Mondiali femminili, Italia stupenda! Tris Girelli e 5-0 alla Giamaica

Le Azzurre continuano il sogno Mondiale. Dopo la rimonta all'Australia, battute anche le giamaicane grazie all'hat-trick della numero 10 e alla doppietta di Galli. Con il Brasile basterà un pareggio per difendere il primo posto.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo la prima e già storica partita, vinta in rimonta contro l'Australia, l'Italia di Milena Bertolini torna in campo per il match contro la Giamaica. Una vittoria, per le Azzurre, significherebbe al 99% qualificazione agli ottavi di questi Mondiali Femminili (la grande vittoria dell'Australia sul Brasile ha un po' complicato i piani). Così è, perché grazie a una superba prova di carattere e di organizzazione i tre punti arrivano.

L'eroina di giornata è Cristina Girelli, che firma una tripletta 28 anni dopo quella di Carolina Morace, l'unica azzurra a portarsi a casa il pallone in un Mondiale. Nel finale c'è gloria anche per Galli, appena entrata in campo e autrice di una doppietta. In questo momento dunque l'Italia è al primo posto del gruppo C, ma un arrivo a pari punti con Australia e Brasile è ancora possibile. Sia chiaro, il passaggio del turno è praticamente certo dato che, con sei punti, Gama e compagne sarebbero sicuramente tra le quattro migliori terze.

Un pareggio (e ovviamente una vittoria) nel match di martedì alle 21.00 con il Brasile, garantirebbe il primo posto nel girone. Se invece dovesse arrivare una sconfitta, e contemporaneamente l'Australia battesse le giamaicane con un risultato rotondo, si guarderebbe la classifica avulsa e ci sarebbe il rischio Francia agli ottavi. Ma ora è il momento di goderci queste ragazze, che con umiltà, semplicità e spirito di sacrificio ci stanno facendo sognare. E può essere solo l'inizio.

Azzure travolgenti anche contro la Giamaica
Cristina Girelli travolta dalle compagne dopo la tripletta alla Giamaica

Mondiali femminili, super partenza dell'Italia

Bell'inizio di gara, giocato subito su ritmi piuttosto alti. Al 9' Bonansea scappa via sulla sinistra, entra in area di rigore e viene abbattuta da Swaby. L'arbitro inizialmente non concede il penalty, ma grazie all'intervento del VAR cambia idea. Dal dischetto va Girelli che però si fa ipnotizzare da Schneider, ma incredibilmente ancora il VAR chiama a rapporto la neozelandese Keighley, in quanto il portiere giamaicano si muove troppo presto nell'anticipare la numero 10 azzurra.

Si ribatte dunque, con Girelli che cambia angolo e questa volta spiazza la numero 1 avversaria. 1-0 e paura scrollata di dosso per l'Italia, che continua a giocare bene difendendosi in maniera ordinata e limitando la fisicità delle giamaicane. E da palla inattiva si raddoppia al 25', con un calcio d'angolo insidioso battuto da Giugliano sul quale arriva la deviazione decisiva ancora di Girelli, che come Bonansea fa doppietta. 

Altri tre minuti e, ancora da calcio d'angolo, occasionissima per le Azzurre con Sabatino che colpisce in pieno la traversa. Dal possibile 3-0 al possibile 2-1 in un attimo, poiché Sara Gama è attentissima e copre bene su Grey a due passi dalla porta. La gara è ancora lunghissima, e come ha insegnato ieri in Australia-Brasile (verdeoro avanti 2-0 nel primo tempo, poi rimonta delle Matildas e 3-2) non bisogna mai staccare la spina in questi Mondiali femminili.

Nella ripresa continua lo show

Si riparte e dopo nemmeno 50 secondi l'Italia trova subito il 3-0, tanto per cambiare messo a segno da Cristina Girelli. Su cross profondo dalla destra di Giugliano (secondo assist di serata per la giocatrice del Milan) Schneider esce male e con un colpo di testa la numero 10 fa 3-0, assicurandosi il pallone con le firme delle compagne a fine gara. L'ultima italiana a segnare un hat-tricknei Mondiali femminili è stata Carolina Morace, che nel primo torneo iridato della storia colpì tre volte Taipei all'esordio. Niente male davvero. 

Le ragazze di Milena Bertolini però rischiano molto al 60', quando Giuliani viene pressata da Grey e si fa portare via la palla. Per sua fortuna Giugliano recupera in extremis e salva tutto, mentre successivamente Sara Gama si immola sulla rovesciata di Shaw e si prende una terribile scarpata in pieno volto. Tanta paura, ma il capitano si rialza dopo l'intervento dello staff medico e rimane in campo. 

Al 65' è il momento di Aurora "Iaia" Galli, che subentra al posto di Bergamaschi. La giocatrice della Juve è subito protagonista, e a 20' dalla fine spara con il destro da fuori area bucando le mani di Schneider. Gol fantastico e partita chiusa sul 4-0, importante anche per quanto riguarda la differenza reti. La numero 4 si ripete all'81', quando lanciata in profondità dalla solita Giugliano salta il portiere e fa 5-0. Tripudio azzurro, in una serata che difficilmente sarà dimenticata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.