettel, che avrebbe dovuto essere almeno in seconda fila col compagno. Invece, sarà costretto a rimontare dalla settima casella della griglia di partenza. Il quattro volte campione del mondo di Formula 1 dovrà essere concentrato al massimo per non sbagliare e sperare magari di agguantare il podio.

È mancato un po' il feeling con la macchina - spiega Seb -. A volte c'era e altre no. È stata una parte finale di qualifica un po' strana. C'è sempre un motivo per guardare avanti, alla gara. In Q3 abbiamo conquistato una posizione inferiore alle aspettitive, ma penso che potrò fare una buona gara e divertirmi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.