Neymar e l'accusa di stupro: "La verità verrà presto a galla"

Dopo una deposizione di oltre 5 ore al commissariato di Polizia di San Paolo, il brasiliano si dice fiducioso.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo cinque ore di deposizione al commissariato di Polizia di San Paolo per dire la sua circa le accuse di violenza arrivate dalla modella Najila Trindade con le quali si è dovuto confrontare, Neymar se n'è andato visibilmente sollevato.

Con il suo completo nero e appoggiato sulle stampelle per via dell'infortunio che lo ha costretto a saltare la Copa América (che inizierà stanotte), il brasiliano ha parlato rapidamente ai microfoni dei giornalisti:

Vorrei ringraziare le persone per il loro supporto, per i messaggi che mi hanno inviato. Sono tranquillo. La verità verrà fuori prima o poi. L'unica cosa che desidero è che questa storia finisca il prima possibile.

Subito dopo queste parole, Neymar è entrato nella sua auto, sfilando via scortato dalla polizia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.