Assegnazione Mondiali Qatar 2022: arrestato Michel Platini

L'ex presidente della Uefa è stato arrestato in Francia nell’ambito dell’inchiesta per corruzione sull’assegnazione dei Mondiali di calcio in Qatar nel 2022.

19 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Michel Platini è stato arrestato. L'ex presidente della Uefa è finito in manette nell'ambito dell'inchiesta per corruzione (condotta dal Parquet national financier che si occupa dei grandi reati economici e finanziari) sull'assegnazione dei Mondiali di calcio che si disputeranno in Qatar nell'inverno del 2022. Come riportato da Mediapart, il francese è stato preso in custodia nella mattinata odierna e portato presso l'ufficio anticorruzione della polizia giudiziaria di Nanterre.

In stato di fermo anche Sophie Dion (ex consigliere di Nicolas Sarkozy), sempre con l'accusa di corruzione. Mentre Claude Guéant, ex segretario generale dell'Eliseo, è stato ascoltato in qualità di "sospettato libero".

Platini, classe 1955, è stato eletto presidente della Uefa nel 2007 e ha ricoperto la carica fino al 2015, quando è stato bandito dal comitato etico dellla FIFA perché accusato di aver ricevuto in maniera illecita 2 milioni di franchi svizzeri nel 2011 dall'allora presidente della FIFA Sepp Blatter per consulenze svolte tra il 1999 e il 2002.

Accuse, queste, che gli sono costate una squalifica di otto anni (poi ridotta a 6 e infine a 4) da tutte le attività legate al mondo del calcio. A maggio del 2018, però, la magistratura svizzera lo ha riabilitato non avendo riscontrato irregolarità nel suo operato.

Adesso Platini è di nuovo nella bufera nell'ambito dell'inchiesta per corruzione sull'assegnazione dei Mondiali del 2022. In questa vicenda, su cui ha fatto luce in primis il quotidiano britannico Sunday Times, ha un ruolo di primo piano lo sceicco qatariota Mohamed bin Hammam che - secondo l'accusa - avrebbe versato tangenti tra il 2008 e il 2011 per assicurare al Qatar l'assegnazione della kermesse iridata. 

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.