Copa America, il Cile vola ai quarti: Ecuador battuto per 2-1

Decidono i gol di Fuenzalida e di Sanchez. Inutile la rete di Valencia su calcio di rigore. Espulso Achilier in pieno recupero per una gomitata a Vidal.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una partita dura, fisica, maschia, equilibrata. Nella seconda giornata del gruppo C della Copa America, Ecuador e Cile si sono dati battaglia dal primo all'ultimo minuto di gioco. Visto il pareggio che si era registrato fra Uruguay e Giappone, entrambe avevano bisogno di punti per proseguire il percorso verso i quarti di finale del torneo brasiliano. Finisce 2-1 per i cileni, con i gol di Fuenzalida all'8' e di Sanchez al 51', intervallati dalla rete di Valencia al 26'.

Parte meglio il Cile, anche se l'Ecuador, nonostante la sconfitta subita nella prima giornata dall'Uruguay (4-0) non appare affatto remissivo e risponde al gioco degli avversari con un pressing alto che toglie il fiato. I campioni in carica passano però in vantaggio al loro primo vero affondo grazie a un bel gol di Fuenzalida: su azione d'angolo il pallone, dopo un rimpallo, rimbalza pochi metri all'interno dell'area di rigore dove il centrocampista di proprietà dell'Universidad Católica è bravissimo a calciare al volo incrociando e sorprendendo il portiere avversario.

Con questo risultato l'Ecuador ha un piede e mezzo fuori dalla Copa America ma non si scompone e continua a mettere in difficoltà i cileni per intensità e corsa. Il pareggio arriva al 26', dopo che Arias, in uscita, stende Mendez Carabali e procura il rigore che Valencia realizza con freddezza.

Sanchez esulta per il all'Ecuador gol in Copa America
Sanchez esulta dopo il gol in Copa America segnato contro l'Ecuador

Copa America, Ecuador-Cile 1-2: la gara 

La partita è tirata, incerta e giocata a ritmi alti, anche se al 40' resta ferma per oltre 4 minuti a causa di un intervento di Arias su Ibarra Mina che, dopo aver consultato i VAR, l'arbitro decide di punire con il cartellino giallo. A inizio ripresa, proprio come successo nel primo tempo, il Cile si porta in vantaggio: Aranguiz è bravo a coprire palla con il corpo, raggiungere il fondo e mettere dalla destra un bel pallone sul secondo palo dove Sanchez, al volo, di controbalzo sorprende il portiere avversario e fissa il risultato sul 2-1. Da quel momento l'Ecuador fatica a creare palle gol nitide e lascia il pallino del gioco al Cile che sfiora il terzo gol con Pulgar al 65': su azione d'angolo il cileno colpisce bene di testa, ma l'intervento di Dominguez gli nega la rete.

Nei minuti finali il Cile si accontenta di far girare palla senza rischiare di subire il pareggio dell'Ecuador che, di minuto in minuto, si spegne sempre più, fino al rosso diretto rimediato da Achilier per una gomitata a Vidal. Per i campioni in carica è quindi un gioco da ragazzi portare a casa la vittoria e strappare la qualificazione ai quarti della Copa America. Nell'ultima giornata del girone il Cile affronterà l'Uruguay (a cui basta un pareggio per superare il turno) con cui si contende il primo posto. Eliminato invece l'Ecuador che però a differenza della gara di esordio non ha affatto sfigurato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.